Post-TIFF, la migliore attrice Oscar Race è Scarlett Johansson contro Renée Zellweger

Scarlett Johansson alla premiere TIFF 'Marriage Story'



Stacey Newman / Shutterstock

Il Toronto International Film Festival dà e toglie. Il pubblico notoriamente amichevole di Toronto non deve essere completamente fidato - con l'eccezione del People's Choice Award, che è stato assegnato a vincitori del premio come 'Chariots of Fire', 'American Beauty', 'Slumdog Millionaire', 'The King's Speech, '12 anni schiavi' e 'Libro verde'.



l'abbraccio del trailer del serpente

Quindi, quando il pubblico TIFF dà una standing ovation, devi capire cosa significa. Hanno applaudito con entusiasmo la 'Storia del matrimonio' di Netflix con Adam Driver e Scarlett Johansson a portata di mano, che continua a dare slancio da Venezia a Telluride e Toronto, seguita da New York, dove giocherà come gangbusters sul suo territorio. (È seduto a 96 su Metacritic.)



Johansson, mai nominato, lo sta sfidando nella corsa alla migliore attrice con Renée Zellweger (“Cold Mountain”), nominata tre volte, che canalizza il relitto emotivo Judy Garland alla fine della sua tragica vita in “Judy”. Debutto di Telluride, 'Judy' ha suscitato un'eccitante e lunga ovazione al TIFF che ha lasciato l'attrice in lacrime. E ha debuttato bene alla TIFF 'Harriet' di Kasi Lemmons, con l'attrice e cantante britannica Cynthia Erivo nel ruolo dell'eroica ex schiava trasformata abolizionista Harriet Tubman.

A cavalcare le onde del brusio del TIFF c'è anche 'Hustlers' di Lorene Scafaria, la storia di un neofita dello strip club (Constance Wu) che viene preso in mano da uno straordinario ballerino di pole (Jennifer Lopez). Non c'è dubbio che la potenza stellare di JLo illumina questa confezione commerciale. STX potrebbe tirar fuori un po 'di botteghino. Ma è un contendente all'Oscar? Non credere all'hype. Se Lopez dovesse cedere, sarebbe come contendente di supporto. È la storia di Wu.

Ogni contendente all'Oscar crea una narrazione per portarli alla vittoria. Johansson è la star del cinema che sta dimostrando la sua buona fede come attrice drammatica che lavora per un autore rispettato, Noah Baumbach, e 'Marriage Story' è la narrazione perfetta per l'Oscar: Johansson ha iniziato come un'attrice bambina cresciuta sotto i nostri occhi, da Robert Redford “The Horse Whisperer” attraverso l'indie “Ghost World” e il successo globale “Lucy” e il suo ruolo ricorrente come Black Widow nei film Marvel, che alla fine produrrà uno spin-off indipendente portato da Johansson.

Mrs maisel recensione stagione 2

Per quanto riguarda gli Oscar, è molto meglio recitare in un film elogiato che in uno debole. Questa è la sfida per Zellweger. È un camaleonte di 50 anni (la serie di 'Diario di Bridget Jones', 'Jerry Maguire') che ha ottenuto l'ultima nomination nel 2004, è uscita dalla ribalta per sei anni e è tornata in una serie di piccole indie prima atterrando questo succoso ruolo di ritorno. Anche se non si è mai allenata come musicista, ha convinto tutte le sue braciole di Broadway nel suo ruolo di Roxie Hart in 'Chicago' di Rob Marshall. E lo fa di nuovo in 'Judy'. Zellweger, come Garland stessa, sta attirando simpatia.

Renée Zellweger

PICJER / imageSPACE / Shutterstock

Ma il film in cui recita, diretto da Rupert Goold, non è così forte. (È su 66 a Metacritic.) Roadside Attractions sta inseguendo due obiettivi: aprire il film il 27 settembre, cavalcare il grande passaparola generato dai festival e spingere per l'Oscar di Zellweger. Il distributore, con le cose giuste, ha consegnato contendenti all'Oscar come 'Biutiful', 'Winter's Bone' e 'Albert Nobbs'. 'Judy' dovrebbe attirare il pubblico nei cinema sulla strada per Zellweger SAG, Golden Globes e Oscar nomination. Battere Johansson è un'altra cosa.

Due drammi di azione sociale potrebbero competere tra loro per una slot come migliore attrice. Erivo ha il calore di Toronto per il suo ruolo atletico e feroce in 'Harriet'. Ma Focus Features dovrà attirare il pubblico per vederla nei cinema, e il pubblico afro-americano può essere instabile. Dovrebbero rispondere bene a questo eccitante pezzo di storia americana. Ma ancora, le recensioni sono su 65 su Metacritic.

Cynthia Erivo

Eric Charbonneau

re Arthur Jude Law

Sbarcare recensioni migliori è stato il breakout Sundance (Metascore: 75) dello scrittore-regista Chinonye Chukwu, film drammatico in prigione “Clemency” (27 dicembre, Neon). Alfre Woodard interpreta un guardiano della prigione sotto coercizione. I film drammatici del braccio della morte hanno una lunga storia con l'Accademia: pensa il vincitore dell'Oscar 'Dead Man Walking', 'rdquo; che ha ottenuto una nomination come miglior attore per Sean Penn e una vittoria come migliore attrice per Susan Sarandon. Woodard non è stata nominata dal suo ruolo di breakout in 'Cross Creek'. nel 1983. “Clemency” ha vinto il Gran Premio della giuria del concorso drammatico statunitense prima di aprire i nuovi registi / nuovi film al MoMA. Ma era a gennaio, e il film si aprirà quasi un anno dopo.

L'anno scorso, il thriller horror di Jordan Peele 'Get Out' è stato un successo così critico e al botteghino che ha ottenuto quattro nomination agli Oscar 2018, tra cui il miglior attore Daniel Kaluuya e una vittoria nella sceneggiatura originale per Peele. Quest'anno, la versione horror di follow-up di Blumhouse 'Us' (22 marzo Universal) ha pubblicato recensioni e botteghini comparabili. Ma anche il film di genere ha incontrato grandi aspettative.

La vincitrice dell'Oscar Lupita Nyong'o (“12 anni schiavi”) è molto probabile che ritorni nella mischia dei premi per la sua doppia esibizione a strati, ma affronta la concorrenza di Awkwafina, stella di successo del successo dell'anno Sundance, Mandarin- di Lulu Wang il film drammatico della famiglia 'The Farewell' (A24), che ha superato i 16,8 milioni di dollari ed è ancora nei cinema.

Post-TIFF, sono i primi cinque contendenti per la migliore attrice protagonista nei film che sono stati proiettati.

Non sottovalutare mai Meryl Streep, comunque. La nomination all'Oscar per 21 volte, recita in un ruolo succoso e comico nella commedia di Steven Soderbergh “La lavanderia automatica” (27 settembre Netflix), scritta dal collaboratore di lunga data del regista “Traffic” vincitore dell'Oscar Scott Z. Burns e interpretato da Gary Oldman, vincitore dell'Oscar (che ha consegnato alla Streep perenne Oscar un premio come attrice al gala dei premi TIFF). Ispirato ai Panama Papers, il film segue un gruppo di giornalisti che scoprono e rivelano 11,5 milioni di file che collegano l'élite di potere del mondo ai conti bancari nascosti che hanno usato per saltare le tasse. Ma dopo aver interpretato Venezia e Toronto, il film ha guadagnato un modesto 59 Metascore.

Altri film con promettenti attrici contendenti sono ancora in arrivo, tra cui il candidato all'Oscar “Lady Bird” Saoirse Ronan in “Piccole donne” di Greta Gerwig (25 dicembre, Sony), Charlize Theron nel film drammatico di Roger Ailes di Jay Roach “Bombshell” (20 dicembre, Lionsgate) e Jennifer Hudson nel ruolo di Grizabella nel musical “Cats” di Tom Hooper (20 dicembre, Universal).



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers