'Hostile Planet': la serie NatGeo mostra come, in un clima che cambia, solo questioni di sopravvivenza

Leopardo delle nevi che insegue pecore blu himalayane. (National Geographic)



National Geographic

'Hostile Planet' ha un'apertura davvero scioccante: un leopardo delle nevi, incaricato di trovare cibo in una primavera che avanza rapidamente, precipita con la sua preda a 200 piedi sul fianco di una montagna incredibilmente ripida. Nel contesto di una serie di natura diversa, quel momento potrebbe essere inquadrato come uno sfortunato esempio di vittoria di un predatore.



nuova categoria oscar

Per il produttore esecutivo della serie Guillermo Navarro, quell'apertura non solo segnala ciò che rende 'Hostile Planet' diverso dalle altre programmazioni naturalistiche, è una testimonianza della persistenza della troupe cinematografica che ha colto l'attimo.



“Non stavano ottenendo nulla. Basta intravedere, niente da cui costruire una storia. Stavano finendo il cibo ed erano molto stanchi e freddi. È stato solo uno sforzo brutale. Ci hanno chiesto di tornare e abbiamo detto: 'Resta ancora una settimana'. Negli ultimi tre giorni di quella settimana, hanno girato tutto quello che hai visto. Non credo che ci siano filmati come questo ', ha detto Navarro all'inizio di questa settimana a un evento dell'International Documentary Association a Los Angeles.

Dopodiché, in occasione della riapertura dei media, il primo episodio di 'Hostile Planet' traccia le esperienze del fatale leopardo delle nevi che ha spinto una ricerca così drastica e rischiosa di qualcosa da mangiare. Sullo sfondo di una primavera insolitamente calda, Navarro voleva assicurarsi che questa serie riflettesse la necessità di un modo più urgente per raccontare storie di crescenti lotte degli animali.

'Nei tradizionali documentari di storia naturale che abbiamo visto negli ultimi 50 anni, l'attenzione è molto concentrata su quello che chiamo il' momento dei paparazzi '. Tutto riguarda l'uccisione e l'altra vittima. È molto incentrato su 'Ecco come è la vita animale. C'è sempre una preda e un predatore. 'Ma non raccontano mai storie. Quindi è stato importante per me cambiare la narrazione. Qui, ciò per cui ho combattuto tremendamente è stato quello di ridurre la proporzione della narrazione e consentire al linguaggio cinematografico di raccontare la storia completa ', ha detto Navarro.

perso nello spazio wikipedia

Parte di questo perseguimento significava incorporare altri metodi di narrazione non convenzionali. “Hostile Planet” è il primo progetto documentario del compositore Benjamin Wallfisch, a seguito di lavori su film come “Shazam!” “IT”, e “A Cure for Wellness”. Per creare un paesaggio sonoro distinto per la serie, lui e Navarro hanno guardato alla natura stessa per trovare un livello speciale per il punteggio.

“Abbiamo avuto una discussione iniziale su come potremmo, sotto la superficie, usare il suono del ghiaccio che si muove, per rallentarlo e passarlo attraverso i riverberi per creare un ambiente. È bello quando lo si combina con un'orchestra d'archi. Abbiamo fatto molti esperimenti che non hanno funzionato, usando letteralmente le percussioni dai passi. Ma quello che abbiamo scoperto è che se hai fatto solo una cosa e lasciato che l'orchestra facesse il resto, avrebbe avuto l'effetto giusto ”, ha detto Wallfisch.

Oltre a dare alla natura una voce figurativa nella musica di 'Hostile Planet', Wallfisch voleva anche avere una voce letterale. Nei momenti chiave, la colonna sonora dello spettacolo richiama i servizi della cantante Judith Hill, la cui voce si fonde con il resto del massiccio suono orchestrale della serie. Oltre a portare un elemento distintamente umano nella musica, Wallfisch voleva che i contributi di Hill assumessero un significato simbolico ancora maggiore.

“Volevo provare a inventare questa idea di Madre Terra che gridava, per personificare quell'immagine. L'unico modo in cui potevo farlo era attraverso un modo che non mi sentivo legato a una particolare regione. Doveva sentire 'della Terra'. Molto di ciò stava chiedendo a Judith di improvvisare attorno al nostro tema principale. Nel modo in cui non sai in che modo scorrerà l'acqua, stavamo cercando di usare quelle immagini mentre improvvisava ', ha detto Wallfisch.

Sebbene 'Hostile Planet' eviti in gran parte il riferimento diretto ed esplicito ai cambiamenti climatici, il mutamento delle condizioni globali è una delle forze trainanti della serie, se non la sua principale ragione di esistenza. Uno dei motivi per cui gli episodi non sono raggruppati per rigida regione geografica o per tipo di specie è che le temperature in aumento hanno livellato così tante attività di questi animali. Per lo spettatore, i tradizionali interessi radicali o le distinzioni funzionali lasciano il posto a un'esperienza in cui i premi restano vivi su così tanto altro.

'Non si trattava di dimostrare,' È 2 gradi in più rispetto allo scorso anno. 'È un processo delicato per fondare ciò che è come essere loro oggi. Non si tratta di trovare quella foto che mostra un fumetto del cambiamento. Stanno imparando a un costo molto alto. Volevamo che il pubblico lo attraversasse, per provare com'è essere loro ', ha detto Navarro. “Per loro, ci vuole tutta la lotta su quanto sia difficile per loro sopravvivere e vivere la propria vita a causa di ciò che è accaduto nel clima. Quindi la storia di un leopardo o di un orso nell'Artico 50 anni fa non ha nulla a che fare con la realtà di oggi. L'idea era che se 'lo avessimo colpito sul naso', sarebbe diventato più un opuscolo. In questo modo, perderebbe peso. Quindi abbiamo deciso che la curva di apprendimento in tutta la serie, la premessa è 'com'è essere loro adesso'.

Anche nel modo in cui 'Hostile Planet' mostra alcune condizioni terribili per la fauna selvatica nelle aree di tutto il mondo, Wallfisch voleva che ci fosse ancora un equilibrio con i momenti più cupi della serie.

“Dovevi trovare l'unica cosa che ogni episodio ha in comune, e quella era la speranza. È stato davvero difficile farlo sullo schermo, perché non volevamo zuccherare nulla. Molti di questi documentari, scelgono i risultati positivi rispetto a quelli negativi, ma non volevamo andare lì. Volevamo mostrare la verità ”, ha detto Wallfisch. 'È molto difficile guardare qualcosa in cui vieni via semplicemente devastato e svuotato. Ma volevamo infondere la sensazione che qui ci sia ottimismo. Abbiamo il potere di cambiare. Le specie più influenti del pianeta possono invertire il corso che è stato impostato. Abbiamo il dovere di farlo. '

La votazione sull'Emmy della fase finale è aperta da giovedì 15 agosto a giovedì 29 agosto alle 22:00 PT. I vincitori del 71 ° Premio Primetime Emmys Creative Arts Awards saranno annunciati il ​​fine settimana del 14 e 15 settembre, con la cerimonia del Primetime Emmy trasmessa in diretta su Fox domenica 22 settembre.

Castle Rock episodio 7


Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers