'Discussione fantasma': ecco cosa dicono i critici sulla performance finale di Daniel Day-Lewis

'Discussione fantasma'



Guarda la galleria
22 foto

Daniel Day-Lewis ha già cinque nomination all'Oscar come miglior attore e sembra destinato a ottenere un sesto posto per il suo lavoro in 'Phantom Thread' di Paul Thomas Anderson. L'attore è interpretato da Reynolds Woodcock, un rinomato stilista londinese nel Anni '50, e il ruolo è diventato molto pubblicizzato da quando segna la performance finale di Day-Lewis prima di ritirarsi dallo schermo. Fortunatamente, sembra che Day-Lewis stia uscendo con una nota gloriosa.

discorso oscar rami malek

Nella sua recensione di A del film drammatico Eric Kohn di IndieWire, 'Anderson ha realizzato un memorabile finale per il suo collaboratore di' There Will Be Blood 'nel sarto britannico Reynolds Woodcock', sottolineando quanto con successo Day-Lewis 'affronta la sfida' di scavando nella 'immaturità emotiva' del suo personaggio. Kohn non è il solo a lodarlo per Day-Lewis. Ecco cosa dicono i critici di tutto il paese in merito alla performance finale dell'attore.



Peter Bradshaw, The Guardian
Day-Lewis offre un'esibizione quasi ridicolmente carismatica, il tipo che solo lui poteva cavarsela. Lui è Hardy Amies e Norman Hartnell con un pizzico di Tony Armstrong-Jones - sicuramente la relazione di Hartnell con sua sorella e il suo socio Phyllis è evocata qui. È uno studio sulla leadership di culto da confrontare con The Master di Anderson e un ritratto della solitudine imprenditoriale da affiancare alla sua apparizione in “There Will Be Blood” di Anderson.



Owen Gleiberman, Varietà
Daniel Day-Lewis ha trascorso abbastanza tempo dietro la facciata di voci inventate e capelli elaborati che è sempre un po 'uno shock ironico vederlo tornare nella pelle del suo aspetto e della sua personalità. Nelle prime scene di “; Phantom Thread, ”; lui è urbano, invitante e debolmente britannico, con i suoi capelli neri e grigi spazzati indietro; è così gentiluomo nel suo flirt che ti ricorda qualcuno come George Martin.

diversi tipi di xenomorfi

Todd McCarthy, The Hollywood Reporter
L'uomo che ha creato sullo schermo qui è un'affascinante combinazione di temperamento consapevolmente mostrato, acuto discernimento, talento magico, evasione emotiva, volti sconcertanti, disciplina sovrumana e, in definitiva, vulnerabilità infantile. Alla fine, Woodcock può o meno essere il personaggio più potente e resistente del pezzo, ma è estremamente complesso e affascinante da osservare.

Michael Snydel, The Film Stage
Day-Lewis offre una performance che non è un'ovvia ultima presa per una statua d'oro. È presumibilmente una presenza prepotente, incline a scoppiettanti esplosioni e che enuncia le sue parole con una gentile premurosità, ma le sue caratteristiche essenziali sono al servizio dell'incanto simultaneo del film e dell'ammirazione clinica per la moda. Fedele agli occhi di un designer, Day-Lewis è incantato dal movimento e dal flusso, ma anche il suo comportamento più tenero ha un'aria di possessività

questo vicino tramonto

Jason Guerrasio, Business Insider
Daniel Day-Lewis interpreta Woodcock nei panni di un uomo dal linguaggio tenero con un grande talento ma anche un grande ego ... Day-Lewis tiene la sua solita master class di recitazione. Interpreta Woodcock come un uomo guidato come Daniel Plainview in 'There Will Be Blood', ma non come psicotico. I suoi scoppi di rabbia sono di allontanare le persone in modo che possa scavare più a fondo nel suo lavoro.

Tim Grierson, Screen Daily
Day-Lewis è meno imponente di quanto non fosse nei suoi turni vincitori dell'Oscar in Lincoln e Anderson c'è Will Blood, ma quella mancanza di fuoco è stata sostituita da un vuoto non detto all'interno di Reynolds. Questo sarto non è trattato come un genio complicato ma affascinante standard.

Matt Goldberg, Collider
Per Day-Lewis, ha senso il motivo per cui ha scelto che questa fosse la sua ultima esibizione. Non è che sia il suo miglior lavoro, anche se è allo stesso livello di eccellenza che ci aspettiamo da lui nel corso dei decenni (nessuno gioca un nervo crudo come Day-Lewis).

“Phantom Thread” si aprirà in alcuni cinema il 25 dicembre.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers