'È il secondo capitolo' James Ransone ha quasi lasciato Hollywood prima del suo grande break in studio

'It Chapter Two'



Warner Bros.

James Ransone non lo dà per scontato. Nemmeno lui lo sta dando per scontato. Mentre l'attore televisivo di lunga data (da 'The First' a 'Low Winter Sun', 'Generation Kill' a 'Treme', questo è un ragazzo che conosce il suo modo di aggirare Peak TV) e pilastro indipendente (ha lavorato con una slew di nomi invidiabili, tra cui uscite multiple con Spike Lee e Sean Baker) ha lavorato a Hollywood per quasi due decenni, il suo ultimo ruolo nel tanto acclamato 'It Chapter Two' di Andy Muschietti è il suo più grande concerto di sempre. Quasi non è accaduto, e non solo a causa del buon dramma del vecchio stile o di problemi di programmazione, ma perché il vincitore di Indie Spirit ha quasi lasciato l'attività molto prima di poter scavare in un breakout in 20 anni.



'Non sono mai stato in una cultura pop come questa, non ho mai avuto un momento come questo', ha detto Ransone in una recente intervista con IndieWire. 'Non sapevo che questa cosa fosse grande come era, non avevo idea che sarebbe stata così massiccia. Sembra una mano di Dio, pura fortuna, un fulmine in una bottiglia. Sono stato davvero fortunato a far parte di questo. Questa cosa è un tale juggernaut che mi sorprende, sai? Perché non mi aspettavo di trovarmi mai in una situazione del genere. '



Il primo film di Muschietti nel franchise in due parti basato sull'omonimo romanzo di Stephen King è stato inaugurato all'inizio di settembre 2017 ed è stato un successo immediato al botteghino. Il film ha incassato oltre $ 700 milioni in tutto il mondo, abbastanza buono da contrassegnarlo come il film horror più incassato di tutti i tempi. Ransone ha anche fatto l'audizione per un ruolo in quel film, che segue il cosiddetto Losers Club quando sono solo giovani che devono combattere un male intergalattico nella piccola Derry, nel Maine, anche se rifiuta di menzionare quale parte.

Ciò ha funzionato, chiaramente, con Ransone che ora recita nel secondo lungometraggio come un adulto Eddie Kaspbrak (interpretato nei suoi anni più giovani da Jack Dylan Grazer), accanto a co-protagonisti come Jessica Chastain, Bill Hader e James McAvoy. E no, non sta scherzando su quella cosa fortunata, sta solo lanciando una semplice spiegazione per la volubilità di Hollywood che finalmente si sta risolvendo. Quando dice 'mano di Dio', in realtà lo intende. Dopo tutto, questa è una persona che ha considerato di lasciare la carriera di attore per studiare teologia.

'Pensavo davvero di andarmene e di non farlo più nel 2017, per davvero', ha detto. “Non ero molto contento di certe cose che stavano accadendo nel settore. Stavo davvero pensando di tornare a scuola per teologia. Ho scritto qualcosa di molto importante per me che speravo fosse realizzato, e alla gente piaceva, ma non ha avuto alcuna trazione. Ero tipo, 'oh, a nessuno importa davvero, e il denaro è in qualche modo più importante di ogni altra cosa.' So che anche noi siamo in affari e siamo così fortunati che possiamo fare arte che ottiene anche per fare soldi, ma mi sentivo solo un po 'stanco. '

Guardare il curriculum di Ransone è un brutto modo per tracciare la sua carriera, perché per ogni film a cui ha lavorato con un regista come Harmony Korine o John Waters o Spike Lee (tre volte, non meno), c'è stato l'inevitabile periodo tra i concerti. Ransone non è mai stato timido nei confronti del suo intenso rapporto con il business e lo stile di vita che a volte genera: nel 2006, si è trasferito e si è trasferito in Namibia per prepararsi per il suo ruolo nella serie della HBO 'Generation Kill', durante la quale non ha cerca solo di entrare nel personaggio, ma di uscirne lui stesso.

il terrore stagione 1 episodio 5

Mya Taylor, James Ransone, Kitana Kiki Rodriguez e Sean Baker di 'Tangerine'

Daniel Bergeron

All'età di 27 anni, Ransone era dipendente dall'eroina e $ 30.000 in debito - questo, ovviamente, solo quattro anni dopo primo ruolo di spicco in 'Ken Park' di Larry Clark e Ed Lachman, scritto da Korine, e dopo un periodo relativamente infruttuoso dopo tutto quel clamore - e cercando di ricominciare da capo. Il suo ruolo nella lodevole miniserie incentrata sulla guerra ha aiutato e le cose sono aumentate, compreso il suo primo turno in franchising in 'Sinister', che alla fine ha ottenuto un ruolo da protagonista nel sequel del 2015. Ransone ha iniziato a lavorare con Baker, prima nella 'Starlet' vincitrice dello spirito Indie e poi nell'amato 'Tangerine'.

Nonostante la sua crescente riconoscibilità e il continuo interesse a svolgere un lavoro insolito e intelligente, Ransone ha affermato di aver ancora lottato. Prima dell'estate del 2017, quando pensava di buttare tutto per quella laurea in teologia, Ransone conosceva già la brevissima soglia di Hollywood.

'In realtà ho aiutato un mio amico che era un direttore del casting essendo un lettore [per un progetto], con un regista con cui avevo lavorato prima', ha detto Ransone. “Poi mi hanno fatto il provino per una parte regolare della serie frazionaria. Mi hanno fatto il provino per un regista con cui avevo lavorato due volte prima e non l'ho capito. Non l'ho preso sul personale, ma è una specie di illusione pensare che tu arrivi in ​​qualche modo e poi è tutto e ti consegnano roba per sempre. Non funziona così. E ovviamente il mio ego vuole scappare ed essere tipo 'Me lo merito!'

Le cose hanno iniziato a riprendersi quell'autunno, tuttavia, quando Ransone ha schierato un altro ruolo televisivo nella serie drammatica spaziale di Hulu Sean Penn 'The First'. E poi la vita ha offerto i suoi contributi, tra cui una moglie e un bambino in arrivo . Quando pensa al cast di 'It', questo è ciò che l'attore ricorda di più.

'La mia percezione di ottenere' Non 'non è perché ero come se fossi arrivato o alla fine me lo sono meritato, ma perché l'universo era tipo' ehi, amico, hai un figlio e sarà costoso, quindi noi ' ti preparerò qui '', ha detto. 'Quando ho ottenuto il film, è così che mi è sembrato tutto. Ero tipo 'oh, questo è per il suo futuro, non per il mio.' ”

2009 in film

Mentre 'It Chapter Two' è senza dubbio il più grande progetto di Ransone, è ancora entusiasta dell'etica indipendente che lo guida. 'Non fanno più questo tipo di film come questo', ha detto Ransone. 'Il budget per il primo non era omogeneo e sto parlando in termini di roba da studio. Era come un film di metà livello degli anni '90, Andy usa molti set ed effetti pratici, e in qualche modo li fa sembrare enormi. Sono come i successi di Hollywood della vecchia scuola '.

Il primo film è stato realizzato per $ 35 milioni, territorio di livello medio puro e, mentre secondo quanto riferito, 'Chapter Two' è stato in grado di raddoppiare quella cifra, l'attore vede ancora i soldi andare dove appartiene: sul grande schermo.

'Penso che il denaro sia sbagliato, a dire il vero', ha detto di altri grandi film di Hollywood. 'Penso che in gran parte sia in realtà sbagliato all'inizio, prima ancora che inizi a girare, sulle riscritture e poi ottieni un sacco di produttori perché tutti hanno troppa paura di rischiare e quindi assumono un altro produttore. Hai speso così tanto budget prima ancora di vederne un dollaro sullo schermo '.

'It Chapter Two'

Brooke Palmer

Ransone è anche contento che, nonostante un grande impegno in termini di tempo (è stato sul set da giugno a ottobre dello scorso anno), una sceneggiatura di 200 pagine e tutte le pressioni che derivano da un sequel tanto atteso, è stato ancora in grado di essere se stesso durante i tempi di inattività. 'Sono stato su cose che sono state difficili da girare, come' Generation Kill ', ed è una cosa diversa, ma sei ancora in piedi tutta la notte a raccontare barzellette con un gruppo di persone', ha detto.

Ciò include Chastain, che interpreta il ruolo di Beverly Marsh, l'unica donna perdente e protagonista che gode di alcuni momenti importanti con ognuna delle sue tante co-star. Mentre Chastain è stato aperto sulle esigenze di una scena particolarmente intrisa di sangue nel film, Ransone ha diversi ricordi delle riprese. Per lo più, voleva solo farla ridere.

'Probabilmente ce n'è di più sul pavimento della sala da taglio, ma la scena in cui siamo solo io e Jessica [è stata la più divertente]', ha detto Ransone. “Ero davvero intimidito, avevo davvero paura di lavorare con lei. È come Juilliard, un'attrice classicamente nominata, attrice nominata all'Oscar, e tutto ciò che continuavo a cercare di fare quando uscivo dal bagno dopo essermi accoltellato in faccia era cercare di farla ridere. Aprivo la bocca e usciva sangue e direi la merda più stupida. So che ci sono un sacco di riprese di lei in cui la sta solo perdendo. '

(E, sì, anticipa che ci sono molte altre scene di taglio che potrebbero alla fine riunirsi per il taglio del regista di Muschietti, una versione che Ransone immagina, ridendo, come 'la' Battleship Potemkin 'dei clown.')

Un'altra cosa che non è cambiata per Ransone: non riesce proprio a guardarsi sul grande schermo, arrivando al punto di lasciare la prima stellata Hollywood del film il mese scorso, senza nemmeno arrivare alla sua scena preferita con Chastain prima di dover tagliare e corri. 'È troppo difficile per me, non posso farlo', ha detto l'attore. “Ho smesso di fumare quello droga intorno ai vent'anni, tipo 'oh, so di non farlo più.' Più invecchio, meno riesco a farlo, perché ero in grado di mentire a me stesso come 'bene, forse io' diventerò più alto! forse la mia postura migliorerà! 'Quando ero più giovane, immaginavo il potenziale che sarei stato bello dopo. '

Questa è almeno una concessione personale, una piccola scelta in un'azienda che spesso non può offrire molti. Ransone lo sa tutto, ma il recente aumento della sua carriera ancora straziante lo ha apparentemente ispirato a smettere di preoccuparsi così tanto di ciò che Hollywood si aspetta da lui. 'Sto lavorando a una cosa personale davvero folle in questo momento, una non narrativa che la gente vedrà tra un paio di mesi', ha detto. 'E poi sto legando molto, navigando molto e andando in giro con il mio bambino. Sto letteralmente morendo così tanto che potrei iniziare come una linea di abbigliamento da donna da vendere a Fred Segel. '(Come al solito, non sta scherzando).

Forse c'è meno da temere in questi giorni, soprattutto dopo aver trascorso così tanto tempo a estrarre tutte quelle preoccupazioni per la sua ultima offerta sul grande schermo. In questi giorni, le preoccupazioni sono già abbastanza diverse rispetto a due anni fa. 'Continuiamo a farci questa domanda: di cosa hai paura ora che sei un adulto?' Ransone disse con una risata. 'Letteralmente, mi è stato probabilmente chiesto un centinaio di volte ed è così personale che devi avere una risposta. Il mio è un orso. '

Warner Bros. pubblicherà “It Chapter Two” nelle sale venerdì 6 settembre.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers