Il regista Thomas Schlamme nella stagione 3 di 'Manhattan' e The Novelistic Experience of Great TV

http://v.indiewire.com/videos/indiewire/Manhattan_Trailer.mp4
Se non fosse stato per una rom-com di Mike Myers senza successo, il regista Thomas Schlamme potrebbe non aver vinto così tanti Emmy.



LEGGI DI PIÙ: Guarda: qualcosa puzza con questi moduli fiscali nella clip esclusiva 'Manhattan'

Dopo che il film del 1993 'So I Married an Ax Murderer' non è riuscito a decollare al botteghino, Schlamme si è trovato in 'prigione cinematografica', che significava dirigere la televisione. Ma essere un regista televisivo negli anni '90 significava che Schlamme aveva l'opportunità di entrare a far parte dell'incredibile ascensione alla grandezza del mezzo. Grazie in parte al suo caratteristico stile walk-and-talk, spettacoli come 'Sports Night' e 'The West Wing' sono diventati i favoriti iconici, e da allora Schlamme ha mantenuto la sua reputazione come uno dei registi più interessanti che lavorano su base episodica.



Attualmente in veste di produttore esecutivo di 'Manhattan' di WGN America, Schlamme ha parlato con Indiewire via telefono per rivelare ciò che lo attira a un determinato materiale, quale potrebbe essere il piano di gioco per le future stagioni di 'Manhattan' e ciò che rende lo spettacolo così diverso da 'L'ala ovest'.



Congratulazioni per la seconda stagione di 'Manhattan'. Come ti senti a riguardo?

Mi sento davvero entusiasta. Sono molto contento. Mi sono divertito moltissimo a farlo, sono davvero orgoglioso dello spettacolo. E sono ansioso che la gente lo veda. Mi sento benissimo

Sono curioso di sapere com'è venire a uno spettacolo come produttore / regista piuttosto che essere solo un regista? C'è una differenza specifica in questo per te?

Bene, è enormemente diverso perché essere sia produttore / regista, sia in questo caso produttore esecutivo e tagliare lo spettacolo dopo che Sam ha scritto quattro anni di bozze - ci abbiamo lavorato insieme e poi lo abbiamo venduto. Il senso di quello show e ciò che significa per te è emotivamente diverso rispetto a quando cammini sul set e sei un regista episodico. L'atto di dirigere - quando lo sto effettivamente facendo - non fa differenza. Ma l'aggregato del tutto è tutto coinvolto.

Guardando il tuo elenco IMDB, ti sei praticamente bloccato in televisione. Sono curioso, c'è qualcosa di specifico dietro quello?

Bene, direi che il motivo per cui è iniziato è stato messo un po 'in prigione dopo '[So I Married an] Ax Murderer', ed è stata probabilmente la cosa migliore che è successo perché avevo amato la televisione, ero fare televisione. Sono cresciuto con la fantasia di essere ciò che è stato percepito come un regista. Quindi sono un regista, mi capita di lavorare su un supporto diverso ora nella mia mente.

A quel tempo, quando andavo a scuola, c'era una specie di snob cinematografico. Ma quello che accadde dopo 'Ax Murderer' fu che mi resi conto, con parte del lavoro che avevo fatto, che la televisione aveva la capacità di fare il tipo di storie che mi interessavano. E di avere la capacità di ottenere quelle, dove nei film non sono stato [capace], mi sono impegnato in televisione. Ma mentre continuavo a lavorarci, mi sono reso conto che chi sono e come racconto storie - alcune delle cose di cui le persone si preoccupano per la televisione, il ritmo e quanto meno tempo hai dei film - è proprio quello che Sono più attratto da. Mi piace quel ritmo. Mi piace il fatto che tu stia facendo qualcosa, ed era solo l'estate e ora tutti e 10 saranno in onda molto presto. Non è un anno e mezzo dopo averlo fatto che raccogli il beneficio di qualcuno che lo vede. Ora penso di essere stato abbastanza fortunato da lavorare in televisione quando, in effetti, penso che alcuni dei nostri racconti migliori siano fatti in televisione.

Non è un tratto dire che anche tu sei stata una parte davvero influente di quel turno.

Grazie mille. [ride] Non lo direi mai, ma almeno sono stato in viaggio mentre è successo. Quindi è bello farne parte. Ed è bello per me celebrare la televisione e vedere così tante altre persone che celebrano la televisione in questo modo. L'altra cosa che trovo con la televisione è la sua intimità, e come puoi raccontare storie e quanto il pubblico è intimo con i personaggi che stai creando. E questo è un processo molto gratificante. Sono molto felice di fare quello che faccio.

Voglio andare in televisione con te per un po '. C'è qualcosa che lo esemplifica per te: l'intimità della televisione?

Sì, in realtà questo spettacolo 'Manhattan'. I personaggi si avvicinano molto più a te in televisione. Qualcuno una volta disse: 'Se una stella del cinema e una stella della televisione guidano insieme in un'auto, le persone indicheranno la stella del cinema, quindi passeranno alla stella della televisione e vorranno parlare con loro'. Ed è perché sentono: “Ti conosco. Sei qualcuno che conosco. ”Quindi, in un certo senso, semplicemente facendo“ Manhattan ”e pensando alla crisi personale che sta affrontando queste persone e al modo in cui si evolve in una o due stagioni o, si spera, tre e quattro, ci dà il vantaggio di avere un pubblico connesso molto più emotivamente a come doveva essere essere la gente in quell'ambiente. Stai per raccontare storie di romanzi.

Penso che sia per questo che così tanti brillanti scrittori stanno gravitando verso la televisione, specialmente ora. Non è necessariamente necessario fare 100 episodi per essere finanziariamente solvente in uno spettacolo televisivo. Quello era il vecchio adagio e faceva molta pressione su come raccontare storie. Ma la gente sta realizzando “Ehi, se 35 episodi raccontano la tua storia, allora fai 35 episodi. Se otto episodi raccontano la tua storia, esegui otto episodi. Se 100 episodi raccontano la tua storia, fallo. 'Puoi scrivere questi romanzi e girare questi romanzi ed è un modo migliore di' Devo continuare a ripetere queste storie perché ho bisogno di 100 episodi '. Penso che ciò abbia cambiato un sacco.

È anche interessante, a causa del modello di abbuffata, in cui cambia persino l'esperienza di guardare uno spettacolo televisivo in un'esperienza romanzata. Stai verificando con i tuoi amici: 'Fino a che punto sei arrivato a questo? Ok, ne possiamo parlare così lontano. '

cannes 2018 vincitori

Bene, e la buona notizia è che puoi guardare otto ore, proprio come un grande libro che non vuoi semplicemente mettere giù. 'Mi dispiace, so di poterlo leggere un'altra ora la prossima settimana, ma mi ha catturato e voglio continuare a guardarlo.' La cosa che non va bene è l'unicità della televisione, l'attesa e la possibilità di parlare con persone che lo guardano anche. Ma come hai appena detto, sei in una stanza ... Questo è successo l'altro giorno, la gente parlava di qualcosa e ho detto: 'Devo andare via. Non posso impegnarmi in questo perché tu sei molto più avanti di me nel processo di visualizzazione di me. '

E l'elemento comune dopo averlo visto privatamente. L'elemento comune è un po 'perso, ma questo è il compromesso e mi piace l'idea che possiamo raccontare queste lunghissime storie serializzate. E le persone hanno la possibilità di consumarlo in un determinato momento e non se hanno perso lo spettacolo nella prima stagione, non puoi ottenerli nella seconda o terza o quarta stagione perché non si siederanno e guarderanno tutti quegli spettacoli. Si siederanno a guardarlo, ed è fantastico.

Hai mai sentito prove aneddotiche di persone che osservano 'Manhattan'?

Sì, penso che questa estate, con noi che siamo molto presto e inviamo i nastri Emmy. WGN è stato davvero eccezionale. Siamo tutti bombardati da questi nastri durante il periodo di Emmy e dal fatto che l'hanno spedito per primo e poi la gente l'ha preso ed è stato davvero ben progettato, potresti semplicemente metterlo sulla tua scrivania o a casa, nella stanza di famiglia. E ho trovato un numero di persone che non sapevano davvero dello spettacolo, poi ho guardato lo spettacolo e ho detto: 'Abbiamo visto la prima coppia e poi abbiamo iniziato a guardare di più e poi una volta che avevamo tre o quattro anni non potevamo più ' smetto. ”Sembra che il motore sia davvero andato veloce per loro per arrivare alla fine della stagione. Quelle sono le persone in cui incontro. Sono sempre tipo 'La gente ama il nostro spettacolo perché sei dei miei amici mi hanno detto che gli piace davvero'. [Ride] Non so quanto tu possa usarlo come prova della gente che guarda 'Manhattan', ma io ho avuto più risposte, in verità, durante l'estate, quando le persone hanno avuto l'intera serie, rispetto a me durante la stagione dell'anno scorso.

È uno spettacolo così interessante perché l'aspettativa che hai quando ti siedi per la prima volta a guardarlo è, 'Questo sarà qualcosa di simile a' The West Wing ', in termini di patriottismo ra-ra, ed è uno spettacolo molto diverso in molti aspetti.

È molto diverso, ed è stata una delle cose che mi ha attratto drammaticamente allo spettacolo. Ho adorato far parte di 'West Wing', voglio dire, l'ho adorato davvero. Ho anche creduto che in quel momento della mia vita e nel momento in cui eravamo come paese, un San Valentino al servizio pubblico fosse in ritardo, sicuramente intelligente. Quindi sono stato molto felice di farlo. Credo anche, personalmente, con la mia politica particolare, di sentirmi un patriota, ma penso anche che i veri patrioti siano le persone che mettono in discussione le cose che facciamo e non presumono che il nostro governo stia facendo tutte le cose virtuose e giuste. C'era posto per quello in 'West Wing', ma alla fine volevi ancora che avessero fatto la cosa giusta, e quello era il punto dello spettacolo.

Questo spettacolo penso che abbia un diverso punto di vista, che riguarda sicuramente questo oscuro elemento segreto del nostro governo. Che è lì, non credo che lo facciano sempre, ma penso che saremmo bambini se pensassimo che fossero sempre virtuosi. Semplicemente no. Penso che questo spettacolo metta in evidenza l'ambiguità morale e si spera metta in luce che nessuno sta cercando in alcun modo di essere malvagio, stanno prendendo decisioni che credono dal loro punto di vista e il loro punto di vista mondiale è la decisione giusta da prendere, e forse non il più virtuoso.

Ma allo stesso tempo comprendiamo come pubblico che è tutto nel bene comune, quindi in che modo ciò influisce su di noi come spettatori?

Questo è il punto. Alla fine, qualunque cosa accada, stavano cercando di porre fine a una guerra. Una guerra contro una presenza piuttosto oscura in Europa e in Giappone, quindi questa è la cosa che è stata così interessante per me che inizi con un elemento, stai facendo qualcosa di buono. Ma nel processo di quello, che è sicuramente l'essere della seconda stagione. Quanto male devi fare per fare del bene? Lo trovo sicuramente man mano che invecchio nella vita e guardo la mia vita, e penso che sia davvero una cosa meravigliosa per tutti noi guardare noi stessi sulle scelte che facciamo nelle nostre vite.

Hai parlato di ciò che ti ha collegato personalmente allo spettacolo, ma cos'altro ti attira davvero al materiale?

Innanzitutto, la scrittura davvero intelligente. Questa è per me la chiave per essere profondamente coinvolto. Non sono uno scrittore, ho la speranza di poter davvero scrivere bene e tradurlo e diventare un collaboratore, uno dei tanti che inizia il viaggio per realizzare qualsiasi tipo di film. Ma questa è la chiave.

Quindi a questo punto devo dire che deve avere una sorta di rilevanza per il mondo di oggi. Voglio che sia prima di tutto divertente, questo è tutto ciò a cui tengo davvero. Ma non voglio divertire su ciò che credo sia un'informazione che non è completamente necessaria, di cui il mondo è appena pieno. Questa non è censura, è solo la mia censura interna. Chiunque può raccontare qualsiasi storia voglia, ma voglio solo trovare cose che mi affascinano davvero, provocarmi e farmi domande non solo su come fare la storia, ma “Come mi influenza? Mi fa crescere? C'è qualcosa su cui posso lavorare? ”

Il processo è così importante nella mia vita a questo punto, quindi il genere per quello che è è infinito. Qualcuno mi ha dato un fantastico pezzo di fantascienza e mi piacerebbe molto fare un western, ma il genere significa molto poco per me in questo momento. È una scrittura davvero fantastica e di cosa vuoi raccontare storie e personaggi affascinanti. Il che è ciò che chiaramente mi ha reso molto entusiasta di 'Manhattan'. E l'altra cosa è stata davvero una sfida e questo è molto eccitante a questo punto della mia vita. “Come possiamo mettere insieme questo spettacolo nel mondo? Come si crea un mondo in cui i militari sono entrati e hanno creato? ”Hanno creato un'intera città da qualcosa. I primi quattro o cinque mesi di lavoro su questo spettacolo una volta che abbiamo ottenuto il via libera sono stati davvero spaventosi ed esaltanti.

Ciò che amo del set è che l'hanno costruito proprio per poter fare walk-and-talk.

Quando l'abbiamo trovato, devo dire che ero tipo 'Santo ...' ea quel punto non era stato tagliato, ognuno di quegli edifici erano collegati tra loro da corridoi. Ho detto: 'Vi prometto che non ho trovato questo ... che in realtà non è nemmeno il concetto visivo che ho per lo show.' Ma è stato davvero sorprendente. Ho trovato un pezzo di proprietà di 12 acri che era tutto interconnesso e non dovevo tagliare lì se non volevo.

Quanto sai di quale potenziale stagione 3 sarebbe '> Sam Shaw] e io e gli altri scrittori, abbiamo sicuramente parlato molto di cosa sia la stagione 3. Sappiamo sicuramente tematicamente cos'è la Stagione 3, che è la conseguenza di ciò che è accaduto al luogo, che è stato il posto più segreto in tutto il mondo, diventando uno dei luoghi più esposti al mondo. Quando tutti questi segreti vengono scoperti, cosa succede? Oltre a chi sono i nuovi nemici? E penso che lo stiamo organizzando nella seconda stagione, dove è nata la guerra fredda. Ecco perché questo spettacolo non ha mai riguardato la fine della seconda guerra mondiale, ma sempre il nuovo ordine mondiale in cui la seconda guerra mondiale ha inaugurato e la nascita dell'era atomica. Per noi sempre, queste due stagioni sono Act 1 in una serie di tre atti. Lanciando la bomba, ora hanno aperto la scatola di Pandora e questo inizia il prossimo capitolo della nostra narrazione.

E quanti altri capitoli vedi accadere?

La cosa straordinaria è stata quando ho letto la sceneggiatura per la prima volta, ho avuto la stessa sensazione che molti dirigenti avevano quando siamo andati a presentare la sceneggiatura. Cosa diavolo fai dopo che hai lanciato la bomba? Questo era sempre il segreto di Sam, che era che era molto più interessato negli anni successivi alla caduta della bomba che negli anni successivi alla caduta della bomba. Quando siamo andati in campo, ha avuto sei o sette stagioni abbastanza ben definite su come la progressione di questo. Ovviamente, l'altro vantaggio della televisione è l'evoluzione, è la cosa migliore della televisione. Se gli permetti di vivere, è quello che chiamo il darwinismo dello scrittore: un personaggio lo farà e poi i personaggi assumeranno una vita propria. E iniziano a scrivere ciò su cui le immagini li stanno informando, e penso che fosse vero per la stagione. Ma è molto facile mostrare progressi.

'Manhattan' va in onda il martedì alle 21:00 su WGN America.

LEGGI TUTTO: Il creatore di 'Manhattan' Sam Shaw capisce perché non hai guardato la prima stagione



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers