'American Skin': il terribile ritorno di Nate Parker è come un incrocio tra Frank Capra e Tommy Wiseau

'American Skin'



Guarda la galleria
10 foto

Il dibattito sul valore di Nate Parker come persona non può mai essere definitivamente deciso (anche se potrebbe sembrare diversamente alla corte dell'opinione pubblica), ma il dibattito sul valore di Nate Parker come regista è appena stato risolto una volta per tutte : Non ne ha. Una coda indesiderata di una carriera che molti di noi presumevano fosse già finita, American Skin ”; è un invito all'azione astuto e egoistico che cerca di nascondere la sua incompetenza di base dietro un velo di giusta furia.

serie tv che tornano nel 2018

Questa sembra essere l'unica mossa di Parker. 'La nascita di una nazione', ”; che è diventata l'acquisizione del Sundance più costosa di tutti i tempi prima che Internet venisse a conoscenza del coinvolgimento di Parker in un caso di stupro del 1999, ha raccontato la storia della ribellione degli schiavi di Nat Turner come un grido di battaglia a tutto tondo, combinando efficacemente la raffinatezza politica di “; Braveheart ”; con il budget di un'indie e l'abilità cinematografica di un film per studenti. 'American Skin' ”; prende quella formula un ulteriore passo avanti.



Ecco un altro film blister che canalizza la frustrazione lucida e insopportabile dei neri americani in una storia provocatoria che sfida apertamente le nozioni prevalenti sui meriti della resistenza violenta. Solo che questa volta, la messaggistica di Parker è ancora più superficiale, il suo budget è ancora più ridotto e il suo film - un'assurda interpretazione del genere dei filmati trovati che assume le sembianze di un documentario di tesi universitaria - è letteralmente presentato come film per studenti. È il tipo di falso sbalorditivo che un narratore più talentuoso non saprebbe nemmeno come fare. Indipendentemente dalle sue precedenti scorrettezze, Parker merita di essere cancellato solo per motivi artistici.



L'unica cosa che “; American Skin ”; ha intenzione di farlo sono buone intenzioni. Per quanto affannoso e assordantemente Parker parli del danno pervasivo del razzismo sistemico, non è come se nessuno avesse bisogno di ascoltarlo. Piuttosto il contrario. Eppure, un corso intensamente insondabile di pugno sui problemi della profilazione razziale - uno raccontato con tutta la finezza di un 'Sesame Street'. segmento e nessuno della stessa grazia; la violenza di un thriller diretto da VOD Nicolas Cage, e anche la stessa grazia - non ha voglia di muovere l'ago. In effetti, la follia della premessa del film serve solo a ridurre il dolore e l'urgenza che Parker sta cercando di drammatizzare. Se “; American Skin ”; ci chiede di separare l'arte dall'artista, quindi deve anche invitarci a separare il film dal suo messaggio.

Naturalmente, separare l'arte dall'artista è più facile di quanto sembri in un film in cui l'artista appare in quasi tutti i fotogrammi. Come con “; La nascita di una nazione, ”; Nate Parker non ha solo scritto e diretto American Skin, ”; anche lui recita nel ruolo di un veterinario della guerra in Iraq chiamato - aspetta - Lincoln Jefferson. Linc (come lo chiamano i suoi amici) è un brav'uomo. È intelligente, è decente e ha servito con orgoglio un paese che non gli è mai tornato indietro. È anche indifeso e alla fine della sua corda dopo che una grande giuria rifiuta di condannare l'ufficiale di polizia che ha sparato e ucciso suo figlio Kajani di 14 anni durante una sosta in una zona bianca della città.

'American Skin' ”; si apre con un trattino teso e riprese di body-cam dalla notte in questione; è chiaro che Kajani non è una minaccia, ma la sua insistenza nel registrare (legalmente) gli ufficiali con il suo telefono provoca una tensione che trasforma presto la violenza. È un prologo appropriato per un film che vede la diffusione di massa di video digitali, in particolare quelli diretti da Nate Parker, come uno strumento prezioso nella lotta contro l'oppressione.

Quel punto viene martellato a casa (ancora e ancora e ancora) quando l'azione salta avanti un anno dopo, e uno studente universitario di nome Jordin (Shane Paul McGhie) si presenta a casa di Linc con una troupe cinematografica al seguito. Sta facendo la sua tesi di college sul calvario di Linc, e tutto ciò che vediamo in American Skin ”; - dal leader del film prima del primo scatto alle liste che compaiono ovunque - viene presentato come un taglio di montaggio del documentario di Jordin. Perché Jordin ha così tante riprese di se stesso seduto nella sala di montaggio e guardando il suo film? Non è chiaro Anche dal basso livello del genere di metraggio trovato 'American Skin', American Skin ”; fa alcune scelte molto speciali.

A giudicare dalla colonna sonora triste e melodrammatica di Henry Jackman, sembra che questo si stia trasformando in una rappresentazione intima di una storia tragicamente familiare. La scrittura è striata dallo stesso tipo di goffaggine sacra che una volta rendeva il 7 ° Cielo ”; un tale successo, ma Parker irradia abbastanza serietà per farlo funzionare. Qualunque siano i suoi fallimenti come persona, è sempre stato una presenza innatamente carismatica sullo schermo (vai a guardare 'Beyond the Lights'). Quel calore, tuttavia, ha i suoi limiti.

Un flashback, catturato dalla macchina fotografica sul computer di suo figlio, trova Linc mentre parla a Kajani e al suo amico della triste realtà di ciò che può accadere quando i poliziotti interagiscono con i cittadini neri. Kajani, che è stato cresciuto con orgoglio e integrità, non capisce perché dovrebbe agire in modo visibilmente sottomesso anche quando la polizia viola i suoi diritti. È un momento potenzialmente toccante - una conversazione orribile che milioni di neri americani devono avere con i loro figli - ma Parker diluisce il suo potere trasformando la scena in un sermone.

C'è un motivo per cui gli adolescenti non rispondono ai discorsi tesi, ma a Parker manca sempre la pazienza per il vero dramma; preferiva urlare da un pulpito piuttosto che inserire un pensiero reale nella testa di chiunque. Kajani, nel frattempo, diventa il primo di molti personaggi ad appiattirsi in un costrutto bidimensionale; in un film in cui tutti sono ridotti al più elementare degli archetipi (ad esempio la madre che piange, il poliziotto bianco impastato, un gruppo eterogeneo di criminali i cui duri esterni nascondono una grande saggezza), Kajani non è altro che il idea di un bambino. Non tra un milione di anni Parker potrebbe nominare una sola cosa che il personaggio conserva nei 'Hot Memes'. cartella che mantiene sul suo desktop.

Ma American Skin ”; doesn ’; t veramente andare fuori dai binari fino a pochi minuti dopo, quando Parker passa al massimo overdrive e le cose vanno assolutamente, incredibilmente, è-questo-davvero-succedendo? noccioline. Jordin vuole fare un film? Ok, Linc gli darà un film. Senza alcun preavviso al documentarista ventunenne, Linc e i suoi compagni di guerra si infilano in gilet di kevlar, disimballano un enorme arsenale di mitragliatrici e irrompono nella stazione di polizia dove il killer di Kajani è appena stato ripristinato. Il piano: prendere tutti in ostaggio e costringerli - sotto minaccia - a dare all'agente Mike Randall (Beau Knapp) il giusto processo che il sistema giudiziario americano non vorrebbe. I detenuti presenti fungeranno da giurati. Se votano non colpevoli, Linc lascerà andare l'agente Randall. Se votano per condannare, beh … Linc riuscirà a pareggiare il punteggio. “; Qualunque cosa tu faccia, ”; dice a Jordin e al suo equipaggio, 'non smettere di girare.'

Da lì, il resto di American Skin ”; si sente in parti uguali Frank Capra e Tommy Wiseau. Gli agenti di polizia nel distretto si difendono con tutta la sfumatura degli esperti di Fox News (Parker interpreta tutti i successi, compresi i favoriti della folla come 'Non vedo il colore!', Il rap è il vero problema! ' 'Come possiamo essere razzisti se il nostro capo è nero!', mentre Parker smantella i loro argomenti in cima ai suoi polmoni. I poliziotti non possono essere pensati come uomini di paglia, perché troppe persone in realtà credono a queste cose, ma il avanti e indietro è così scontroso e didattico che quasi si inizia a chiedersi se questo è davvero possibile.

L'intero film è come una cattiva allegoria che Parker ha dimenticato di rendere allegorico, poiché tutti sono così ammanettati ai loro tipi che nemmeno un accenno di dramma reale può mettere radici. Parker e Knapp piangono a dirotto, ma American Skin ”; esiste in un vuoto così ridicolo che persino i suoi punti più salienti sulla violenza politica - specialmente perché esiste all'intersezione tra l'umanità individuale e l'odio istituzionale - non sono dati l'ossigeno di cui hanno bisogno per raggiungere tutto ciò che gli spettatori hanno bisogno di ascoltarli.

E mentre è conveniente che gran parte del film sciatto e travolgente in American Skin ”; può essere scusato dal concetto di metraggio trovato (Jordin, per impostazione predefinita, non può essere un regista migliore di Parker), che non è molta consolazione mentre lo stai guardando. Certamente non scusa l'ossessione ben illuminata e di basso angolo del film per Linc, che è posizionata come un simbolo per secoli di dolore e sofferenza e condivide il fascino melodrammatico di Parker per le provocazioni del cervello della galassia. Anche senza il suo passato a scacchi, l'insistente autofocus di Parker sembrerebbe vano. Ti porterebbe comunque a chiederti perché non abbia semplicemente fatto una corrente documentario sulla brutalità della polizia anti-nera; non è come se non ci fossero molte storie tragiche tra cui scegliere. Non c'è necessariamente spazio per Nate Parker in loro.

L'unica giustificazione arriva alla fine, quando Parker ribadisce l'idea che il mondo ha bisogno di ascoltare la storia di Linc. Guardando direttamente nell'obiettivo della fotocamera, insiste sul fatto che a volte il messaggio è così importante che il messaggero non ha importanza; che le persone hanno bisogno di vedere questo film, indipendentemente da chi lo ha realizzato. Non sarebbe conveniente. È vero che molte persone hanno bisogno di sentire cosa è American Skin? devo dire. Ma alla fine della giornata non importa se Nate Parker è una persona cattiva o solo un cattivo regista - il modo in cui dice le cose, nessuno ascolterà mai.

Grado: D

“American Skin” è stato presentato in anteprima al Festival Internazionale del Cinema di Venezia 2019. Attualmente sta cercando la distribuzione negli Stati Uniti.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers