'Piccole donne': Florence Pugh ha trasformato il monello in un'eroina di successo del film

'Piccole donne'



Sony

'Little Women' ha tracciato le sue battaglie nel 1868, quando Louisa May Alcott ha trasformato amorevolmente la sua famiglia e la sua infanzia in quello che sarebbe diventato il suo romanzo d'autore. La surrogata di Alcott Jo è l'eroina principale del libro, un'ambiziosa giovane scrittrice che cerca disperatamente di farsi strada nel mondo. La sorella maggiore Meg ha idee più tradizionali su come le piacerebbe trascorrere la sua vita, mentre la sorella di mezzo Beth si dedica alla cura degli altri (proprio come la loro angelica mamma Marmee) e ad amare la sua famiglia il meglio che può il più a lungo possibile .



E poi c'è Amy. Il bambino della nidiata di marzo è stato a lungo visto come un giovane volgare, viziato che parte con alcuni dei più amati possedimenti di Jo (un viaggio in Europa, la formazione di arti classiche, il primo amore Laurie). Mentre è stata interpretata da molte attrici di talento nel corso degli anni - inclusa una svolta memorabile di Kirsten Dunst nella versione di Gillian Armstrong del 1994 e, più recentemente, di Kathryn Newton nella miniserie PBS del 2017 - è rimasta una noce particolarmente dura da decifrare.



Grazie alla rivelazione 'Piccole donne' di Greta Gerwig, tutto è cambiato. Con un'altra interpretazione vincente di Florence Pugh, la star di 'Midsommar' e 'Lady Macbeth' che sembra destinata a guadagnare il titolo di 'breakout' in ogni film in cui recita, abbiamo finalmente una correzione del corso su decenni di animosità di Amy.

'Ricordo quando ho detto per la prima volta ai miei amici che stavo interpretando Amy, erano come' Oh, è quello che odio ', il che va bene, perché è l'unica cosa per cui l'abbiamo conosciuta', ha detto Pugh in una recente intervista con IndieWire. 'Non le abbiamo dato la spinta. Non l'abbiamo mai vista con creatività. Non ha mai dovuto discutere sul motivo per cui ha bisogno di sposarsi in modo ricco. 'L'attrice, tuttavia, era incuriosita dall'idea di interpretare qualcuno, così tante persone hanno un lungo' odio d'amore '.

regina re guardiani

Pugh ha detto che Gerwig ha avuto grandi idee su Amy sin dall'inizio. “Quando l'ho incontrata per la prima volta, era tipo 'Voglio davvero che Amy lo sia Di Più. Voglio che lei sia più che la graziosa sorellina che è una marmotta che brucia il libro e prende il ragazzo '', ha detto Pugh. 'Questo è ciò che la gente la conosce davvero. È così facile apprezzare e adorare Jo perché rappresenta tutto ciò che vogliamo essere come persone. Vogliamo essere testardi, vogliamo essere testardi, vogliamo sapere che cosa è giusto, vogliamo guadagnare i nostri soldi e vogliamo essere la prima donna a farlo. '

All'apertura del libro di Alcott, Amy ha solo 12 anni. Pugh aveva 22 anni quando interpretava il personaggio, ma è stata in grado di attingere allo spirito di Amy in un modo che informa l'adulto che diventa nel corso del film.

'Dimentichiamo che Amy è in quel punto dolce di quasi sembrare un adulto ma di essere una bambina totale, e penso che ogni singola donna si sia trovata in quella situazione in cui probabilmente hanno 12 anni ma potrebbero apparire 14, 15, quindi tutto ciò che serve spetta a te dire una cosa e sembra che tu abbia di nuovo 10 anni ”, ha detto. 'Sento che è costantemente ciò che Amy sta saltando tra di loro. È in quel punto dolce di non sapere come gestire le proprie emozioni, non sapendo come canalizzarle, non sapendo come dire che è arrabbiata. '

Pugh ha iniziato a girare 'Piccole donne' dopo aver interpretato un altro personaggio classico istantaneo che non sa bene come dare voce alle sue emozioni nell'escursione horror bagnata dal sole di Ari Aster 'Midsommar'. E, sì, i personaggi sono molto diverso, ma Pugh li vede in relazione l'uno con l'altro.

'Mezza estate'

'Ho fatto' Midsommar 'e mi sono divertito moltissimo a farlo, ma è stato ovviamente un film stressante da girare', ha detto. “Era solo una di quelle bestie che ti ha portato via. Sono andato direttamente su 'Piccole donne', di cui sono così felice, perché significava che potrei essere questa bambina per tre mesi. Ho sempre detto che Amy era la mia terapia dopo quel film. Non pensavo davvero a quello che stavo facendo, quando è uscito 'Midsommar', e l'ho visto per la prima volta, ero tipo 'Oh, ecco perché sono stato triste. Ecco perché sono stato triste per un anno. ''

Mentre la sua stella è cresciuta, Pugh è stata costretta a saltare da un progetto all'altro con poco tempo di ritardo. La programmazione è stata così stretta tra 'Midsommar' e 'Piccole donne' che ha dovuto perdere le prime settimane di prove sul film di Gerwig, presentandosi fresca dal film cult di Aster. Pugh dice che una delle sue cose preferite del suo lavoro è legarsi con una nuova 'famiglia' in ogni progetto, e 'Piccole donne' sembra il tipo di cosa che funzionerebbe davvero solo se lei e reciterà insieme a Saoirse Ronan, Emma Watson, ed Eliza Scanlen divenne come una famiglia.

'Quindi, arrivo tardi', ha detto con una risata. 'Avevano già fatto circa due, tre settimane di prove. Mi è mancato ed è stato come, 'Oh, Dio, e se fossero già migliori amici, e io sono come l'estraneo?' Mi faccio vedere, 'Ehi, due settimane di ritardo. Ho appena ucciso il mio ragazzo in un tempio! 'Due giorni dopo, abbiamo iniziato le riprese, e ricordo solo che era molto normale, tutto molto felice e quasi come se non mi fossi perso un giorno'.

Il legame è stato immediato e Pugh afferma che la produzione ha favorito una 'sorellanza naturale' tra il gruppo. Così ha fatto lo stile di regia di Gerwig, che ha richiesto a tutti di conoscere tutte le loro battute dal salto, tanto meglio per elevare la sceneggiatura a strati e loquace.

perché Mary Bee Cuddy si è impiccata in "the homeman"?

'Avevi bisogno di conoscere [le linee] all'indietro, in avanti', ha detto. “Devi essere in grado di eseguire il ping a vicenda. Penso che avere questo standard ci abbia fatto venire tutti i giorni con il gioco 'A' perché non c'era tempo da perdere. Fai clic istantaneamente l'uno con l'altro e crei immediatamente la stessa cosa insieme. Non solo aumenta il morale, ma mantiene tutti sulla stessa pagina. ”;

La stessa Gerwig è andata fuori pagina - beh, la pagina di Alcott - alcune volte durante la realizzazione del suo secondo film. Mentre Jo inizia la sua carriera di scrittore a New York City, un'Amy in fiore viene scelta per accompagnare la temibile zia March (Meryl Streep) delle ragazze in un viaggio a Parigi. È lì che continua a sviluppare le proprie aspirazioni artistiche, si coglie con la possibilità di un matrimonio con un ricco gentiluomo ed è riunita con Laurie di Timothee Chalamet, l'amica di famiglia di March che adorava da tempo.

Gerwig trascorre molto tempo con Amy durante queste esperienze formative, una pausa dal romanzo di Alcott, e il risultato è una più profonda esplorazione di Amy che Pugh incarna magnificamente. Ancora più importante, le dà una nuova voce e prospettiva. In una svolta durante l'atto finale del film, una conflittuale Amy lotta con la consapevolezza che la sua arte non pagherà le bollette e il miglior modo di agire per lei è sposare ricchi. Non è sciocco; è terribilmente, dolorosamente realistico.

'Piccole donne'

Wilson Webb

“Come donna, c'era un modo chiaro di avere una vita sicura ed era se hai gli abiti e hai l'aspetto, quindi indovinate un po '? Dovresti cercare di sposarti ricco perché questa sarà l'opzione più sicura ', ha detto Pugh. 'I tuoi figli staranno bene e avrai una bella vita. Penso che Greta abbia appena dato ad Amy l'opportunità di esprimerlo. Non puoi semplicemente guadagnare i tuoi soldi ed essere un pittore. Non è così. Quello che stava facendo era la cosa più realistica e più saggia che una donna in quell'epoca avrebbe potuto fare. '

Le realizzazioni di Amy culminano in un discorso che interrompe lo spettacolo che fa a Laurie, che è entrambe ansiose di farne Amy e sgomento che sembra pensare che il matrimonio sia l'unico modo per perseguire una vita confortevole. Grazie a Meryl Streep per aver spinto Gerwig a scrivere un monologo così acuto ed eloquente per Pugh, che lo infonde con rabbia e accettazione duramente conquistata.

'Apparentemente Meryl ha detto a Greta:' Quello che devi mettere in questo film è che le donne non possiedono nulla. Non possiedono nemmeno i loro figli, e se avessero dei figli sarebbero di proprietà del marito ', ha detto Pugh. 'Per tutti rendersi conto di quanto fosse desolante, e quanto fosse ingiusto, dà immediatamente ad Amy il diritto di voler sposare ricchi in un nanosecondo.'

Pugh ha detto che la scena originale è stata scritta come 'una delle sue scene più grandi', ma Gerwig ha aggiunto il discorso appena prima delle riprese.

'Il giorno, Greta disse:' Ehi, ho questa piccola cosa che voglio che tu dica ', e poi mi ha consegnato questo pezzo di carta scritto a mano che aveva questa cosa che era così a lungo', Ha detto Pugh. “Ricordo ogni singola ripresa che ho fatto. È arrivato a un certo punto in cui ero tipo 'Non commettere un errore, non fare un errore, non fare un errore, non fare un errore.' È la prima volta che prova che Amy ha una testa sulle sue spalle, e lei sa di cosa sta parlando, e no, non sta solo pensando a questa vita glamour in cui arriva a indossare abiti grandi. È consapevole di quale sia il prezzo se non si sposa bene. È così necessario. '

jo piccole donne

Dopo “Piccole donne”, Pugh ha girato lo spin-off di “Black Widow” di Cate Shortland al fianco di Scarlett Johansson. A modo suo, ha detto Pugh, il film MCU è guidato da molti degli stessi elementi che alimentano 'Piccole donne'.

'Cate è stata così brava a essere così vigile nel mantenere questa storia cruda e dolorosa', ha detto. 'Riguarda le emozioni e riguarda queste ragazze distrutte che cercano di tornare di nuovo insieme e cercano di riparare qualcosa che è successo. Si tratta di sistemare te stesso e di come lo fai. Come idea per un film Marvel, e come una giovane donna, è come 'Oh mio Dio, questo è fantastico.' Le giovani donne vedranno questo, e guarderanno Scarlett nel suo elemento, e loro guarderemo questa trama, e questa è solo una cosa positiva. '

Le reazioni al primo trailer del film sono state in gran parte positive e persino Pugh ha confessato un certo sollievo. “Come attore, quando fai un film, le persone possono dire come sarà, ma fino a quando non lo vedi, non hai idea se le persone stanno cercando di creare qualcos'altro ', ha detto. 'Quando ho visto solo i combattimenti, il modo in cui è così grintoso, è così un film di Bourne, Jason Bourne! Guardarlo era bello e mi piaceva una piccola pompa da pugno. Devo guardare la Vedova Nera in azione. '

'Piccole donne'

Sony

Pugh ha detto che la sua famiglia 'Vedova Nera' era molto simile alla congrega delle 'Piccole Donne'. Ha scherzato sul fatto che lei e la co-protagonista David Harbour abbiano il tipo di amicizia che l'ha vista farsi il naso 'la maggior parte delle volte'. Quel tipo di confessione stravagante non dovrebbe sorprendere i fan che seguono Pugh sui social media. Sul suo account Instagram, condivide foto e video di tutto, dalle sue preparazioni per le uscite stampa alla danza nel suo garage. Non è una persona lucida, ma è affascinante.

'I social media sono così strani, e penso che abbiamo dimenticato che condividere solo parti specifiche della tua vita è la cosa più strana', ha detto Pugh. “È la ragione numero uno per cui così tanti adolescenti sono depressi, e ne sono pienamente consapevole perché, indovinate un po '? Mi rende depresso. Quindi, se mi rende depresso, allora cosa sta facendo ai bambini che sono semplicemente normali, bambini normali? Avere una sorella più giovane che è cresciuta in questo, sono così cauto su cosa le sta facendo e su come non finisca ora quando lascia la scuola '.

Pugh non gira parole come 'piattaforma' o 'portata', ma è chiaro che comprende la sua influenza crescente e vuole livellarla nel miglior modo possibile.

'Per come la vedo io, devo essere il più reale e il più possibile realistico', ha detto. 'Va del tutto bene sentirti a volte. È assolutamente accettabile pubblicare una foto meravigliosa, perché anche questa è vita. Ma devi mostrare i punti e devi mostrare le stranezze e devi mostrare la tua faccia gonfia, perché mi sentirei un po 'un imbroglione se fingessi che Questo era la norma. E non lo è. '

Non è veloce a dipingersi come una 'ragazza', non importa quante altre persone vorrebbero taggare con lei il moniker. Si concentra sul lavoro e, se ciò significa che più persone lo vedono, sicuramente, chiamala ragazza.

i film più attesi del 2020

'Essere una' ragazza 'significa cose diverse per persone diverse in momenti diversi della tua vita per i diversi film che fai', ha detto. 'Il modo in cui l'ho descritto nella mia testa è, 'Oh, un certo numero di persone ha davvero risposto al lavoro che hai fatto e non sanno come riassumere, quindi sono ti chiamerò la ragazza. 'La gente mi sta vedendo e la gente sente cose sul lavoro che sto facendo e come attore è uno dei migliori sentimenti di sempre. Questo è ciò per cui tutti lottiamo. '

Sony rilascerà “Little Women” mercoledì 25 dicembre.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers