La Disney si rifiuta di lasciare che alcuni teatri autorizzino le prenotazioni di repertorio di film classici Fox

'Fight Club'



Il North Park Theatre, uno storico cinema a schermo singolo a Buffalo, New York, celebrerà il suo centenario il prossimo anno. Tuttavia, mentre il direttore del programma Ray Barker guarda verso il prossimo secolo, vede un grosso problema: la Disney. Non teme la competizione di successo; ha fatto bene con 'Il re leone'. Ma ora che la Disney possiede la Fox, è diventato impossibile proiettare i classici titoli della Fox. Ha contattato ripetutamente Disney, ma non ha ricevuto risposta.

'Perché forzare titoli come' Home Alone 'e' Alien 'fuori dagli schermi che sono più eclettici nelle loro offerte?', Ha detto Barker. “Dicci come fornirci questi film fa male ai profitti? L'unico modo in cui possiamo sopravvivere è raggiungere sia il pubblico di prima visione che quello di repertorio '.



Macaulay Culkin in 'Home Alone'



Fox / Kobal / REX / Shutterstock

Barker non è solo nella sua frustrazione. Mentre Disney non commenterà la sua politica sulle biblioteche, IndieWire ha parlato con più proprietari e booker di teatro, sia indipendenti che catene, e la linea di fondo sembra essere questa: i titoli delle biblioteche sono disponibili per le case di repertorio puro e sempre più per i teatri di prima visione - fintanto che non giocano a Disney o Fox in prima visione. (La riproduzione di film Fox Searchlight, tuttavia, non è un problema.)

Solo una manciata di teatri in Nord America non giocano altro che titoli di rappresentanza. E mentre Disney (ora con Fox) comanda oltre il 40% dei botteghini, molti teatri indipendenti possono rispettare le restrizioni e prenotare titoli di repertorio. Le fonti affermano che anche per i teatri che recitano nelle prime opere della Disney, potrebbero essere in grado di prenotare determinati titoli, ma richiederebbero circostanze speciali come spettacoli di anniversario o programmi in cui sono presenti registi.

Per essere chiari, ciò rappresenta solo un leggero cambiamento di politica; né dovrebbe essere interpretato come un riflesso della sua strategia di streaming Disney +. Più di una fonte ha affermato che la posizione draconiana dello studio potrebbe derivare dall'esperienza di un dirigente della Disney alcuni anni fa: ha osservato un teatro sostituire lo spettacolo per un titolo Disney di prima visione con un classico film Disney. In effetti, la posizione iniziale della Disney era ancora più severa: proibiva la prenotazione in qualsiasi teatro di prima visione, che interpretasse titoli della Disney o di artisti del calibro di Strand e Kino Lorber.

Al contrario, Fox gestiva una solida attività classica che ha costantemente prenotato i suoi nove decenni di titoli revival. Questi film erano una risorsa vitale per i cinema indipendenti e per le catene che consideravano i film vintage una parte essenziale del mix di contenuti.

Alcuni booker segnalano buone risoluzioni a problemi inizialmente irrisolvibili. Un teatro ha avuto una proiezione fortemente promossa di 'Fight Club' all'inizio di agosto cancellata all'ultimo minuto - ma il film è stato ripensato, con scuse. Tuttavia, tutti affermano che la prenotazione dei classici titoli Disney - che ora includono i titoli Fox - è diventata nella migliore delle ipotesi un processo bizantino.

'Ci sono persone coscienziose sia alla Fox che alla Disney che lavorano con noi per consentire ai teatri di esibirsi nella loro biblioteca', ha dichiarato Connie White, proprietaria di Balcony Booking di Boston. “È complicato e in evoluzione. Abbiamo avuto un certo successo, ma altri teatri (non) non sono ancora usciti. In molti casi, sembra arbitrario. 'In passato, ha detto, la Disney ha determinato la' classe 'di un teatro guardando il suo sito web.

Ironia della sorte, la politica Disney avvantaggia gli espositori indipendenti che altrimenti non giocano i titoli Disney. Ora hanno il vantaggio rispetto alle catene più grandi, che sono tagliate fuori dalla riproduzione di 'Alien', 'The Sound of Music', 'Home Alone' e centinaia di altri film che possono attirare i compratori di biglietti. Lo stesso vale per importanti catene di prima visione come Landmark, Alamo Drafthouse e Arclight, tutte libri Disney e Fox che girano per la prima volta ma intersecano creativamente film più vecchi come proiezioni di eventi.

Ai Laemmle Theatres di Los Angeles è stata concessa un'eccezione con la recente prenotazione di un classico film noir della Fox. Il preside Greg Laemmle ha confermato che una revisione caso per caso ha fornito un risultato positivo, anche se non del tutto soddisfacente: l'autorizzazione è stata concessa in alcuni, ma non in tutti i loro cinema, poiché alcune location recitano i migliori film Disney.

Sigourney Weaver in 'Alien'

Fox / Kobal / REX / Shutterstock

Non è chiaro se Fathom Events si dimostrerà un'eccezione. Di proprietà dei tre principali circuiti espositivi, Fathom recita la maggior parte dei suoi film nei loro cinema di prima visione e ha mostrato 'Hello, Dolly!' Di Fox il mese scorso; 'Alien' arriva ad ottobre. Entrambe sono date di anniversario, probabilmente prenotate con mesi di anticipo. Ma se Fathom riceve prenotazioni future, tutti i teatri potrebbero potenzialmente rivendicare la stessa cortesia che dovrebbe essere estesa a loro. (Fathom non ha fornito commenti.)

Un espositore di prima visione, frustrato dalla politica Disney ma che non ha commentato per la cronaca, ha offerto questa affermazione:

valle del boom cast
Siamo delusi dalla decisione della Disney di chiudere l'accesso alla sua nuova libreria di film della 20th Century Fox per le proiezioni teatrali. I cancelli sono scesi su un'enorme biblioteca di centinaia e centinaia di film che racchiudono oltre 80 anni di storia cinematografica della Fox, una perdita immensa per il valore storico e culturale della programmazione del repertorio. Questo è sulla scia della Disney stessa che impedisce che la maggior parte dei loro grandi film venga proiettata nei cinema di prima visione. Nell'era dello streaming, questo è il luogo in cui famiglie e bambini, amici e colleghi amanti dei grandi film possono vederli nel modo in cui produttori, registi, attori, sceneggiatori e tutti gli artisti ci vogliono per realizzare un film originariamente previsto. È profondamente spiacevole che venga negata la possibilità ai cinema di condividere la gioia dei film in un ambiente comune vincolante. Negare l'accesso ai film classici e il valore incommensurabile dell'esperienza comunitaria è controintuitivo all'etica della Disney di creare ricordi permanenti attraverso la condivisione di esperienze con gli altri.

La Disney ha più potere di qualsiasi altro studio nella storia e, come piace a Spider-Man (Sony), con una grande potenza derivano grandi responsabilità. Qualunque sia il motivo, le azioni della Disney sembrano brutali: sembra che siano disposti a vedere gli espositori già in difficoltà perdere più terreno in nome della massimizzazione dei profitti degli attuali franchise.

Ad un certo punto, è possibile che i cineasti interessati da questa politica - molti dei quali sono schietti sulla conservazione e sulla superiorità dell'esperienza teatrale - potrebbero intensificare e sostenere che i loro film meritano maggiori opportunità di essere visti nei cinema. Tale elenco potrebbe includere Wes Anderson, Kathryn Bigelow, Danny Boyle, Tim Burton, James Cameron, i fratelli Coen, Guillermo del Toro, Ava DuVernay, David Fincher, Alejandro G. Inarritu, Ang Lee, Spike Lee, Baz Luhrmann, Terrence Malick, Steve McQueen, Alexander Payne, Robert Redford, Martin Scorsese, Ridley Scott, Steven Spielberg e molti altri.

Sembrerebbe facile per i dirigenti della Disney rivedere la loro politica e apparire come i bravi ragazzi, con pochi rischi per i suoi titoli di prima visione, il tutto aggiungendo entrate e spingendo l'esperienza visiva teatrale che vogliono mantenere in vita.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers