'AHS: 1984' Review: il ritorno al passato di Ryan Murphy sta girando le ruote in un decennio diverso

Emma Roberts in 'AHS: 1984'



Kurt Iswarienko FX

[Nota dell'editore: la seguente recensione contiene spoiler per “AHS: 1984” attraverso i primi quattro episodi.]



Twin Peaks x file

'American Horror Story' è una serie selvaggiamente imprevedibile, sia nella trama che nella qualità. Un episodio potrebbe essere uno storditore che pulsa il battito cardiaco che imposta la stagione su una strada verso la grandezza, mentre il prossimo potrebbe prendere una svolta destinata a spazzatura inattaccabile. E per quanto 'AHS: 1984' voglia rompere con i modelli consolidati del suo franchise, la Stagione 9 è ancora in modo incoerente. Attraverso quattro episodi, l'ultimo camp-fest di Ryan Murphy è stato inizialmente consumato dai luoghi comuni, poi ha assunto un curioso riallineamento degli archetipi, e ora è tornato a predicare i pericoli dello zelo conservatore. Ci sono alcuni elementi robusti che vale la pena riconoscere, ma “AHS” ha bisogno di scavare più a fondo per un nuovo commento se spera di poter tornare a vedere la TV di nuovo - o persino un horror legittimo.



Prendi il suo presunto serial killer centrale: Mr. Jingles. Interpretato da John Carroll Lynch - che una volta incarnava l'ambiguità con livelli di minaccia indimenticabili nello 'Zodiaco' di David Fincher - questo nuovo cattivo portatore di chiavi non si preoccupa nemmeno di nascondersi dietro una maschera. Nel 1970, l'uomo di nome Benjamin Richter uccide un gruppo di ragazze nella loro cabina di Camp Redwood, e viene fondata la fondazione folcloristica di 'AHS: 1984'. Questo è il cattivo che i nuovi campeggiatori dovranno sopravvivere, quindi incontriamoli e cominciamo la caccia. Presto guarderai il signor Jingles affettare la sua nuova preda, strangolare le guardie fino a sanguinare gli occhi e decapitare un motociclista in fuga senza mai chiedersi: 'È davvero Benjamin che fa tutte quelle cose?' È lui. È l'assassino. Proprio come gli assassini degli anni '80 che camminano lentamente, trascinano le lame e hanno dimensioni gigantesche (Jason Voorhees, Freddy Krueger, ecc.), Il signor Jingles è una leggenda urbana tornata dai morti. Il suo mito è così scoraggiante, non ha bisogno di nascondersi.

Attraverso i primi tre episodi, sembrava che “AHS: 1984” volesse esplorare questo popolare criminale degli anni '80 - il serial killer edonista che uccide perché gli piace - confrontandolo con un altro serial killer, The Night Stalker (Zach Villa) . Questo nuovo assassino si è fatto un nome per le strade di Los Angeles prima di seguire l'unica vittima che è fuggita dalla sua presa (Brooke, playbe di Emma Roberts) a Camp Redwood, ma gli è stato anche dato un retroscena triste di come la sua dolorosa infanzia lo trasformò in un sadico assassino - una storia che era un po 'troppo ansioso di abbracciare, al punto che l'adolescente magro e goth sembrava piuttosto sfigato rispetto alla presenza massiccia del signor Jingles. The Night Stalker voleva uccidere le persone per diventare famoso. Il signor Jingles voleva uccidere perché voleva uccidere.

Tutto è cambiato, però, nell'episodio 4. Proprio quando pensavi che ci sarebbe stata una battaglia letterale tra natura contro educazione - o nato male contro allevato male - si scopre che il signor Jingles non è il cattivo. Era un succhiatore; un patsy; un veterano del Vietnam che, sì, è stato un po 'impazzito dalla guerra e ha iniziato a raccogliere le orecchie delle sue vittime come trofei, ma che non ha fatto male a nessuno quando è tornato negli Stati Uniti fino a quando dopo Il capo campo Margaret Booth (Leslie Grossman) lo ha incastrato per aver ucciso tutte quelle ragazze. Fu quindi mandato in un ospedale psichiatrico, dove il suo cervello fu colpito fino a quando non credette al mito creato per lui. Margaret è la vera assassina e la mente dietro ogni cosa.

i morti che camminano i dannati

John Carroll Lynch in 'AHS: 1984'

Kurt Iswarienko FX

trailer teaser di deadpool

Questo è il tipo di svolta per cui 'American Horror Story' è famoso: riformula i personaggi che pensavi di conoscere e la storia che pensavi di guardare. È grande e appariscente, ma in questo caso ha uno scopo che va oltre 'gotcha!' - poiché il colpo di scena decostruisce il mito di un assassino che ama uccidere. Il mito del signor Jingles come il grande cattivo più grande della vita viene distrutto, mentre 'AHS: 1984' consegna il ruolo del cattivo a Margaret, una piccola donnina che è il vero male deriva dalla convinzione che Dio le abbia dato le spalle. Come ha detto a The Night Stalker in un episodio precedente, 'Sai cosa è grande di Dio'>

Cody Fern in 'AHS: 1984'

Kurt Iswarienko FX

Nella classica modalità horror, i campeggiatori più moralmente insoddisfatti sono quelli che sono stati espulsi per primi - Ray è stato ucciso dopo aver ammesso di aver ucciso, per esempio - ma è stato anche ucciso per essere fuggito. Poteva rimanere e aiutare Montana (Billie Lourd), e decise di salire da solo sulla moto. Ciò è accaduto dopo che ha detto a tutti di 'separarsi' (un altro classico segno di sventura nei film dell'orrore) perché pensava di poter correre più veloce dei suoi amici. 'AHS: 1984' sostiene che i veri eroi sono quelli che rimangono e combattono, piuttosto che quelli che corrono, si nascondono e si prendono cura di se stessi. I tratti egoistici uniscono i cattivi e le vittime, mentre separano i veri eroi: non sta reinventando la ruota, ma è sicuramente un'allegoria tempestiva in un mondo tormentato dall'interesse politico e dal pensiero isolato.

Eppure, non sono questi gli stessi problemi che 'AHS' indaga da anni> se non meglio, e sembra un po 'troppo comodo imitare la struttura delle stagioni passate. Ciò che ha reso rivoluzionario 'American Horror Story' è stato il suo formato antologico. Oggi quel formato è ovunque. Escludendo uno shakeup dietro le quinte, in cui altri creatori hanno la possibilità di giocare nella sandbox di Murphy, è difficile immaginare che la serie vada ovunque davvero scioccante. Invece, sta solo facendo girare le ruote in un decennio diverso.

Grado: C +

'AHS: 1984' va in onda nuovi episodi mercoledì alle 22:00 ET su FX.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers