David Simon Alleges L.A. Times 'volutamente confuso' è la storia delle molestie di James Franco

James Franco e David Simon



Marion Curtis / StarPix per HBO / Shutterstock

trailer della città delle bugie

Dopo il finale della serie della sua acclamata serie HBO 'The Deuce', David Simon si è unito al critico televisivo di Rolling Stone Alan Sepinwall per un'intervista approfondita sulla relazione tra il suo spettacolo drammatico incentrato sul porno e le accuse di molestie sessuali del suo attore principale James Franco. Una gran parte dell'intervista trova Simon che chiama il Los Angeles Times per il suo rapporto iniziale sul presunto comportamento di Franco, che secondo lui ha avuto un ruolo nel confondere le affermazioni contro Franco con quelle di violenze sessuali come Harvey Weinstein.



In una storia del Los Angeles Times pubblicata nel gennaio 2018, Franco è stato accusato da giovani attrici di averli spinti ad apparire nudi nei suoi progetti (alcuni degli accusatori erano donne nella classe di recitazione di Franco). Un'accusa ha affermato che Franco ha rimosso le protezioni di plastica sulle vagine delle donne durante una scena in cui simulava il sesso orale con loro. Franco è stato anche accusato da una donna di averla costretta a fare sesso orale su di lui in un'auto in un periodo in cui si stavano frequentando.



Le accuse contro Franco sono state fatte dopo che 'The Deuce' ha concluso la sua prima stagione ed era già stato ritirato per una seconda manche. Simon ha reagito all'epoca dicendo che non c'erano mai notizie di Franco che si comportasse in modo inappropriato sul set. La produzione dello show è continuata dopo che HBO ha esaminato la questione e si è sentito a suo agio nel procedere con lui come star dello show. Due donne hanno intentato una causa contro Franco all'inizio di questo mese, riportando in primo piano le prime accuse fatte nella storia del Times.

Nella sua intervista a Rolling Stone, Simon chiede perché Sepinwall e altri critici e giornalisti televisivi non abbiano mai parlato per dire che c'era una differenza nelle accuse tra Franco e altri presunti maltrattatori come Weinstein e Les Moonves.

'È stata la cosa più deludente per me nel modo in cui questa cosa è stata suonata', ha detto Simon. “È che adesso sono al telefono con te, dopo tutto ciò che è stato detto, e la fondamentale distinzione tra ciò che James sta affrontando in questi altri casi non è in realtà messa in evidenza. La differenza fondamentale è che James Franco non ha cercato di usare la sua posizione per fare sesso con nessuno. Non esiste un caso del genere. Non stava usando la sua posizione o il suo status per cercare di chiedere un favore sessuale a nessuno. '

'Se avesse - se questo fosse ciò che ha comportato l'accusa - lo spettacolo non sarebbe andato avanti', ha continuato Simon. “Avremmo piegato il negozio e non avremmo completato lo spettacolo. Perché allora sarebbe stato lo stesso di Weinstein, o Moonves, o uno di questi casi fondamentali per questo nuovo paradigma. Non l'hai notato? Perché non te ne sei accorto? Non è qualcosa di notevole da dire, giornalisticamente? Perché nessuno poteva trovare la voce per dirlo. Non sono solo retorico. '

Simon continua a raccontare la storia del Los Angeles Times per non aver riferito su ciò che dice sia la differenza intrinseca tra le accuse di Franco e le affermazioni contro Weinstein e altri maltrattatori. Tralasciando la differenza nei rapporti, Simon sostiene che le accuse di Franco si sono confuse con quelle della più grande era #MeToo. IndieWire ha contattato gli editori del Los Angeles Times per un commento. Amy Kaufman, la scrittrice del Los Angeles Times dietro la storia di Franco, ha risposto su Twitter e confuta le affermazioni di Simon (vedi la discussione completa di seguito).

leggende del fagiolo sean

'Direi che erano volutamente confusi dal Times di Los Angeles', dice lo showrunner. 'Direi che il Los Angeles Times era a conoscenza di ciò che hanno fatto e non ce l'hanno fatta. Direi che il L.A. Times era anche consapevole che la parte del leone della cronaca reale, aggressiva e significativa su questa roba era stata fatta dal New Yorker e dal New York Times. Erano quelli che stavano offrendo un giornalismo reale, solido e fondamentale, su veri criminali che stavano usando le loro posizioni per ottenere sesso e abusando delle donne in quel modo fondamentale. Quindi il giornale che apparentemente si trova nel cortile dell'industria dell'intrattenimento viene lasciato alle spalle, e si sono impegnati in una storia che poi non hanno realizzato con successo. Penso che sapessero molto quello che avevano fatto e che non avevano. E sulla scia della polvere che gli ha addosso un nastro, hanno riportato una storia che non era del tutto lì. '

Simon afferma che distinguendo tra le accuse di Franco e quelle di Weinstein non intende diminuire le voci delle donne che hanno parlato contro Franco. “Dove sta la loro infelicità è significativo. Non sto dicendo che non c'è una storia lì, ma la proporzionalità si è persa ', ha detto Simon. 'E se mi stai dicendo che la stampa ha fatto un buon lavoro su questo, mi dispiace, ma ho fatto quel lavoro, e so cosa c'era qui e cosa non era qui, e come è stato ritratto.'

Simon esprime frustrazione per il modo in cui la stampa non si è mai fatta avanti per distinguere le accuse di Franco dal resto degli aggressori di #MeToo. 'È ora che qualcuno lo dica', ha detto Simon. “Se avessimo aspettato un giornalista ovunque, o, francamente, un critico televisivo per fare attenzione e fare una distinzione coerente su ciò che James ha fatto o non ha fatto, saremmo in attesa per sempre. Nessuno nella tua professione ha avuto il coraggio di valutarlo con tanta deliberazione quanto ti ho appena offerto. '

Simon ha concluso: “Lo trovo davvero deludente da parte delle persone che ammiro molto nella tua linea di lavoro, che sono pronte a ristrutturare il nostro spettacolo, a scrivere il nostro spettacolo, o addirittura a cancellare il lavoro che lo stesso James aveva fatto , che stavano facendo alcuni di questi argomenti fondamentali senza essere attenti e senza essere riflessivi. Come ex giornalista, mi risento. È un lavoro complicato. Ma richiede molto più pensiero di quanto sia stato consegnato in questa situazione. '

La serie di tre stagioni di 'The Deuce' è ora interamente in streaming su HBO Go. Visita il sito web di Rolling Stone per leggere l'intera intervista di Simon nella sua interezza.

Brad Pitt nomination all'Oscar

THREAD: In una nuova intervista di Rolling Stone, David Simon attacca la storia del Los Angeles Times del 2018 su James Franco insinuando che abbiamo riportato la storia sull'attore perché eravamo consapevoli “che la parte del leone della cronaca reale, aggressiva e significativa su questa roba…'

- Amy Kaufman (@AmyKinLA) 30 ottobre 2019



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers