Recensione di 'Five Feet Apart': Haley Lu Richardson e Cole Sprouse respirano la vita nel teenager lacrimatore

'Cinque piedi a parte'



È quasi irrilevante che Justin Baldoni sia 'Five Feet Apart'. è atipicamente urgente per un dramma romantico al sapore di YA sull'amore impossibile tra due adolescenti attraversati da una stella. O che Haley Lu Richardson riesca a pompare sangue anche nei momenti più elaborati di Mikki Daughtry e Tobias Iaconis ’; sceneggiatura, riaffermando il 'Columbus' rdquo; e “; sostieni le ragazze ”; attrice come talento generazionale in aumento. Non importa davvero che il film utilizzi brani M83 emotivamente pornografici e le copertine di The Postal Service per pavimentare i suoi tratti accidentati, o anche che il suo swing climatico per le recinzioni sia un estenuante soffio alla fine di un film che doveva solo ottenere la palla in gioco.

Ciò che è importante in merito a Five Feet Apart a parte è rdquo; è che è il primo film di Hollywood ampiamente accessibile mai realizzato di fibrosi cistica, e che è abbastanza buono da garantire almeno un piccolo aumento nella consapevolezza (e attenzione) della lotta perennemente sotto-supportata per curare una delle malattie genetiche più crudeli della natura (fa sì che il corpo umano produca un denso muco che copre gli organi vitali e rende difficile la respirazione). Questo non è quello di scusare le carenze del film, ma piuttosto di riconoscere come il film d'esordio di Baldoni abbia un'agenda diversa e più mirata di 'The Fault in Our Stars'. - come questa piagnucolosa esagerata usa il suo sottogenere come mezzo per raggiungere un fine.





L'idea di base è brillante e opportunistica in egual misura: due vergini adolescenti arrapate sono intrappolate in un edificio insieme e hanno detto che moriranno se mai si toccano. In effetti, entrambe le loro vite sono sulla linea se ci sono mai meno di sei piedi tra i loro corpi ormonali. È tutto perché Will (Riverdale è la trappola della sete Cole Sprouse), il nuovo cattivo ragazzo dell'ala pediatrica dell'ospedale, è in una categoria di pazienti con fibrosi cistica che portano un ceppo di batteri che è innocuo per la maggior parte delle persone ma potenzialmente fatale per quelli con le sue condizioni. Peggiora: il B. cepacia i batteri possono essere facilmente diffusi al contatto con chiunque soffra di fibrosi cistica.

Questa è una brutta pausa per Stella (Richardson), una perturbata e apparentemente permanente residente in ospedale che è alla disperata ricerca di avvicinarsi a qualcuno - chiunque - prima che lei muoia. La malattia di Stella l'ha isolata dal mondo; sarebbe sola se non fosse per il suo canale YouTube, le sue infermiere e sua sorella che non sembrano più visitare (i genitori sono quasi assenti da questo film, il che solleva domande sottolineando anche come ci siano alcuni bisogni sociali che anche il più le mamme e i papà dedicati non possono incontrarsi per i loro figli).

In apparenza, Stella sembra essere la paziente modello: ha gli occhi chiari e frizzanti e sta facendo il meglio che può con la vita della mano. Non ha mai perso un trattamento, non ha mai infranto una regola. Sfortunatamente, questo è perché Stella è devastata dal disturbo ossessivo compulsivo cronico e soffocante sotto l'ansia di qualcuno che sta davvero vivendo solo per premiare l'amore che le persone le hanno mostrato lungo la strada. Richardson è brillante nel temperare la sua naturale freschezza con un profondo senso di obbligo (ogni sorriso sembra che sia per qualcun altro), e la pressione che Stella si mette su per sopravvivere è palpabile.

Ciò è in netto contrasto con Will, che si è armato contro la speranza. È un artista meditabondo e disilluso che rifiuta di accettare la fortuna di essere coinvolto in un nuovo processo per droga, e il suo atteggiamento disfattista è sufficiente a far impazzire Stella. È la stessa dinamica combattiva che guida praticamente ogni commedia romantica mai realizzata, confinata solo nell'ospedale più bello del mondo. I grandi corridoi, l'atrio spazioso e la piscina scintillante paul la fanno sembrare più un Hyatt; Will e Stella non potranno mai dimenticare dove si trovano, ma il film non ha alcun interesse a farti sentire come se fossi intrappolato lì con loro. Questo va bene: mentre 'Five Feet Apart' rdquo; è ovviamente la versione CW della storia d'amore adolescenziale per adolescenti, è ancora abbastanza triste per far passare il punto (gran parte di quel peso è sostenuto dalla star di Monos Moos Arias, che interpreta una paziente spiacevole ma malata che è lì per mettere cose in prospettiva).

'Cinque piedi a parte'

La direzione funzionale, il dialogo non ispirato e una dipendenza eccessiva dai montaggi guidati dalla musica creano molta noia mentre il film si posiziona goffamente per alcuni colpi di scena melodrammatici (come se la fibrosi cistica non fosse abbastanza!), Ma un po 'di sincerità dura molto modo. Baldoni, a “; Jane the Virgin ”; un membro del cast il cui precedente lavoro dietro la macchina da presa include una serie di documentari sui bambini morenti ('I miei ultimi giorni'), vede l'umanità in questi bambini e non permette loro di essere definiti dalle loro diagnosi. E mentre la performance di Sprouse è del 95% brillantemente e sorride, lui e Richardson entrambi interiorizzano efficacemente il dilemma condiviso dei loro personaggi: con una condizione così testarda ed esigente, come si fa a usare il trattamento per vivere, invece di vivere solo per il trattamento ?

Il film è al suo meglio quando Stella e Will si stanno facendo strada tra rischio e ricompensa - quando stanno negoziando (con se stessi e l'altro) la differenza tra 'la vita è breve'. e “; potrebbe essere molto più breve. ”; Le conseguenze sono chiare, ma cosa devono davvero perdere? Il momento più forte e meno igienizzato arriva verso la fine del loro primo appuntamento, mentre gli adolescenti si fermano sul bordo della piscina dell'ospedale e si fissano l'un l'altro mentre si spogliano dei vestiti per rivelare le cicatrici sottostanti. Più si comportano come bambini normali, più i loro corpi negano quell'illusione; più si avvicinano, più è difficile mantenere una distanza salutare. Questo film molto PG-13 non tocca l'autocontrollo erculeo di cui ha bisogno perché due bambini consenzienti del liceo quasi-terminale non si tocchino, ma la prudenza ha poco a che fare con il punto più grande.

Il sesso non è particolarmente rilevante per come Stella e Will si dimostrino a vicenda che vale la pena vivere. Al contrario, l'enfasi è meno sui loro corpi di quanto non sia lo spazio tra loro. Il film si chiama 'Five Feet Apart', ”; che è 12 pollici più vicino di quanto questi bambini possano ottenere. C'è una ragione per questo: come chiarisce il terzo atto ben motivato ma ridicolmente elaborato, questa è una storia sul recupero di una misura di gioia dal mondo - sul possesso di un po 'più del tempo che abbiamo preso in prestito. Quel piede potrebbe non sembrare molto, ma per Stella è una vittoria incredibile. Dopotutto, trovare una cura per la fibrosi cistica è sempre stato un gioco di pollici. Negli anni '50, la maggior parte dei bambini con questa condizione non sopravviveva alla scuola elementare. Ora, l'aspettativa di vita media è di 37.

'Five Feet Apart' ”; non è un progetto di beneficenza, e c'è qualcosa di un po 'nervoso per quanto abilmente la sua premessa sfrutti le stranezze di un'afflizione terminale, ma non c'è modo di aggirare il fatto che questo film ha un futuro oltre i suoi margini di profitto. Abbastanza decente come una serata fuori ma destinato ad essere utilizzato come strumento di raccolta fondi, il film è galvanizzato dalla sua spinta verso un tipo perverso di rappresentazione; l'idea non è quella di far sentire le persone con fibrosi cistica visto, ma piuttosto per cancellarli del tutto. E il complimento più alto che si possa fare a “; Five Feet Apart ”; è che ha il potere di svolgere un ruolo piccolo e prezioso in questo sforzo.

Grado: B-

CBS Films e Lionsgate pubblicheranno 'Five Feet Apart' nelle sale venerdì 15 marzo.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers