Un giornalista ha contato ogni parolaccia nei film di Quentin Tarantino, tra cui 901 bombe a F

'Pulp Fiction'



Miramax

Quentin Tarantino ama sicuramente scrivere volgarità. Il reporter di Dallas Observer Garret Gravely ha affrontato il folle compito di registrare ogni parolaccia pronunciata in un film di Quentin Tarantino (vedere il rapporto completo qui), rivelando che la parola F è l'esplosivo della scelta del regista. Finora i nove film di Tarantino (contando 'Kill Bill' come un film, secondo le preferenze del regista), la parola F è stata lasciata cadere per un totale di 901 volte. Il totale lo rende di gran lunga la parolaccia più usata da Tarantino. Arrivare a un numero due distante è 'merda' con 295 menzioni.



Il Daily Observer suddivide ogni caratteristica di Tarantino in parolacce e poi li somma tutti insieme per una panoramica finale. Entrambi i risultati forniscono alcuni dati sorprendenti sulla relazione di Tarantino con il linguaggio NSFW. Ad esempio, il debutto alla regia di Tarantino 'Reservoir Dogs' presenta più bombe F di qualsiasi altro film di follow-up (269 menzioni). 'Pulp Fiction' è un secondo estremamente vicino con 265 menzioni. Il vincitore di Palme d’Or di Tarantino è anche il regista più pieno di spiegazioni con un totale di 431 parolacce. 'Bastardi senza gloria' è il più pulito di Tarantino con 38 parolacce totali. È interessante notare che i primi lavori di Tarantino erano pieni di linguaggio NSFW rispetto ai suoi sforzi più recenti. I primi tre film del regista, 'Reservoir Dogs', 'Pulp Fiction' e 'Jackie Brown', sono in cima alla lista dei Dallas Observer.



Il rapporto include anche dettagli sull'uso polarizzante della parola N da parte di Tarantino, che è stato fonte di lunghe controversie per il regista durante la sua carriera. 'Django Unchained' ha usato 110 volte lo slur razziale, mentre 'Jackie Brown' e 'The Hateful Eight' presentavano entrambi la parola oltre 35 volte ciascuno. Anche con tre film di Tarantino che non presentano un solo uso della parola N ('Kill Bill', 'Bastardi senza gloria', 'C'era una volta a Hollywood'), la parola è ancora la terza espressione più usata nei film di Tarantino.

scena di apertura dello spettro

L'uso di Tarantino dello slur razziale è stato difeso dalle sue star come Jamie Foxx e Samuel L. Jackson. Foxx, che ha interpretato il personaggio del titolo in 'Django Unchained', ha dichiarato a Yahoo! Spettacolo dell'anno scorso, ho capito il testo. La parola N è stata pronunciata 100 volte, ma ho capito il testo - che è il modo in cui era in quel momento. '

Jackson è stato ancora più difensivo in un'intervista con Esquire all'inizio di quest'anno. &x2012; è qualche stronzata, ”; ha detto l'attore. “; Quando abbiamo fatto ‘ Pulp, ’; Ho avvisato Quentin dell'intera memoria di ‘ n-ger. ’; Ero tipo, 'Non dire', non c'è spazio di archiviazione. ’; È come, 'No, lo dirò così.' E abbiamo cercato di ammorbidirlo rendendo nera sua moglie, perché non era stato originariamente scritto. Ma non puoi semplicemente dire a uno scrittore che non può parlare, scrivere le parole, mettere le parole in bocca alle persone della loro etnia, il modo in cui usano le loro parole. Non puoi farlo, perché poi diventa una falsità; non è onesto. Non è solo onesto. ”;

Vai al Dallas Observer per il rapporto completo.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers