Bruce Springsteen debutta alla regia a 70 anni, ma dice che i film hanno dato forma alla sua vita

'Western Stars'



Rob DeMartin

Guarda la galleria
9 foto

Con un solo credito da co-regista, Bruce Springsteen esita a definirsi un regista. Tuttavia, con un amato canzoniere che ha sempre fatto affidamento sui personaggi per raccontare le sue storie sull'America e sulle persone che lo popolano, 'Western Stars' è un debutto che ben si adatta al suo creatore. In parte film di concerti e in parte ruminazioni sui personaggi creati nel suo omonimo disco, il documentario taglia tra un 'live' e un rdquo; performance e vignette artistiche che trovano Springsteen che ritrae sia se stesso che i personaggi che vivono nelle 13 canzoni dell'album.



Nonostante decenni di superstar, Springsteen comprende che il nuovo lavoro può essere una vendita difficile anche per i fan più devoti. Qui, non aveva un tour per invogliarli a sperimentare 'Western Stars' di persona. E sa che, nonostante decenni come una superstar, la sua musica non è più favorita dalla radio FM. Quindi si è rivolto a un altro mezzo amato: il film.



il finale sfortunato

'Di solito, facciamo un disco e facciamo un tour, perché o sono alla radio per 24 ore [al giorno] sulla nostra stazione Sirius, o di solito non ci sono più', ha detto Springsteen in una recente intervista nel suo studio a casa nel New Jersey, Thrill Hill. 'Non puoi dipendere dalla radio o dai soliti punti vendita per la promozione. Se ho appena pubblicato il disco, uscirà, la gente lo comprerà, scomparirà. Quindi, come posso dare una vita più lunga al disco? Le nuove canzoni, come posso far entrare le persone dentro di loro? Come posso consentire alle persone di accedervi? '

Da lì è nata l'idea di offrire le presentazioni di ogni canzone dell'album, un'opera meditativa (ma non del tutto malinconica) che tiene traccia di personaggi come una star del cinema occidentale in dissolvenza, uno stuntman sbattuto e un bambino che fugge da un crepacuore di fare un lavoro rompendo i cavalli. Cercando di illuminare la 'vita interiore delle canzoni', Springsteen in una notte ha scritto una sceneggiatura che includeva voci fuori campo che parlavano della sua connessione personale con le canzoni e mini-film collegati al cast di personaggi.

Mentre ha creato una nuova colonna sonora per il film, il co-regista Thom Zimny ​​ha individuato elementi visivi chiave che avrebbero dato vita al concetto di Springsteen. 'In un certo senso finisci per concettualizzare e collaborare completamente sull'intera faccenda, quindi ecco da dove viene il merito del mio regista', ha detto Springsteen. 'Una volta che abbiamo iniziato a scegliere le immagini e il montaggio, abbiamo lavorato proprio in questa piccola stanza, ed è stata solo una vera collaborazione tra noi due.'

La 'stanzetta' in questione è un luogo confortevole a Thrill Hill, un ex garage che Springsteen, sua moglie e il suo compagno di gruppo Patti Scialfa hanno trasformato in uno studio di registrazione dieci anni fa. Di solito è uno spazio privato, ma di recente ha aperto le porte dello studio a un piccolo gruppo di giornalisti cinematografici che volevano parlare di John Ford e Martin Scorsese, piuttosto che gli arrangiamenti di supporto di un primo album (o qualunque cosa sia che i nerd del rock impazziscono di quando si trovano di fronte a The Boss).

Voleva essere chiaro sul suo ruolo nel film che aveva realizzato con il collaboratore di lunga data Zimny, che in precedenza aveva diretto numerosi video di Springsteen, il suo recente spettacolo di Broadway e il documentario 'The Ties That Bind'. 'Non mi sono avvicinato da nessuna parte a una telecamera', ha detto Springsteen ridendo.

stupro di racconto dell'ancella

'Western Stars'

Warner Bros.

Ma le sue influenze cinematografiche e il suo acume narrativo sono in bella mostra: si apre anche con il classico logo Warner Bros. che ha suonato prima di 'The Searchers' occidentale di John Ford del 1956, un noto favorito di Springsteen. A vent'anni, Springsteen ha affermato che la sua influenza principale era la radio pop degli anni '50 e '60, ma quando la sua carriera musicale decollò, si rivolse ad altri pezzi di cultura 'come modello per come fare il suo lavoro'.

'Sono diventato un po 'un appassionato di film', ha detto. “Mi sono imbattuto in John Ford e ho pensato che fosse interessante il modo in cui stava lavorando su alcuni temi coerenti man mano che passava ogni immagine. Ogni tipo di immagine era in relazione con un altro in certi modi. Hai avuto il cast di personaggi. Ha avuto l'ensemble con cui ha lavorato con costanza. Avevo la mia band e mi interessava raccontare questo tipo di storia più lunga, in cui ogni album si sarebbe riferito l'uno all'altro in un certo modo. '

Ford, Monte Hellman e tutti gli occidentali formarono il fondamento della sua educazione cinematografica, oltre a molti Howard Hawks, Robert Mitchum e i noir. Springsteen è altrettanto entusiasta quando parla di influenze moderne, come Martin Scorsese e Terrence Malick.

'All'epoca in cui scrissi' Nebraska ', avevo visto per la prima volta [a] Terrence Malick [film]. I film di Malick sono, cosa sono? Loro sono meditativo. Molto doppiaggio. 'Days of Heaven', 'Tree of Life', è stato sempre qualcosa che mi ha davvero attirato. Tutte queste cose hanno iniziato a risuonare e hanno trovato la loro strada in temi e paesaggi sonori che mi interessavano. L'album 'Nebraska' è davvero arrivato dal panorama sonoro di 'Badlands'. Se ascolti la musica dietro di essa, è fiaba. '

Sta ancora consumando nuovi film a clip costante, tra cui 'Once Upon a Time in Hollywood' di Quentin Tarantino ('una delle mie foto preferite degli anni passati, è stato piuttosto commovente, piuttosto adorabile'), che condivide alcune idee e temi di 'Western Stars'. Ed è pazzo per il nuovo Scorsese; non solo è un fan devoto, ma riconosce anche come parla alla sua stessa ossessione per il passare del tempo.

'' The Irishman 'è stato bellissimo, vedere quel cast lavorare di nuovo insieme e vedere Marty in cima al suo gioco', ha detto Springsteen. 'Quei ragazzi sono storia e non lo vedrai mai più, quel gruppo di attori. Non ci sarà mai più un gruppo di attori così. E se sei cresciuto con loro come hanno fatto le persone della mia generazione, è una foto potente '.

Gran parte delle 'stelle occidentali' esamina la tensione tra il desiderio di libertà individuale e la necessità di esperienze comuni. Mentre il film alla fine raggiunge un punto di grazia tra i due (punteggiato da una coppia di visual di libri pensati da Springsteen), è stato a lungo costretto dal potere di consumare cultura insieme ad altri. È per questo che i suoi concerti sono così felici, ed è per questo che può ricordare i suoi primi ricordi di cinema con chiarezza cristallina.

'La mia generazione di persone, siamo abituati ad andare al cinema', ha detto Springsteen. 'Avevamo un grande cinema nel centro di Freehold, e c'era una cosa che lo pubblicizzava:' È bello dentro. ' Non aveva lo stendardo del film che stava suonando lì. 'È bello dentro.' ... Erano 12 centesimi se eri 12 e un dollaro una volta che hai colpito 13, quindi mia madre direbbe semplicemente 'Digli che hai 12. Scendi. Basta accovacciarsi, scendere un po 'e dire loro che hai 12. 'E il ragazzo direbbe:' Quanti anni hai, figliolo? 'E io andrei,' dodici 'e mi sentirei davvero di merda !”

Springsteen ricorda il suo primo cinema come il tipo di roba da piccola città, che illustra così tante sue canzoni. “Andavi al cinema ogni settimana. Era solo sabato, il giorno del cinema ', ha detto Springsteen. “Hai visto film ogni singola settimana e hai visto tutto ciò che veniva riprodotto sabato e domenica, in un teatro con centinaia e centinaia di altre persone. Ad Asbury Park, i teatri si adattano a migliaia di persone ed è quello che si aspettavano di venire al cinema, migliaia di persone a vedere un film un venerdì sera. E l'hanno fatto! '

la musica dell'accademia ombrello

'Tassista'

Columbia Pictures

Quando 'Western Stars' è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival a settembre, è stato presentato al Princess of Wales Theatre, un palazzo cinematografico multilivello che ospita fino a 2.000 persone. 'Non mi sono seduto in un teatro con 2.000 persone che guardano una cosa da quando forse' Il padrino 'o' Tassista 'o' L'esorcista '', ha detto. 'Immagina di andare a vedere' L'esorcista 'con altre 2000 persone.'

Anche con il suo immortale amore per l'esperienza teatrale, Springsteen mantiene una prospettiva pratica quando si tratta di Netflix. 'Non sono un normale regista, ma devo immaginare, in particolare se stai facendo qualcosa in cui stai usando un rapporto che è davvero cinematografico, devi essere preparato per le persone o guardarlo sul loro computer ', ha detto. 'Marty Scorsese gira' The Irishman 'per anni e anni, e ha tre settimane a teatro e poi molte persone lo guarderanno a casa. È un po 'un peccato, in quel modo, ma ci sono più persone con configurazioni di home entertainment con un buon suono e grandi schermi. Siamo in un periodo di enorme transizione nel modo in cui i film vengono proiettati e visti. Vedremo dove va. '

In particolare, Springsteen ha permesso allo streamer di filmare l'ultima notte del suo spettacolo di Broadway per la piattaforma. Come 'Western Stars', lo vedeva come un modo per dare ai fan l'accesso al suo lavoro. 'Allunga la vita di quello che stai facendo', ha detto. 'Devo trovare nuovi modi per prolungare la vita della presentazione del mio [lavoro]'. È anche impaziente di tornare a quelli vecchi, con un tour - non l'ultimo, ha promesso - programmato il prossimo anno con l'E Street Band .

Alla domanda se avesse qualche interesse a vedere la sua vita trasformarsi in un film, Springsteen ha detto che qualcuno recentemente gli ha lanciato un'idea per un film sui suoi giorni precedenti a 'Born to Run'. 'Non mi sono ancora tuffato in quello', ha detto. 'È una specie di cosa a cui ho appena resistito, perché così pochi di loro hanno successo.' Rise. 'Trovare qualcuno con cui giocare è davvero strano.'

'Accecato dalla luce'

Warner Bros.

Ad agosto, la Warner Bros. pubblicò un altro film incentrato su Springsteen con il caldo e accattivante film drammatico di Gurinder Chadha 'Blinded by the Light'. Il film presenta una dozzina di brani di Springsteen ed è una versione leggermente fittizia della nuova età del superfan di Bruce Sarfraz Manzoor, che ha anche co-sceneggiato il film. Springsteen non appare nel film (a parte alcuni filmati di interviste d'archivio), ma è incorniciato dalla scoperta rivelatrice della sua musica.

Ai tempi, Springsteen era nel mix per una manciata di ruoli per il grande schermo, inclusa una parte nella versione cinematografica di 'Hair' e il ruolo da protagonista in 'King of the Gypsies' di Frank Pierson del 1978. Tuttavia, non è mai stato un attore oltre a recitare se stesso (o a versione di se stesso), e non è ansioso di aggiungere 'attore' al suo corpo di lavoro.

bella thorne urlo

'Ho avuto anni di preparazione per essere un musicista e per essere uno scrittore', ha detto. “Ho capito che quando avevo 25 anni e un paio di persone si stavano guardando intorno per vedere se mi interessava. Ho detto: 'Beh, mi sento come se non avessi fatto i compiti o la preparazione per fare l'attore.' Non avevo la sicurezza, mentre la musica di cui ero completamente fiducioso, almeno in quello che stavo facendo . E quella sensazione mi è piaciuta, quindi mi sono bloccato. '

Tuttavia, Springsteen arriva al cinema con le abilità di base come narratore naturale e la comprensione di ciò che fa rispondere le persone. Ha scelto di includere una canzone in 'Western Stars' che non appare nell'album, una cover jangly e divertente di 'Rhinestone Cowboy' di Glen Campbell. Alla domanda sul perché, e ritorna in modalità filmmaker, in sintonia con il modo in cui le cose diminuiscono e diminuiscono flusso e cosa significa tutto per l'obiettivo finale: l'esperienza del pubblico.

'Perché era celebrativo, e avrei potuto lasciare il film con' il più malinconico 'Moonlight Motel' e poi avere la voce fuori campo, ma il personaggio nel film fa questo viaggio e doveva essere celebrato un po '' Egli ha detto. 'Quella canzone era celebrativa, quindi quando esce, è un'uscita per il pubblico. Potrebbero non sapere il perché, ma quello è perché.'

Warner Bros. rilascerà 'Western Stars' nelle sale il 25 ottobre.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers