La produzione televisiva di New York potrebbe essere spinta fuori città dalla proposta di autorizzazione al crack

'Successione'



mia hansen leone

HBO

Anne del Castillo aveva già trascorso 90 minuti sotto attacco. Ma quando le è stato chiesto di commentare il requisito di notifica di 14 giorni proposto dal Consiglio di New York per i permessi cinematografici / televisivi che richiedono richieste speciali di parcheggio, il commissario per l'ufficio dei media e dello spettacolo (MOME) del sindaco di New York è stato costretto , per la prima volta, per respingere.



'14 giorni uccideranno sicuramente l'industria, non posso sminuire le parole al riguardo. Non è così che funziona la televisione e andrà via ', ha detto Del Castillo all'audizione del comitato comunale del 26 settembre. 'Le richieste di contenuti sono così grandi ... e le decisioni sulle produzioni vengono prese molto rapidamente, i tempi di risposta sono molto rapidi. Quindi qualcuno oggi sta scrivendo una sceneggiatura che sarà girata la prossima settimana '.



E con ciò, ha cambiato il tenore della stanza e ha suscitato il primo round di applausi della mattina.

È un momento difficile per essere il commissario cinematografico. La città si è trovata a raggiungere la capacità, ed è destinata solo a crescere ulteriormente; sia Netflix che Lionsgate hanno recentemente annunciato l'intenzione di costruire i propri palcoscenici. Per i quartieri in cui film e TV amano girare, questo è un peso crescente.

Per il membro del consiglio e copresidente Robert F. Holden, 'Billions' di Showtime è stato responsabile di 'la goccia che ha spezzato il dorso del cammello'. Secondo Holden, la produzione ha preso il controllo delle strade commerciali nel suo distretto del Queens la settimana prima dello scorso Natale e violava 'ogni regola del codice di condotta di MOME', costando a ogni piccola impresa locale un aumento di $ 15.000 a causa della perdita di attività durante il periodo di shopping delle vacanze.

'I' quattordici giorni 'sono in realtà una conseguenza della mancanza di controllo da parte dell'amministrazione', ha dichiarato Holden. 'Ancora una volta, sta mettendo le piccole imprese in prima linea e il peso maggiore dell'impatto delle riprese. Deve essere più lungo di 48 ore perché non stiamo ottenendo alcuna collaborazione da parte di MOME o dell'amministrazione e non stiamo raggiungendo le società di produzione '.

“Miliardi”

Pearl Mackie lascia il dottore che

Jeff Neumann / Showtime

Era chiaro che il consiglio aveva ritenuto la Del Castillo e il suo ufficio responsabili di non ricoprire il ruolo di 'cattivi attori', ma entrambe le parti hanno riconosciuto che l'ufficio del MOME era gravemente a corto di personale, il che rendeva difficile la supervisione. Il membro del Consiglio Mark Levine ha anche contrastato i suoi colleghi '. lamentele, sostenendo che il comitato stava ignorando il gran numero di storie di successo in cui le produzioni avevano fatto di tutto per sostenere le imprese e l'economia locale.

Sotto il sindaco Bloomberg e il suo commissario cinematografico e televisivo Karen Oliver, New York City ha lavorato a stretto contatto con gli studi per riaprire le sue porte sullo sfondo iconico di New City e ha cambiato bruscamente la sua percezione come un luogo impossibile da girare. Insieme all'introduzione degli incentivi fiscali favorevoli dello stato, i cambiamenti hanno trasformato New York City in un importante centro di produzione. Ora ogni stagione televisiva porta più di 60 serie televisive con script e una spesa annua stimata di $ 8,9 miliardi allo stato. Anche l'amministrazione De Blasio sostiene la produzione, ma deve gestire il difficile equilibrio tra la riduzione dell'onere per i residenti e l'incoraggiamento di cose come 'pranzi a piedi' che supportano le imprese locali, pur mantenendo la sua attraente reputazione pro-produzione.

trailer della sesta stagione di castello di carte

Dietro le quinte delle riprese di 'Unbreakable Kimmy Schmidt'

Eric Liebowitz / Netflix

Del Castillo è stato estremamente ricettivo, e talvolta apologetico, in risposta ai numerosi reclami dei membri del consiglio e specifici del quartiere. Ripetutamente, ha promesso di lavorare con i membri del consiglio per trovare soluzioni e creare cambiamenti nei prossimi sei mesi. Il suo comportamento era in netto contrasto con le tirate rabbiose e talvolta irrazionali dei membri del consiglio, alcuni dei quali mettevano apertamente in dubbio il valore dell'impronta di film / TV in città.

A un certo punto, il copresidente Mark Gjonaj (Bronx) ha richiesto un elenco di tutti gli spettacoli che girano in città quel giorno, inviando Dean McCann, direttore esecutivo della produzione e delle operazioni a New York, fuori dall'audizione per recuperare un elenco dei 59 produzioni girate quel giovedì. La maggior parte degli osservatori conosce McCann come un impiegato di città sovraccarico di lavoro e un ingranaggio vitale che consente alla ruota di produzione di New York di girare ed è in contatto quotidiano con il NYPD e decine di produzioni - risolvendo problemi che vanno da come Steven Spielberg può mettere in scena un'enorme danza 'West Side Story' scena nel mezzo di una strada, a come uno spettacolo di poliziotti può tranquillamente tirare fuori un colpo alla guida di notte. Per gli osservatori del settore, l'implicazione che McCann non era in qualche modo al di sopra di ciò che stava girando al momento era tanto divertente quanto offensiva.

A un certo punto, Gonaj ha espresso il suo sgomento per la supervisione di MOME - una strada era così sovraccarica di produzione, che era consentita due terzi dell'anno! McCann sottolineò seccamente che l'incrocio tra la 48th Street e la 6th Avenue era, in realtà, uno studio: 30 Rockefeller Plaza, sede della Universal / NBC.

Successivamente, lo staff di MOME ha dovuto spiegare che la ragione per cui l'ufficio del sindaco non può vietare la produzione nel quartiere del membro del consiglio Kalman Yeger (Bensonhurst, Borough Park, Midwood e Ocean Parkway) è una violazione del Primo Emendamento. Yeger era fortemente in disaccordo.

'Quando' Law & Order 'decide di voler chiudere alcune strade perché vuole filmare una scena all'aperto in cui un [detective] insegue qualcuno, non è un primo emendamento giusto', ha detto Yeger. 'Quando arrivano in un quartiere, non portano altro che male'.

con film d'artista

'Legge e ordine'

Wolf Film / Kobal / REX / Shutterstock

Infine, prevalgono le teste più fredde con discussioni sull'aumento delle tasse decennali di MOME per produzioni più grandi e la necessità di MOME di un budget più ampio. Ma finché il Consiglio Comunale continuerà a presentare la proposta di notifica del permesso di 14 giorni, il mondo del cinema di New York rimarrà scettico, se non combattivo - i sindacati che hanno già iniziato a mobilitare i membri sulla questione - verso gli sforzi per frenare la produzione.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers