Figlia di Agnès Varda sulla morte di sua madre e il futuro del suo archivio

Agnes Varda (R) e la produttrice francese Rosalie Varda (L) partecipano alla conferenza stampa di 'Varda by Agnes' durante la 69a edizione del Festival del cinema di Berlino



ADAM BERRY / EPA-EFE / Shutterstock

Quando Agnès Varda morì a marzo all'età di 90 anni, Jean-Luc Godard mandò un regalo di simpatia a sua figlia. Quel piccolo gesto dovrebbe risuonare per chiunque abbia visto “; volti / luoghi, ”; Il penultimo film candidato all'Oscar di Varda, che è culminato alla porta di Godard. Il tentativo bonario di Varda di presentare il collega cineasta New Wave francese al suo nuovo amico e condirettore JR è un momento agrodolce, perché la solitaria Godard li sostiene. Godard conosceva bene Varda prima di ritirarsi nell'ombra, ma la sua assenza in 'Facce / Luoghi'. non ha raccontato tutta la storia.



“Mi ha inviato una specie di collage fotografico di Agnés, ”; ha detto Rosalie Varda, che ha prodotto 'Facce / Luoghi'. “; era qualcosa di speciale. È un segreto. Ma mi ha mandato qualcosa di carino. Penso che ci tenesse molto ad Agnès. Ha visto tutti i suoi film. ”;



È giusto che un punto della trama del lavoro tardivo di Varda continui con la sua prole. La sessantenne Rosalie ha contribuito a raccontare le storie di sua madre negli ultimi dieci anni, e con l'essenziale 'Varda By Agnes', rdquo; lei sta portando avanti quel compito attraverso il traguardo.

Come amministratore delegato di Ciné-Tamaris, la società Agnés stessa lanciata nel 1975, Rosalie supervisiona gli archivi dei film di sua madre e quelli del padre adottivo, Jacques Demy. (Mathieu Demy, suo fratello, vive a Los Angeles ma frequentemente visita Rosalie a Parigi per dare una mano.) Rosalie lavora fuori dall'ufficio di casa dove Agnès viveva con il suo gatto, Mimi, e 'Facce / Luoghi'. scene-stealer. & Mimi è il mio compagno di ufficio ora perché Agnès non c'è più, ”; disse Rosalie, sorridendo mentre sedeva per un'intervista al Telluride Film Festival.

All'inizio del fine settimana, Martin Scorsese ha partecipato a una conversazione con Rosalie e Mathieu sull'eredità della madre. Vestito con una maglietta colorata con la parola 'FORTUNATO' stampato sul davanti, Rosalie sorrise con orgoglio per l'esperienza del festival e incanalò Agnès ’; abilità come conversatore dolce e perspicace. Allo stesso tempo, stava chiaramente lavorando alla recente perdita.

“; È stato difficile per noi perché quando Agnès stava morendo, non era mia madre a morire, ”; Disse Rosalie. “; era un personaggio pubblico. Anche adesso, non credo sia mia madre che è morta. Lei era mia madre, ma da quando abbiamo lavorato ai suoi film, ogni giorno parlo di lei, parlo dei suoi film, rinegozo le trattative per loro, quindi mi sento come se fosse qui. ”;

'Di Agnes'

Lo aiuta ad ogni proiezione di 'Varda By Agnes', 'rarda'. che si esibisce ai festival cinematografici di Toronto e New York prima della sua uscita in autunno, la matriarca del cinema racconta la sua storia. Il film, che è stato presentato in anteprima al Festival Internazionale del Cinema di Berlino a febbraio, in cui Varda ha fatto la sua ultima apparizione pubblica, raccoglie da tre anni di corsi di perfezionamento dei viaggi internazionali di Varda.

Usando una serie di dispositivi giocosi, la regista analizza i suoi oltre 60 anni di film, un film alla volta. La persona calorosa di Varda si abbina bene a profonde spiegazioni sul suo processo - dalla raffinatezza temporale del suo fondamentale lavoro femminista 'Cleo dal 5 al 7'. agli scatti di tracciamento di “; Vagabond, ”; la politica radicale in 'L'uno canta e l'altro' non è 't ”; attraverso l'estetica documentaria di Daguerrotypes ”; e 'Black Panthers'. ”; Passaggi successivi si impegnano con il passaggio di Varda al cinema digitale leggero, quando si reinventa attraverso film di diario come il suo diario di viaggio essenziale, The Gleaners e I. ”;

Rosalie ha portato l'idea di 'Varda By Agnés'. a sua madre nel 2015, prima del successo di successo di 'Faces / Places' ha rafforzato il suo profilo, ancora una volta, come grande regista. “; ho detto, ‘ dobbiamo iniziare un documento della tua eredità, perché parli così bene del tuo lavoro, a differenza di alcuni registi, ’; ”; Disse Rosalie.

Rosalie ha trascorso 25 anni come costumista e artista di moda prima di iniziare a produrre film di sua madre a tempo pieno. “; ho deciso di interrompere il mio lavoro e concentrarmi davvero sull'aiutarla a essere in grado, alla fine della sua vita di artista, di non essere preoccupata per i costi di produzione e i soldi - per affrontare solo quell'urgenza di creare, ”; Disse Rosalie. Lei ridacchiò. 'All'età di 20 anni, non avrei mai detto che a 50 anni avrei lavorato per mia madre.'

Fu Rosalie a mettere in contatto Agnès con JR, vedendo uno spirito creativo simile nella sua fotografia di grande formato e l'interesse nel catturare la vita delle persone della classe operaia. Mentre la loro collaborazione 'Faces / Places' si è evoluta, Rosalie ha diretto lo spettacolo dietro le quinte. “; prima era un'installazione, poi era un cortometraggio, quindi ho cercato di ottenere soldi per quello, ”; lei disse. 'Poi hanno detto che non è un cortometraggio, è un documentario!' lei rise. “; Ma l'ho adorato. ”;

Ha costruito la logistica delle riprese attorno ai limiti della sua anziana madre - 'Volti / Luoghi'. è stato girato quattro giorni al mese nel corso di un anno. ('Per un budget di produzione, questo non è buono', ha detto Rosalie.) Alla fine si è assicurata il finanziamento da varie fonti, tra cui il capo dei media di Cohen, Charles Cohen.

Robert Eggers Nosferatu

Agnes Varda e JR in 'Faces Places'

Tamaris / Kobal / REX / Shutterstock

Lo sforzo ha dato i suoi frutti. “; Volti / Luoghi ”; ha ingigantito il profilo di Varda in un modo nuovo, presentando la sua presenza serena sullo schermo a una nuova generazione, e le è valso sia un premio Oscar onorario sia una nomination per il miglior documentario. “; Adesso è un'icona, ma non ha avuto la vita di un'icona ”; Disse Rosalie. “; Aveva una tale integrità. Ha sempre detto che devi lottare nella vita. Era sempre in procinto di reinventare la narrativa o di darci la possibilità di guardare qualcosa di nuovo. ”;

Prima della nascita di Rosalie, aveva già figurato nel cinema di sua madre: il suo cortometraggio sperimentale del 1958 'L 'Opéra-Mouffe'. è stato realizzato mentre Agnès era in attesa e si apre con l'immagine di una donna incinta nuda.

All'inizio degli anni '60, Varda era una figura celebre della riva sinistra della New Wave francese, e Rosalie ha assistito al ruolo di primo piano di sua madre nell'esplosione della cultura cinematografica dall'interno. “; ero sempre consapevole che lei era speciale, ma per me, questa era una vita normale - stare con i registi, stare con gli artisti, ”; Disse Rosalie. “; non ho potuto confrontarlo con nient'altro. Era normale vedere Antonioni o Jim Morrison a casa mia, andare a vedere il set di Fellini. Non conoscevo un altro mondo. ”;

Rosalie ha insistito sul fatto che andava sempre d'accordo con sua madre, che ha dedicato 'One Sings e l'altro'. - la storia di due adolescenti la cui amicizia continua nella loro controcultura in età adulta - a sua figlia quando aveva 18 anni (Rosalie ha anche un cameo nel film.) “; l'ho adorato, perché quel film ti dà davvero gioia e il permesso di amare , ”; lei disse. 'Non è un film contro gli uomini, è un film contro persone che non sono in grado di amare. È un buon modo per parlare di femminismo. ”;

Avendo fatto il suo debutto alla regia con il dramma d'ensemble del 1958 'La Pointe Courte', 'rdquo; Il lavoro di Agnès ha preceduto i famosi uomini associati alla New Wave francese, tra cui Godard e Francois Truffaut e altri che hanno scritto per l'influente Cahiers du Cinema prima di realizzare le loro caratteristiche innovative. Rosalie ha detto di non aver mai pensato che sua madre si risentisse dell'attenzione profusa sul loro lavoro rispetto al suo. 'Non voleva essere nel club del ragazzo,' Disse Rosalie. Non volevano le donne in giro, perché volevano stare insieme, bere, fumare, pensare ai film. A lei non importava. Voleva fare il suo lavoro. ”;

Durante gli ultimi anni della vita di Varda, era più visibile che mai. Nel 2018, un anno dopo “; volti / luoghi ”; presentato in anteprima a Cannes, è stata accanto alla presidente della giuria Cate Blanchett e ad una serie di altre donne attori e registi sul tappeto rosso per una silenziosa protesta per aumentare la consapevolezza sulla mancanza di rappresentanza femminile nella formazione. Blanchett e Varda hanno letto una dichiarazione in inglese e francese in cui si affermava che le 82 donne erano lì 'solidali con le donne di tutti i settori'. L'evento ha incarnato la raffinatezza visiva dell'attivismo di Varda durante la sua carriera. In piedi in quel momento, Rosalie notò che un altro giurato di Cannes, Ava DuVernay, si innamorò di sua madre; alla fine, DuVernay ha lanciato con fondi di rifinitura per 'Varda By Agnés'.

Rosalie ha detto che durante la registrazione di masterclass per il documentario, ha notato che le folle di sua madre erano più giovani. 'Non erano solo le persone che vedevano' Cleo ' negli anni '60, ma le persone sotto i 35 anni che forse l'hanno scoperta con 'Gleaners', ’; ”; Disse Rosalie. “; È diventata più popolare perché era facile parlare con lei e provava molta empatia nei loro confronti. ”;

Agnés Varda raccoglie il suo Oscar onorario dalla presentatrice Angelina Jolie ai Governors Awards 2017

Invision / AP / REX / Shutterstock

A febbraio, dopo aver proiettato 'Varda By Agnés', ha detto: a Berlino, Agnès si è seduto a una conferenza stampa accanto a Rosalie. “; non vedo bene, ”; disse alla stanza. “; Sei sfocato, ma bello. ”; Prima di fare domande, ha aperto con alcune osservazioni preparate. 'A proposito di interviste, ne ho fatte molte,' lei disse. 'Ma ora che ho più di 90 anni, ho deciso di scegliere cosa fare. Non farò più interviste da persona a persona. Ora … ”; Si interruppe in un colpo di tosse prima di riguadagnare la calma. “; I ’; m your. ”; Morì dopo una prolungata battaglia per il cancro meno di due mesi dopo. “; Penso che fosse in pace ”; Disse Rosalie. “; ha avuto una vita bellissima. ”;

Ma per Rosalie, che ha tre figli grandi, il lavoro è appena iniziato. Di recente ha prodotto un nuovo cofanetto DVD di Agnès ’; film usciti in Francia, ha in programma un progetto simile con la Criterion Collection e spera di allestire una mostra della fotografia di sua madre negli Stati Uniti. Voglio proteggere questi film, condividerli con le persone '. Disse Rosalie. Con la morte di Varda, Godard rimane l'unica leggenda vivente della New Wave francese. 'È triste che stiano morendo tutti', Rosalie ha detto, 'ma è la strada della vita.'

recensione al burro d'anatra

A Cannes quest'anno, il poster ufficiale del festival mostrava Varda sul set del suo debutto, in piedi sulle spalle del suo direttore della fotografia. “Sono andato a Cannes ed è stata ovunque, ”; Disse Rosalie. 'È una strana sensazione. La perdita di mia madre è qualcosa di molto personale. È una piccola scatola dentro di me. ”;

Agnès ‘ gli ultimi giorni sono stati trascorsi a casa circondati da molti parenti e amici. 'Ha detto,' penso che questo sia buono, è tempo di andare via, 'dice' Disse Rosalie. “; Era come una scena nei suoi film. ”; Alla domanda sulle ultime parole di sua madre, Rosalie esitò. 'Non mi ricordo', ricordo. lei disse. 'O, anche se ricordo, non voglio dirtelo, perché non è interessante.' L'immagine di chiusura di “; Varda di Agnès, ”; tuttavia, parla a volume: mentre si siede su una spiaggia vicino a JR, è immersa in una tempesta di sabbia. “; Penso che sia così che finirò la nostra chat, ”; dice lei, 'scomparendo in un attimo.' E poi lo fa.

Janus Films rilascerà “; Varda di Agnés ”; entro quest'anno.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers