Influencer: Robert Richardson offre ai film di Tarantino la sofisticazione che aveva sognato

DP, Bob Richardson sul set di “C'era una volta a Hollywood” con Margot Robbie



Andrew Cooper

La cinematografia di questo secolo si è mossa in tre direzioni distinte: desaturazione, non illuminata e movimento della fotocamera più lento (palmare) e più fluttuante (gimble). E poi c'è lo stile di Robert Richardson, che ha continuato a girare film con colori audaci, una forte luce ambientale che ha spinto le tasche della celluloide al limite dell'esposizione e una fotocamera precisa che si muove con convinzione. Ogni centimetro della sua notevole abilità tecnica anteriore e centrale.



twd stagione 8 episodio 2

Dopo aver giocato un ruolo chiave nel fornire l'eccesso visivo intenzionalmente esagerato di “; Casino, ”; e il vorticoso disorientamento di “; Bringing Out the Dead, ”; Martin Scorsese ha riconosciuto Richardson come il canale perfetto per il film 'ldquo;' che seguirà la fase della sua carriera. La capacità di Richardson di fare il dial-in con precisione in ciascuno dei tanti movimenti della cinepresa di un regista non era mai stata più evidente, dalla giocosa giocosità di 'Hugo', ' all'alta mania volante di Howard Hughes in 'The Aviator', alla spigolosa paranoia di 'Shutter Island'. Con la sua perfetta collaborazione con lo scenografo Dante Ferretti e il guru degli effetti speciali Rob Legato, Richardson ha dato vita alla magia letterale del film in 'The Aviator'. e “; Hugo, ”; mentre raccoglievo l'Oscar numero due e tre.



I film di Quentin Tarantino, a differenza di Scorsese, non visitano, ma vivono nel regno del film. E dopo il suo terzo film, 'Jackie Brown', 'rdquo; Tarantino si stava preparando per uscire, per la prima volta, dai confini di Los Angeles per entrare in nuovi mondi della storia. L'abbinamento di regista e direttore della fotografia non avrebbe potuto avvenire in un momento migliore.

Con le molteplici palette di sotto-generi di arti marziali di “; Kill Bill ”; - un film originariamente concepito con quattro diversi compositori e due diversi cineasti per incarnare e mantenere i suoi vari stili - è diventato evidente cosa significasse Richardson per Tarantino. Hanno coreografato il movimento giocoso, violento e rapido della telecamera perfettamente eseguito esattamente come i combattimenti stessi. Non solo il ricco colore e la trama della cinematografia fornita da Richardson hanno dato un audace tessuto connettivo visivo dal samurai polposo degli anni '70 al kung fu degli Shaw Brothers, dall'anime giapponese agli spaghetti occidentali, ma li hanno fatti sentire parte di un tutto più grande, un Tarantino intero, che andava oltre la scrittura distintiva dell'autore.

“; L'obiettivo non è solo quello di realizzare il film che è nella mia testa, il film che è nella mia testa è il punto di partenza, se falliamo completamente, lo capiamo, ma quello è il trampolino di lancio. E poi riunisco grandi artisti e artigiani e poi si espandono su di esso e questa è la scatola di colori, ”; Tarantino ha detto a IndieWire. [Bob] ha ​​portato i miei film a una sofisticazione visiva che, quando lavoravo nel negozio di video, non potevo nemmeno sognare di raggiungere me stesso, ma potevo apprezzare negli altri.

I loro tre film seguenti hanno trovato Tarantino che creava film distinti 'd'epoca'. ambientazioni: Francia occupata dai nazisti (" Bastardi senza gloria ”;), Antebellum South (“; Django Unchained ”;), e 1877 Wyoming nel pieno dell'inverno (“; The Hateful Eight ”;). Richardson avrebbe trovato look incisivi ed eccitanti per ognuno che evitava i giochi cinematografici dei film moderni, fornendo al contempo un valore di produzione e un artigianato che eccedevano i film b da cui erano ispirati (e talvolta citati). L'arte del revisionismo non era mai stata così bella.

Sarebbe un ago più difficile da infilare quando Tarantino tornerà per la prima volta a Los Angeles in 20 anni per ricreare più fedelmente il passato più vicino dell'estate del 1969 in 'C'era una volta a Hollywood'.

“; Non volevamo guardare film degli ultimi 30 anni che cercavano di ricreare gli anni '60, mi sarei ucciso se sembrasse uno di quei film ”; Tarantino ha detto a IndieWire. “; Qualcosa che avevo nella parte posteriore della mia mente era forse persino girare il film in bianco e nero perché sarebbe stato diverso. Non l'avrei mai fatto perché non è così che l'ho visto nella mia testa, ma come un modo per combattere i brutti costumi è stato quello di drenare quei colori di paisley, e beh, non l'avevo mai visto prima, che poteva davvero essere tipo di figo. ”;

Ciò che Richardson e Tarantino hanno scoperto ha portato all'opera più sottile e luminosa di Richardson, con un emozionante western in bianco e nero, 'Lancer', 'Lancer'. mescolato. Un tipo di ricchezza possibile solo in celluloide, Tarantino non riusciva a smettere di sorridere guardando i quotidiani nelle prime settimane. Ora vedeva tutto il potenziale del suo film.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers

Televisione

Premi

Notizia

Altro

Botteghino

Kit di strumenti