5 western da commedia da cercare invece di 'Milioni di modi per morire in Occidente'

Bene, il verdetto critico è in corso e non è carino, partigiano. Il nostro Drew Taylor potrebbe essere stato anche più spaventoso di molti (la sua recensione di grado F è qui) ma qualunque dibattito ci sia in giro Seth McFarlane’; s “;Un milione di modi per morire in Occidente, ”; che si apre ampiamente questo fine settimana, sembra principalmente riguardare il grado di cattiveria; ci sono poche difese davvero animate del film come un bene reale. In effetti, l'unica cosa su cui tutti i revisori sembrano concordare è che 'Milioni' è no “;Selle ardenti. ”; Perché Mel Brooks’; parodia sembra davvero essere il senza di essa non di commedie western, il genere 'Cittadino Kane, 'Per così dire, così tanto che quasi tutti lo hanno identificato nel parlare della follia di McFarlane, usandolo come un comodo barometro con il quale misurare tutti i fallimenti del suo film. Davvero, per leggere l'attuale raccolta di commenti, potresti pensare che nessun'altra commedia occidentale sia mai stata realizzata.



array ava duvernay

In effetti il ​​genere è relativamente popoloso, con una storia sorprendentemente lunga. Quindi, mentre lasceremo ad altri la catalogazione delle voci più note e più recenti (oh che diamine: “;rango”; e “;Mezzogiorno di Shanghai”; sono buoni “;Maverick”; è fermamente mediocre, “;Selvaggio selvaggio ovest”; è terribile) stiamo per tornare indietro e dare un'occhiata ad alcuni film meno visti che graffieranno il prurito della commedia occidentale se scegli di evitare 'Un milione di modi per morire in Occidente'. O se, come è probabilmente più probabile dato il mondo ingiusto puzzolente e puzzolente in cui viviamo, il film continua a guadagnare un miliardo di dollari e tutti lo vedono, almeno avrai una gamma di opzioni per punti di confronto negativi oltre 'Blazing' Selle ”;.

“;Way Out West”; (1937)
Quindi non suggeriremo a nessuno di aver campionato e rifiutato i film Laurel e Hardy prima questo sarà quello che cambierà idea - il loro schtick è in pieno flusso qui fino alla frequente esasperata rottura della quarta parete - ma quelli di noi con il cuore hanno una piccola gemma delicata da custodire. A malapena anche qualificarsi come una caratteristica per gli standard di oggi (è lungo solo 63 minuti) “;Way Out West”; trova Stan e Ollie inspiegabilmente incaricati dell'importante compito di consegnare alla dolce giovane Mary Roberts la notizia della morte di suo padre, insieme all'atto per la sua inestimabile miniera d'oro, ora sua. Attraverso la loro inettitudine, però, il custode avvincente di Mary e sua moglie showgirl lo scoprono e complottano per rubare l'eredità della ragazza. E poi, attraverso il loro buon cuore e l'impermeabilità all'essere lasciati cadere dalle altezze, per metà affogati, inseguiti con le pistole, solleticati e presi a calci in testa, ottengono indietro l'atto e tutto bene che finisce bene. Non è una trama per cui guardi un film di Laurel e Hardy. Davvero un brutto assemblaggio di schizzi, alcuni dei quali funzionano meglio di altri (il momento mulo / puleggia è probabilmente la nostra pratica preferita) e le battute che riescono a sentirsi fresche nonostante il fatto che li abbiamo ascoltati ripetersi mille volte in seguito (“; Is è morto? 'Spero di sì, lo hanno seppellito.' E di che cosa è morto di martedì? Di martedì. O era mercoledì? Sono praticamente catechismi di chiamata e risposta da ora), ciò che rende così accattivanti i film di questa coppia è la loro innocenza senza dubbio. Rispetto alla crudezza e alla scatologia deliberata, al potenziale razzismo e alla denuncia di auto-esaltazione dell'approccio di McFarlane, questo è un film del tutto inoffensivo, a partire da quando era 'inoffensivo'. non era peggiorativo. Anche le molte umiliazioni dimensionali visitate su Ollie sono giustificate dall'eterna pomposità di quel personaggio e dall'errata stima di sé. Oh, e se mai verrai al nostro matrimonio, ti avverto, non stiamo facendo il 'thriller'. danza, invece faremo questa routine di shuffle spontanea:





“;Destry cavalca di nuovo”; (1939)
Meno una vera e propria parodia di un archetipo occidentale diretto con un tocco molto schiumoso dal follemente prolifico George Marshall (che avrebbe anche diretto l'inferiore Audie Murphy rifare “;Destry”; nel 1954), “;Destry cavalca di nuovo”; è segnato principalmente dal suo casting eccezionale. I giocatori di supporto sono uniformemente fantastici (specialmente Mischa Auer come Boris e il grande Charles Winninger come la coccolosa cittadina trasformata in sceriffo), ma è un film che è stato venduto al comando, e James Stewart ottiene un ruolo iniziale quasi iconicamente perfetto (lo stesso anno di 'Il signor Smith va a Washington“) Come Destry, il pacifista mite che tutti sottovalutano. Tuttavia è Marlene Dietrich chi sorprende davvero; una star il cui personaggio ghiacciato e ambivalente aveva visto il suo appello al botteghino declinare a metà degli anni '30, qui assume un ruolo molto atipico come la berlina parlantina di immondizia, bevitrice di alcolici e patriota francese. Vedere Dietrich fuori dal suo piedistallo, dal suo smoking e dalla sua acconciatura scolpita, e addobbata con volant, nastri e boccoli invece è già sorprendente, ma l'astuzia che porta al ruolo è piuttosto rivelatrice e molto divertente. La storia è ambientata in una città invasa da cattivi che nominano l'ubriaco locale come uno sceriffo per continuare a fare la loro strada malvagia, ma si ribalta assumendo il figlio del leggendario pistolero Destry Sr. come suo vice. Ma quando Destry Jr. si presenta, rifiutando di indossare una pistola e invece risolvendo le controversie tracciando una delle sue tante piccole omelie, tutte che iniziano con “; una volta conoscevo un ragazzo che … ”; è una figura divertente per il nuovo che fa bene, e fino a quando non lo attraversano irrevocabilmente, sembra a posto. Frenchy, ovviamente, è una ragazza cattiva che deve solo innamorarsi di un bravo ragazzo per scoprire il buono dentro di sé, e Dietrich vende davvero il suo personaggio, trasudando un appello sessuale molto più terrestre di quanto la stella solitamente eterea facesse praticamente altrove. In effetti, lei e Stewart hanno apparentemente avuto una relazione durante le riprese, con i pettegolezzi che Marshall ha dovuto interrompere in un momento particolare quando Stewart è diventato troppo visibilmente … eccitato. E ha anche generato uno dei successi più duraturi di Dietrich in “;Guarda cosa avranno i ragazzi nella stanza sul retro”; - praticamente l'inno della donna caduta duramente con cui ci identifichiamo così.



“;Cat Ballou”; (1965)
Se guardi solo una commedia western questo fine settimana, e conosci già “;Selle ardenti”; al contrario, ci piacerebbe spingerti nella direzione di questo Jane Fonda-starrer. Davvero divertente, sorprendentemente eccitante e caratterizzato da grandi intermezzi musicali per gentile concessione di Nat King Cole e Kaye tozzo, e un duplice ruolo vincente all'Oscar e brillantemente parodistico di Lee Marvin, “; Cat Ballou ”; è forse per i nostri soldi l'apice del lato più morbido del sottogenere (Mel Brooks’; il film è molto più inquietante). Fonda è innegabilmente carina e vivace come la brava ragazza che si avvia verso un lavoro da insegnante quando le circostanze la spingono invece nella vita di un capo di banda fuorilegge, ma siamo sempre stati vagamente delusi dal fatto che non riusciva a fare di più Calamity Jane- ing per suo conto e che il suo principale contributo al climax è vestirsi da prostituta. Ma siamo rapidamente distratti da tali pensieri da Marvin che ruba ogni singola scena come il bandito che interpreta. Il suo taciturno cattivo, Tim Strawn sfoggia un naso protesico argenteo, si acciglia molto e si veste tutto di nero, mentre la versione da bravo ragazzo, Shelleen è un cecchino un tempo ubriaco che ora non può più estrarre la pistola dalla fondina senza i suoi pantaloni cadono. Marvin ha una sinistra sinistra, ma è il suo tempismo e la sua strada con la commedia fisica come Shelkeen che è il piacere principale del film e la fonte della maggior parte dei suoi momenti che inducono sbuffi, e tuttavia è anche affascinante nel ruolo; un buffone con l'anima. Costruito intorno a una trama occidentale standard che coinvolge una signora che assume un pistolero per vendicarsi degli uomini che hanno ucciso suo padre, il film sovverte delicatamente gli archetipi in quanto è la piccola bionda di solito indifesa che finisce per diventare la leader della banda fuorilegge, e avendo una canzone scritta esagerando le sue grandi e paurose azioni. Ma questo è quanto più di una pretesa di progressismo politico che possiamo fare per 'Cat Ballou', 'rdquo; che alla fine è solo un giro ventilato e divertente che non dovrebbe essere troppo ripensato. Prova la fantastica canzone a tema per le dimensioni seguenti, ma una parola di avvertimento: avrai il Cat Ballou, Cat Balloo-oo-ou ”; coro bloccato nella tua testa per giorni dopo. O forse decenni, se la nostra esperienza è qualcosa da fare.



“;Goin ’; Sud”; (1978)
Dodici anni prima che Doc Brown tornasse indietro nel tempo per innamorarsi di Clara, Christopher Lloyd amato e perso Mary Steenburgen in questa curiosità di Jack Nicholsonbreve regia indietro catalogo. Al centro dei soli tre crediti di regia che ha guadagnato (gli altri due sono “;Guidare, disse”; e “;The Two Jakes,”;) “;Goin ’; Sud”; si sente principalmente come un veicolo di punta per Nicholson come attore, dandogli il tipo di raffinato ruolo rapscallion che potrebbe fare con gli occhi chiusi (che spesso sono, o almeno pigramente tagliato). Interpreta il ruolo di un ladro di terza classe chiamato Henry Moon, che viene salvato dall'impiccagione dal primordiale Julia di Steenburgen, approfittando di un'ordinanza cittadina che afferma che una donna può salvare un uomo dalla forca se lo sposerà e garantirà il suo comportamento. Volendolo davvero come un lavoro a basso costo per la miniera d'oro che sta lavorando, Julia si trova, ovviamente, stranamente attratta dagli incantesimi stropicciati di Moon, anche se inizia a innamorarsi della sua rispettabilità amidacea (è una specie di “;Regina africana”; atmosfera che si evolve). Ma proprio come sembra che l'amore conquisterà anche Moon, i suoi vecchi amici fuorilegge si presentano e lui ha una scelta da fare tra stare con Julia o arrendersi alla sua natura peggiore e spaventare con il suo oro. Nicholson è meglio di fronte alla telecamera che dietro, con intere sequenze che sembrano cadenti e cadenti nel ritmo, e molte delle battute sono esagerate al punto che puoi sentire gli echi di qualsiasi piccolo titolo che potrebbero aver sollevato svanire nel nulla , ma ci sono ancora alcuni momenti divertenti, spesso a causa dello stesso impulso alla regia che porta alla sua eccessiva indulgenza altrove: Nicholson il regista non cerca affatto di provare a girare l'attore in Nicholson. E così tira e brucia, sbatte le palpebre e si fa strada attraverso il film, a volte in modo divertente, a volte faticosamente, sebbene con un'attraente cinematografia dal grande Nestor Almendros, e solo cose abbastanza tranquille come la scena sotto che ribalta l'equilibrio, il bene supera in gran parte il male. E cerca Lloyd, Ed Begley Jr. e Danny DeVito tutti i ritagli, così come John Belushi (nel suo ruolo di debutto, così come Steenburgen). A nessuno di loro è stato dato qualcosa da fare, in realtà, ma creano un colore di sfondo accattivante per lo sconcertante, sudato, parolacce di Nicholson.



'Silverado'(1985)
È quasi impossibile pensare a un inizio di carriera più riuscito di quello Lawrence Kasdan avuto: dopo aver venduto la sceneggiatura per 'La guardia del corpo' (che poi ha richiesto più di un decennio per essere realizzato), ha ottenuto i suoi primi due crediti cinematografici su 'L'impero colpisce ancora' e 'Predatori dell'arca perduta, 'Prima di fare il suo debutto alla regia con un terribile noir'Calore corporeo,'Seguito dal film di reunion fondamentale'The Big Chill. 'Il suo terzo film come regista,'Silverado,'È in qualche modo una combinazione di ciò che è accaduto prima, mescolando il lavoro realistico e radicato del personaggio di' Chill ', con l'avventurosa avventura di' Raiders ', facendo sentire fresco il stanco genere occidentale nel processo. La trama estesa e un po 'contorta vede quattro emarginati: Scott Glenn, Kevin Kline, Kevin Costner e Danny Glover - affrontando un gruppo di cattivi nella città del titolo, in particolare l'allevatore McKendrick (Ray Baker) e il brutale sceriffo Cobb (Brian Dennehy), mentre Jeff Goldblum, Linda Hunt, Rosanna Arquette, Jeff Fahey, Richard Jenkins e, in una parte contro-tipo gestita in modo impressionante, John Cleese, compongono parte del resto del cast di supporto. Non è, a rigor di termini, una commedia completa, non una parodia allo stesso modo di alcuni di questi film, con un tono qualcosa di più vicino a 'Butch Cassidy'Di'Selle ardenti“- poste reali e dramma reale, ma con una leggera sensazione comica per gran parte del film, anche se arriva nel territorio della vendetta e del razzismo. Gran parte di ciò dipende dal casting: Scott Glenn potrebbe essere qualcuno più ovvio per questo genere di cose, ma persone come Kline, Goldblum, Cleese e persino, a quel tempo, Costner (al suo debutto nel genere che ora è più associato con) erano scelte più incongrue, e tuttavia funzionano magnificamente, dando vita all'Occidente in un modo raro anche per le migliori interpretazioni contemporanee del genere. È semplicemente un piacere passare del tempo con loro, specialmente in questi splendidi dintorni (meravigliosamente girati da John Bailey), e con la sceneggiatura spiritosa di Kasdan (con suo fratello Paul). Il regista, con Costner, sarebbe tornato al genere qualche anno dopo con il più cupo, imbarazzato sul serio 'Wyatt Earp, 'Per un effetto minore, seppure più lungo, ma questo rimane il suo contributo più puramente piacevole al genere. Se 'Star Wars Episodio VII', Che Kasdan è tornato a scrivere insieme, è per metà divertente, dovremmo aspettarci una sorpresa.



Questa è solo la punta di un iceberg sorprendentemente grande, e alcuni altri titoli che abbiamo considerato erano “;Back the Future III”; (menzionato nel “;Goin ’; Sud”; segmento sopra) su cui alcuni Playlister potrebbero non essere d'accordo ma non stanno scrivendo questo, quindi posso affermare per la cronaca che è di gran lunga il peggior film della trilogia, e “;The Frisco Kid”; quali caratteristiche Gene Wilder e Harrison Ford come il duo centrale non corrispondente di un rabbino e un fuorilegge, coinvolto in cianfrusaglie etnicamente inflesse. “;City Slickers”; e il suo sequel minore si adatta al conto, così come “;Tre amici!“. E Laurel e Hardy non erano le uniche commedie dei tempi passati a falsificare il western - Buster Keaton e The Marx Brothers, ha fatto lo stesso, sia nei film intitolati “;Vai ad ovest. ”; Sentiti libero di valutare i tuoi preferiti di seguito.

- Con Lyttelton



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers