'The Big Bang Theory': la serie Finale offre un finale fedele a se stesso

Jim Parsons e Mayim Bialik in 'The Big Bang Theory'



Michael Yarish / Warner Bros. Entertainment Inc.

[Nota dell'editore: la seguente recensione contiene spoiler per il finale della serie 'The Big Bang Theory', Stagione 12, Episodio 23, 'La costante di cambiamento' e Episodio 24, 'La sindrome di Stoccolma'.]



Il finale della serie di 'The Big Bang Theory' è stato tutto ciò che lo spettacolo ha fatto bene, e un po 'di quello che ha fatto male, racchiuso in un pacchetto di un'ora. Non ha provato a fare troppo o troppo poco. Non ha soddisfatto le aspettative, spostato i formati o provato a stabilire un nuovo standard per le finali di serie. In realtà non è stato sorprendente o così ambizioso, ma anche in questo caso 'The Big Bang Theory'. Se non altro, l'addio di Chuck Lorre e Bill Prady alla normalità della cultura geek ha fatto di tutto per evitare di cambiare molto di tutto, nonostante trascorrendo la prima metà imparando ad accettare l'inevitabilità del cambiamento come costante universale.



I cinici potrebbero dire che queste scelte sono state fatte per preservare ogni possibilità di un risveglio. Tra 10 anni, quando le seconde carriere del cast non andranno come previsto e la CBS deve battere un colpo, forse torneranno. (Tuttavia, è molto probabile che qualsiasi rinascita faccia parte del portfolio di WarnerMedia.) Ma ciò che 'The Big Bang Theory' ha fatto meglio è stato trovare il tempo per i suoi personaggi: sedersi, parlare, mangiare e speculare su impossibili abbinamenti alla cultura pop o inventare idee ridicole dal grande cervello. Sebbene non sia così acuto nei suoi dialoghi o nelle sue esibizioni come la mecca delle sitcom di amicizia, 'Friends', 'Big Bang' ha trattato il suo finale come uno prezioso, ma non pure preziosa, ultima ora da trascorrere con la banda. E mentre gli altri giochi finali vanno in modo orribile, questo si sentiva rinfrescantemente fedele a se stesso.

Allora, cos'è successo? Non tanto! La stagione 12 accumulata da Sheldon (Jim Parsons) e Amy (Mayim Bialik) vincendo il loro premio Nobel è stata onorata con una forte apertura a freddo che ha mostrato ciò che il 'Big Bang' era in grado di fare clic su tutti i cilindri. Innanzitutto, Sheldon si addormenta. Quindi, la pistola di Cechov arriva nella promessa di uno schiaffo: Sheldon disse ai suoi amici se si fosse addormentato prima che arrivasse la chiamata Nobel, avrebbero potuto schiaffeggiarlo. Dopo aver litigato su chi si è guadagnato il diritto di dare uno schiaffo al loro fastidioso amico, sembra che nessuno ci riesca: il telefono squilla. Ma non è il comitato dei premi, è il loro amico burlone Barry (John Ross Bowie), quindi i loro amici più sinceri Howard (Simon Helberg) e Bernadette (Melissa Rauch) che controllano se ci sono novità.

ragazze impazzite video completo

La terza volta dimostra il fascino, sia per il tempismo comico che per Amy, che poi ha detto che lei e suo marito hanno vinto. 'Riesci a crederci?' Chiede a Sheldon, che, ovviamente, risponde alla domanda alla lettera e si chiede se stia sognando. Whack! Con forza allegra e grande tempismo, Leonard (Johnny Galecki) dà uno schiaffo al suo amico, pagando la promessa e mandando il gruppo in gioiosi applausi invece di attacchi rabbiosi - un ultimo contrasto comico prima che il titolo arrivi.

Johnny Galecki e Kaley Cuoco in 'The Big Bang Theory'

Michael Yarish / Warner Bros. Entertainment Inc.

Tutto questo si svolge magnificamente ed è praticamente il punto più alto di entrambi gli episodi. Non solo la scena coinvolge l'intero cast principale, ma porta un momento da rat-a-tat che è impossibile non essere spazzati via (e questo critico non è entrato in questo episodio con l'entusiasmo di essere spazzato via). le scenografie, i ritmi, le esibizioni brillano tutte, e ci sono pochi piccoli momenti da conservare in seguito, ma nulla di così completo; niente di così preciso; niente di così perfetto.

La trama A di 'The Constant Constant' si concentra sulle lotte di Sheldon per adattarsi a come la sua vittoria potrebbe cambiare la sua vita. È un arco prevedibile che termina con una dolce chiacchierata tra lui e Penny (Kaley Cuoco) al bar che aveva l'abitudine di tenere - i due ricordano quanto lontano sono arrivati ​​e Sheldon vede la logica nell'accettare il cambiamento come inevitabile. Questo tipo di aggiustamento avrebbe funzionato abbastanza bene per introdurre un drastico salto nel tempo nel futuro pieno di molti cambiamenti epocali: forse la coppia ha usato i loro premi Nobel per acquistare una casa. Forse Howard e Raj (Kunal Nayyar) li hanno convinti a investire in una start-up. Forse Leonard è cresciuto come un pizzetto: tutto sarebbe potuto succedere dopo che Sheldon avesse accettato il cambiamento come parte della vita, ma invece 'The Big Bang Theory' ha rifiutato di cambiare.

L'ultima mezz'ora, 'La sindrome di Stoccolma', inizia con un salto di due mesi, ma è solo così che la storia può includere la cerimonia del Premio Nobel. A parte la gravidanza di Penny, nulla è cambiato. (C'è persino una battuta che Leonard e Sheldon hanno trascorso gli ultimi due mesi a ricostruire una mappa rotta del genoma umano perfetto.) Qui, Sheldon impara ad apprezzare i suoi amici; vederli come il vero premio e valorizzarli più della medaglia di cui parla fin dall'infanzia. È un bel messaggio e arriva un po 'troppo facilmente: a Sheldon non è mai stato detto che non è sensibile prima'>

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers

Televisione

Premi

Notizia

Altro

Botteghino

Kit di strumenti