Recensione di 'Padrino di Harlem': il dramma di gangster sovraffollato di EPIX dovrebbe intrattenere i fan del genere

'Il padrino di Harlem'



& Goddather of Harlem ”; si ispira alla storia reale del famigerato boss del crimine Ellsworth 'Bumpy' Johnson (Forest Whitaker), che, nei primi anni '60, è tornato a casa da un periodo di 10 anni ad Alcatraz, per trovare il quartiere che una volta governava nel caos. Con le strade ora controllate dalla folla italiana, Bumpy deve affrontare la famiglia criminale genovese, che richiede di stringere alleanze con i leader dei diritti civili. Una storia di gangster intrecciata con le battaglie sociopolitiche del periodo, la nuova serie ha certamente obiettivi elevati. Si rivolge ai fan dei drammi gangster dell'epoca che vogliono essere semplicemente intrattenuti. Ma anche con le sue ambizioni, il fatto di abbracciare i cliché del genere, la sua credulità a volte tesa e le trame intrecciate possono tenere lontano il nuovo pubblico.

A pochi minuti dal primo episodio, un Bumpy impavido e armato, appena uscito dalla lattina, affronta il suo principale avversario, Vincent 'The Chin' Gigante (Vincent D’Onofrio), ora volto della famiglia genovese. Il sobrio Bumpy, che è tanto un gentiluomo quanto un malvagio gangster, vuole rivendicare quello che una volta era suo, ma Gigante non ha intenzione di obbligarlo.



E così la guerra del territorio inizia sullo sfondo di una città in uno sconvolgimento sociale, mentre gli inferi criminali e il nascente movimento per i diritti civili si scontrano.



la musica dell'accademia ombrello

Un punto culminante della serie è il suo tentativo di dettagliare le complicate relazioni della vita reale che esistevano tra Bumpy e i principali leader afroamericani, che cercavano di sfruttare la sua infamia e raggiungere. Includono Malcolm X (Nigél Thatch, riprendendo il ruolo di “Selma”) e il deputato Adam Clayton Powell, Jr. (un giocoso Giancarlo Esposito). Non sono solo foraggi di fondo. Le loro ambizioni e motivazioni sono definite, ognuna su percorsi diversi verso il potere, con idee su come condurre il movimento in avanti in un'America che apparentemente non era pronta per questo.

riassunto dell'episodio 4 della stagione 5 del trono di spade

Inoltre, il ruolo di Bumpy Johnson - un uomo ammirato nonostante la sua brutale criminalità, a causa del suo forte senso di famiglia e indipendenza personale - fornisce a Whitaker un altro personaggio dinamico, aggiungendo a un curriculum che è pieno di ruoli eclettici. Il suo carisma silenzioso si adatta perfettamente alla compulsione controllata di Bumpy per la violenza che precipita in un ambiente calmo.

E il resto del cast principale - che include anche Ilfenesh Hadera nei panni di Mayme Johnson, la moglie di Bumpy; così come Kelvin Harrison, Jr. e Lucy Fry come amanti interrazziali condannati - masticano il materiale con cui sono dati per lavorare, anche se a volte è sottile.

In particolare, le rappresentazioni della serie dei suoi mafiosi italiani tendono maggiormente alla caricatura. Mancano scorci più pieni e più comprensivi dell'esperienza italo-americana dell'epoca, anche se inquadra la visione del crimine organizzato e 'Padrino di Harlem' ne soffre.



Man mano che la serie avanza, i personaggi introdotti all'inizio vedono le loro storie individuali arricchirsi e svolgersi. Ogni trama si intreccia con la storia di Bumpy in un modo o nell'altro, che inizia a esaurire la credulità, mentre gli episodi iniziano a sentirsi imbottiti e prevedibili.

Un'altra debolezza è che Bumpy non sembra mai essere realmente in alcun pericolo, il che toglie un po 'di suspense. È sempre un passo avanti rispetto ai suoi nemici o alla concorrenza e riesce a uscire da ogni situazione terribile. C'è sempre una telefonata da fare o un accordo sul retro. Conosce tutti quelli che contano in questo mondo, così come le loro rispettive relazioni e vulnerabilità, e questo lo rende quasi divino, e in pericolo di diventare poco interessante.

zona crepuscolare vs specchio nero

Anche se, alla fine del quinto episodio (i primi cinque episodi sono stati messi a disposizione della stampa) di una prima stagione di 10 episodi, Gigante forse gira i tavoli su Bumpy, quando organizza una lotteria numerica che offre a Bumpy un bilancio catastrofico perdita.

Gli ultimi cinque episodi della stagione saranno probabilmente spinti principalmente dalla lotta di Bumpy per togliergli il piede dal collo.

'Continueremo ad essere in guerra fino a quando uno di noi non sarà morto', dice Bumpy a Gigante. E quella sola frase sintetizza quella che sarà una guerra di erba lunga una stagione; un sacco di tit-for-tat e quid pro quo, tra i potenti, compresi i gangster, i politici, i poliziotti corrotti, i leader spirituali, alcuni che erano persone nella vita reale, altri compositi o veri e propri personaggi immaginari.

Inutile dire che c'è un sacco di violenza in 'Padrino di Harlem', in parte abbastanza raccapricciante. In una scena particolarmente brutale, Bumpy usa una lama per scolpire il corpo di un avversario nudo, mentre l'uomo vulnerabile lotta per reagire, senza successo. Bumpy spara quindi all'uomo nei suoi genitali, prima di tagliarsi la gola.

storia dell'orrore americana del paley fest

Inoltre, la lingua è rappresentativa dei tempi. Quindi il pubblico sensibile alle insulti razziali ed etnici, che gestiscono la gamma della serie, può essere disattivato dall'uso prolifico di ogni parola.

Chiaramente, gran parte della ricerca è stata dedicata alla realizzazione della serie. Ma la licenza drammatica è stata anche presa per creare scene e personaggi, con l'obiettivo di mantenere lo spirito dei tempi e dei personaggi così come esistevano. Avere una certa conoscenza dei personaggi della vita reale e quali fossero le loro relazioni, migliorerebbe sicuramente l'esperienza visiva.

Come altre nuove serie EPIX, tra cui 'Pennyworth', 'Padrino di Harlem' serve semplicemente come intrattenimento divertente. E nonostante gli obiettivi più alti di Bumpy in una serie che affronta questioni dell'epoca che erano particolarmente importanti per i neri americani, in definitiva mira più all'acquabilità dei popcorn che a quella degli Emmy, e può davvero essere apprezzata solo a quei termini.

Creato dai co-creatori di 'Narcos' Chris Brancato e Paul Eckstein, 'Il padrino di Harlem' sarà presentato in anteprima domenica 29 settembre alle 22:00 EST / 19:00 PST.

Grado: C +



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers