Il trailer ufficiale della seconda stagione di 'Mindhunter' affronta gli Atlanta Child Murders

“Mindhunter”



Per gentile concessione di Netflix

Il nuovo trailer della serie poliziesca avvincente di Netflix 'Mindhunter' è atterrato in vista del ritorno dello show il 16 agosto. La seconda stagione vede gli agenti dell'FBI Holden Ford (Jonathan Groff) e Bill Trench (Holt McCallany) affrontare gli omicidi di Atlanta, che si sono svolti tra il 1979 e il 1981, con 28 afro-americani massacrati in Georgia.



Tra gli psicopatici saggi a cui Holden e Bill si consulteranno in questa stagione ci sono Charles Manson (Damon Herriman, che incarna anche l'assassino di culto in 'C'era una volta a Hollywood' di Quentin Tarantino) e il serial killer di New York David Berkowitz, aka Figlio di Sam . Sempre per la serie basata sul libro di John Douglas e Mark Olshaker c'è Anna Torv (no, non Carrie Coon) nei panni del professore di psicologia Wendy Carr, che assiste Holden e Bill nelle loro indagini sul comportamento criminale.



Come per la stagione 1, il creatore della serie Joe Penhall ha nuovamente attirato i migliori talenti d'autore per prendere le redini della regia. David Fincher dirige l'episodio di apertura della stagione e almeno un altro, secondo IMDb, seguito da Andrew Dominik ('L'assassinio di Jesse James del codardo Robert Ford') e Carl Franklin ('Il diavolo in abito blu'). La scorsa stagione ha visto la partecipazione dei registi Asif Kapadia ('Amy') e Tobias Lindholm ('A Hijacking').

La prima stagione era radicata nei primi giorni della profilazione criminale, ma con questa nuova stagione, stiamo entrando in un'era in cui le discussioni sul comportamento criminale sono diventate più ampiamente comprese - rendendo l'operazione di Holden e Trench, finora relegata in un seminterrato, più legittima.

Negli anni '70, dopo Manson, post-Figlio di Sam, post-Zodiaco, c'era davvero, non credo che si possa dire che sia stata un'epidemia, ma c'era sicuramente la sensazione che ci si sia allontanato, ”; Fincher ha detto della seconda stagione. C'è stata questa transizione. Ricordo che stava accadendo con Son of Sam. Quando ho lasciato la Bay Area a metà degli anni '70 e i nostri genitori si sono trasferiti in Oregon, vai a 300 miglia a nord e nessuno parlava di Zodiac. Era stata questa cosa festosa che non era mai stata portata a nessun tipo di chiusura, ma a nessuno importava [al di fuori della Bay Area]. Poi è arrivato Son of Sam, ed è stata Newsweek and Time, la copertina. ”;





Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers