Kevin Brownlow pensa che un tesoro di film muti 'persi' stia raccogliendo polvere a Cuba

Kevin Brownlow



Emma McIntyre / Getty Images per TCM

Quando parli con Kevin Brownlow, hai un collegamento diretto con alcuni dei più grandi registi del cinema muto che siano mai vissuti. Lo storico del cinema britannico, ora ottantenne, ha intervistato e stretto amicizia con molti veterani del cinema quando aveva appena vent'anni. Ha quindi guidato i primi sforzi per preservare e ripristinare i film muti in un momento in cui il film muto veniva spesso deriso. Dire che Brownlow ha alcune storie su quei primi registi sarebbe un eufemismo.



5 voli in più recensioni

'Il re Vidor mi diceva,' Ogni volta che vedevo una foto di Cecil B. DeMille, mi faceva venire voglia di abbandonare l'attività, 'rdquo;' Brownlow ha detto durante un'intervista telefonica con IndieWire da casa sua a Londra - un sentimento sui 'Dieci Comandamenti'. il regista Brownlow non è d'accordo. Negli anni '60, incontrò anche Josef von Sternberg ('Era molto, molto difficile'), Allan Dwan e Abel Gance, il cui epico 1927 'Napoleone'; Brownlow ha trascorso oltre 12 anni a restaurare prima di debuttare una stampa ricostituita del film di quattro ore al Telluride Film Festival del 1979. Gance, allora 89 anni, era presente. Premiato per una risposta rapsodica, il restaurato 'Napoleone'. ha contribuito a diffondere l'importanza della conservazione del film come nessun altro progetto fino a quel momento.



Ora è sotto i riflettori il Brownlow. È stato appena insignito del Robert Osborne Award al Turner Classic Movies Film Festival di Los Angeles. (Brownlow aveva già ricevuto un Oscar Honorary Award per il suo lavoro sulla conservazione dei film nel 2010.) Nel presentarlo con l'onore, il presidente dell'AMPAS John Bailey ha dichiarato: 'Mr. Brownlow ha ispirato generazioni di studenti e cineasti. ”;

Ma Brownlow non è contento di essere solo onorato per il proprio lavoro passato: vuole che il lavoro continui, offrendo liberamente consigli su come raggiungere le future pietre miliari nella conservazione del film. E dove “; perso ”; capolavori silenziosi potrebbero ancora essere trovati.

Gracepoint vs Broadchurch

'Ricordo un rifugiato cubano che mi ha incontrato a Londra e che ha detto che tutti i film che stai cercando sono nell'archivio cubano'. Brownlow ha detto, riferendosi alla Cinemateca de Cuba dell'Avana, che è in possesso di circa 80.000 bobine di film storici, inclusi i primi film muti americani. 'Così ho parlato al telefono con un membro di alto rango [della Cinemateca], e solo per provare a testare le acque, gli ho chiesto se avesse una stampa del film perduto di Erich von Stroheim e' Il diavolo ' Key ’.; E ha semplicemente detto: 'L'ho visto.'

'The Key del diavolo', un dramma muto del 1920 montato da Universal Pictures sotto la sua etichetta Jewel, è ancora considerato perduto, e la sua riscoperta aiuterebbe a illuminare di più sulla carriera di von Stroheim.

'Puoi vedere che in realtà un'opera consiste spesso nel passare da un archivio all'altro solo controllando le cose che sanno di avere', ha detto Brownlow.

Dale Fuller (a sinistra) e Gibson Gowland (a destra) guardano mentre il regista Erich Von Stroheim dà il benvenuto a ZaSu Pitts sul set di “Greed”

Glasshouse Images / REX / Shutterstock

Ma alcuni archivi potrebbero non sapere nemmeno cosa hanno - o avevano. Il santo graal della conservazione del film muto potrebbe essere una stampa completa di otto ore di von Stroheim 'Greed', Greed, 'rdquo; che MGM tagliò a 140 minuti rilasciabili nel 1924. Brownlow disse che il figlio di von Stroheim Josef, che morì nel 2002, gli disse che l'intera versione di otto ore era seduta come 42 bobine di film che raccoglievano polvere per decenni dopo nell'archivio MGM ma con il titolo originale, 'McTeague', ”; che ha condiviso con il romanzo di Frank Norris che l'ha ispirato. Brownlow sospetta che sia stato semplicemente scartato nel periodo in cui MGM ha messo all'asta gran parte dei suoi cimeli in un'asta di fuoco nel 1970.

'La generazione in guerra odiava davvero il cinema muto,' Disse Brownlow. “; ho scoperto che il motivo era quando il suono entrava, al fine di assicurarsi che le persone non volessero tornare di nuovo ai silenzi, i produttori cinematografici erano soliti scattare foto mute molto primitive e mettere divertenti effetti sonori, e il suono tonk musica e rozzo, ‘ esilarante ’; commento e mostrarli come commedie a una bobina. Certo, quelli sembravano ridicoli, e la gente doveva aver detto a se stessa, era quello di cui mi sono innamorato? ’; ”;

Come dimostra la situazione di 'avidità', uno dei maggiori pericoli in termini di rintracciamento dei film muti è che molti silenzi hanno molti titoli, tra cui molti film americani rilasciati in altri paesi con titoli ritenuti più interessanti per il pubblico locale. Il consiglio di Brownlow alla prossima generazione di conservatori di film: guarda attraverso le riviste storiche di fan stranieri e scopri qual è il titolo di uscita straniera di film americani che si pensa siano andati persi, quindi cerca film con quei titoli.

nuovi programmi tv agosto 2018

Brownlow è nato a Crowborough, nel Sussex, nel sud dell'Inghilterra nel 1938. Ha iniziato ad innamorarsi del film all'età di 11 anni, ha fatto amicizia con Abel Gance mentre era adolescente e ha iniziato a lavorare sul suo film (con Andrew Mollo ) quando aveva solo 17 anni. 'È successo qui,' un film di storia alternativa che immaginava se la Gran Bretagna fosse stata invasa dai nazisti, è stato realizzato con pochi soldi ma raccolto da United Artists, che ha tagliato alcune scene controverse raffiguranti collaboratori del fascismo britannico, interpretati da veri neo-nazisti. “; Eravamo così compiaciuti in Gran Bretagna su come pensavamo che avremmo reagito all'invasione, ”; Disse Brownlow.

Non preoccupato per le piume increspate come lo era con 'È successo qui', ”; così rimane oggi. “Mi vergognavo così tanto della gilda del regista per aver rimosso D.W. Griffith dal nome del loro onore [nel 1999], ”; Disse Brownlow. " dopo tutto, erano tutti gentilmente concessi da D.W. Griffith. Se non avesse fatto foto come 'La nascita di una nazione' e ‘ intolleranza ’; Wall Street non avrebbe mai pensato che la prima industria cinematografica sarebbe valsa la pena di essere finanziata. Giudicare un'opera d'arte in base al modo in cui l'artista visse e pensò che il suo comportamento fosse ostile. ”;

Per Brownlow, la storia deve essere affrontata frontalmente - non migliorata, solo preservata - anche quando è difficile da guardare.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers

Televisione

Premi

Notizia

Altro