Recensione di 'Carnival Row': la fantasia esagerata di Amazon ha troppo in mente

“Fila di carnevale”



Jan Thijs

Indipendentemente dall'epoca, ci sarà sempre un pubblico che si vanta di originalità. Anche mentre acquisiscono la proprietà intellettuale che può essere trasformata nel prossimo successo, le reti e gli studi adorano diffondere un intrattenimento davvero originale. 'Carnival Row', ”; l'ultimo grande swing di Amazon Prime Video, apparentemente rientra in questa categoria. Un curioso ibrido tra un mistero di omicidio, una storia d'amore e un'allegra allegoria politica, questa aspirante epica fantasia infusa vittoriana si sta certamente sforzando di ritagliarsi una categoria tutta sua.



Ma mentre questa stagione in otto parti ha modellato un mondo altamente dettagliato per se stesso, immerso in una mitologia che attraversa più terre e si estende su intere città, c'è ancora qualcosa di vuoto nella sua esecuzione. È uno spettacolo con ambizioni certamente ammirevoli, ma attraverso quasi ogni aspetto della sua narrativa vorticosa, 'Carnival Row'. è inferiore alla somma delle sue parti ultraterrene.



Ci sono kernel all'interno di questo universo che meritano un po 'di esplorazione. Un ex soldato trasformato in ispettore Rycroft Philsotrate (Orlando Bloom) indaga su una serie di omicidi inspiegabili, tutti alle prese con i suoi sentimenti nascenti per Vignette Stonemoss (Cara Delevingne), recente immigrata nel Burgue, una città lontana dalla sua patria fatata. C'è l'intrigo politico come il cancelliere Absalom Breakspear (Jared Harris), il funzionario di rango nel sistema di governo vagamente parlamentare del Burgue, si trova al centro di un attacco multi-fronte alla sua autorità. Una coppia di socialiti (Tamzin Merchant e Andrew Gower) sono costretti a confrontarsi con i propri pregiudizi e aspettative quando Agreus (David Gyasi), il nuovo inquilino della proprietà vicina, è un fauno benestante.

“Fila di carnevale”

jason spingarn-koff

Jan Thijs

Erano " Carnival Row ”; in grado di destreggiarsi tra questi fili che si intrecciano gradualmente mentre si impegnano con ciò che sembra necessario e avvincente in questo mondo, ci sarebbero più motivi per coinvolgere gli spettatori. Ad ogni modo, questa stagione si svolge più come una storia fantasy innestata su un'allegoria politica piuttosto che una storia che scaturisce dalle esperienze di questi particolari personaggi in un modo che dice qualcosa di significativo su How We Live Now.

Uno dei problemi principali della serie è mettere in primo piano Philo (dato che Rycroft è più convenientemente noto) come mezzo principale per collegare tutti questi thread disparati. I punti di forza di Bloom come interprete sono stati tradizionalmente un attore non protagonista, e la complicata combinazione di un'abbondanza di sceneggiature legate all'omicidio e lo scopo principale del personaggio come condotto per le ansie di tutti gli altri gli lasciano troppo spazio per riempire . A parte una rivelazione che arriva a metà stagione, sembra che i tratti distintivi primari di Philo siano in conflitto con i suoi vari partner romantici e siano un passo dietro una forza omicida che non sta solo massacrando un numero di vittime dentro e intorno al Fila, ma raccogliendo i loro organi.

Non aiuta il fatto che con questi tanti personaggi accessori intrecciati nel tessuto dello spettacolo, tutti loro sembrano richiamare più tempo di quanto lo spettacolo possa permettersi. La banda di attori teatrali in miniatura di Runyan Millworthy (Simon McBurney) diventa un coro greco accidentale in punti chiave della stagione. Delevingne fa del suo meglio per fornire a Vignette una linea significativa mentre rimbalza tra le posizioni dei domestici e dilettandosi nel crescente movimento di resistenza del Burgue. Ma in quella che diventa una rete di intrighi incredibilmente interconnessi che riunisce tutti loro e gli altri, gli individui in questa storia si sentono più come pezzi di un puzzle che personaggi autonomi.

“Fila di carnevale”

Jan Thijs

culto della storia dell'orrore americano fx

Il modo in cui 'Carnival Row' rdquo; oscura la propria sequenza temporale non aiuta le cose. Solo uno di una manciata di intrecci romantici che sembrano essere l'unico carburante che porta avanti questa storia, la storia condivisa di Philo e Vignette è un caso particolare della serie che nasconde inutilmente informazioni dove quel contesto sarebbe più utile. Fino alla resa dei conti climatica della stagione, la verità dietro il mistero dominante delle morti nel Burgue diventa meno potente più a lungo sono protette. Optando per una giustificazione contorta e contorta per lo spargimento di sangue, quella scelta serve solo a attutire ogni rivelazione successiva invece di farli sentire guadagnati o necessari.

È chiaro che 'Carnival Row', ”; co-creato da René Echevarria e Travis Beacham, punta a una storia che esamina il potere in tutte le sue forme. C'è l'idea che il ricordo di un amore passato possa esercitare un controllo così potente da trascendere il tempo e il luogo. Una sottotrama Stagione 1 poco cotta esamina come l'oppressione può stringersi in un violento movimento rivoluzionario che non si rifugge dal prendere di mira chiunque si trovi sul suo cammino. E abbracciando l'idea che, in questa società, gli esseri umani sono ampiamente visti come i superiori sociali e fisiologici delle loro controparti fave e fulvo, si tuffa in una forma di pregiudizio profondamente sostenuto e subconscio che attraversa secoli, non solo generi.

In virtù di alcuni membri dell'ensemble, alcuni di questi thread hanno più successo di altri. Come è stato nello scorso anno 'altrettanto frustrante' Troy: Fall of a City, 'rdquo; Gyasi è una chiara ragione per continuare a guardare la serie, anche se gli elementi che lo circondano cadono piatti. Con sottigliezza scarseggia altrove in “; Carnival Row, ”; Agreus si sente come il raro personaggio qui che esiste come qualcosa di diverso dal servire semplicemente un analogo o incarnare un singolo tratto per servire la serie complessiva ’; scopo. In gran parte consegnato alla metà posteriore della stagione, mentre Agreus continua a cercare di conciliare praticità, sopravvivenza e felicità personale, la promessa della serie cresce con lui.

Nonostante quei punti luminosi momentanei in una raccolta desolante di destini in corso, 'Carnival Row' rdquo; si snoda in gran parte attraverso il mondo da solo. Solo questo è ben lungi dall'essere un motivo per condannarlo. È solo che ogni volta che lo spettacolo fa una pausa per prendere nota di ciò che lo circonda, raramente cerca mai nei luoghi più interessanti.

Grado: C

La prima stagione di 'Carnival Row' è ora disponibile per lo streaming su Amazon Prime Video.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers