Retrospettiva: I film di Brian De Palma

Pochi registi sono così polarizzanti Brian De Palma, il cui nuovo film, il già discusso 'Passione, 'Apre questa settimana (leggi la nostra recensione da Venezia qui). Acclamato da alcuni come un visionario americano e un moderno maestro della suspense, capace di prodigi visivamente meravigliosamente realizzati, De Palma è deriso da altri come un hack apertamente referenziale che ha basato quasi tutta la sua carriera su un unico trucco: strappare Alfred Hitchcock. Ma come 'Psycho non americano: Brian De Palma e l'invisibile politico, 'Il nuovo testo accademico sul regista di Chris Dumas, sottolinea, questa divisione è almeno in parte sua. De Palma è un regista che una volta affermava di voler essere “l'americano Godard'E ha parlato apertamente della' rivoluzione 'alla televisione nazionale (fatto divertente: una volta è stato sparato da un poliziotto), ma ha continuato a creare intriganti spettacoli di popcorn che sono stati occasionalmente boicottati per la loro misoginia percepita (almeno due dei suoi film sono stati generati onesti a Dio, rivolte organizzate). Ma se uno dei doni intrinseci di De Palma come artista è la sua straordinaria capacità di sintetizzare film che si sentono proprio fuori dal materiale di origine disparato, ciò non porta sempre a una grande coerenza per quanto riguarda la qualità della sua produzione— e così la sua affascinante filmografia spazia dal classico dal freddo alla pietra a quello che il lavaggio del pensiero pensa ??? e viceversa, più volte.



È innegabile che De Palma abbia un vero talento e senso visivo. Quando così tanti film d'azione e di suspense in questi giorni si perdono in una mescolanza di tagli rapidi e tremolio tenuto in mano, la macchina fotografica di De Palma scivola con grazia intorno alle sequenze, in modo da essere sempre consapevole della geografia spaziale del momento e di dove si trovano i personaggi in relazione alla fotocamera e l'un l'altro. Usa tutta una serie di trucchi come una sorta di scorciatoia visiva: l'obiettivo diottrico diviso che consente di mettere a fuoco sia il primo piano che lo sfondo, l'impiego dello schermo diviso per una serie di motivi (principalmente per mostrare lo stesso evento da due luoghi o prospettive diverse) e l'uso del rallentatore come modo non solo di amplificare l'importanza visiva di un momento ma di accentuare l'emozionalità del momento. Ma (specialmente per i suoi detrattori), questi svolazzi spesso acutamente consapevoli di se stessi possono finire per togliere da quelle che sono spesso percepite come narrazioni leggere, pezzi in cui lo stile non migliora il soggetto ma piuttosto è il soggetto.





L'entusiasmo vocale di entrambi i suoi sostenitori e detrattori lo rende in qualche modo unico nel suo gruppo di pari (che include anche Steven Spielberg, Martin Scorsese, George Lucas e Francis Ford Coppola). Fin dall'inizio sembra che debba essere adottato un approccio di tipo 'lascialo o lascialo'; o sei a bordo o no. Ma questo è leggermente ingiusto. Ci sono cose che persino gli scettici possono amare a malincuore dei suoi film, e cose che anche gli irriducibili sono pronti ad ammettere possono essere migliorate. In questa funzione, speriamo di esplorare la vasta gamma di emozioni associate alla filmografia distintiva di De Palma. Naturalmente, dato che si tratta di De Palma, occasionalmente possiamo scivolare nel regno dell'ossessivamente irrimediabilmente noi stessi. È solo appropriato.

'Bite The Mod'(1968)
Per quanto riguarda i lungometraggi di debutto, è difficile trovare uno che sia più evocativo della traiettoria generale della carriera del regista di 'Murder a La Mod'. Rilasciato in un teatro a New York City nel 1968, il film fu rapidamente dimenticato e rimase, per un mentre uno degli angoli nascosti del passato di De Palma. Puoi già sentire gli effetti Antonioni'S 'Saltare'Stava avendo sul regista (così come Michael Powell'S 'Guardone' e naturalmente, Hitchcock), in questo racconto di omicidio ambientato nel territorio confuso tra arte e pornografia. Un certo numero di film De Palma più tardi, anche qui, possono rivendicare la loro origine, insieme alle sue principali ossessioni tematiche: voyeurismo e violenza sessuale. In effetti il ​​film è relativamente divertente, anche se, a 80 minuti, sembra più un progetto di tesi di una scuola d'arte piuttosto che un film in buona fede (e quella canzone tematica, scritta e cantata dal futuro 'Fantasma del paradiso' icona William Finley, è una specie di grido). L'estetica in bianco e nero del film si aggiunge alla sua qualità generalmente casalinga, in bilico tra lo sperimentalismo (già stava giocando con i salti e le riprese POV) e il dilettantismo (alcune scene sono tagliate in modo strano, e non è per effetti drammatici o artistici) . L'umorismo che definirebbe i migliori film di De Palma è scarso qui, anche se alcune delle sequenze sono involontariamente esilaranti. È come se De Palma non fosse sicura se l'umorismo e l'orrore potessero mescolarsi, quindi voleva assicurarsi che le commedie che stava facendo in quel momento fossero ultra stravaganti e che cose come 'Murder a La Mod' fossero raccontate il più direttamente possibile. Guardando 'Murder a La Mod' ora, come parte della diffusione supplementare sull'edizione deluxe Criterion di 'Spegnere, 'È come scoprire una capsula del tempo di De Palma che predice il futuro della sua carriera. Se solo il film fosse migliore. [C]

“;Saluti”; (1968)
Il pubblico che conosce (e forse adora) De Palma solo per l'elegante, immacolato Hitchcockian postmodern movieness che ha dominato la sua carriera, potrebbe anche non riconoscere il De Palma dei primi anni '70 con il suo stile socio-politico e lo stile comico anarchico, sciocco e a ruota libera. Una divertente satira sociopolitica su tre uomini di New York che cercano di schivare la bozza del Vietnam, 'Saluti'. è insolito e stravagante con segmenti musicali che ricordano qualcosa preso da “;The Monkees”; Serie TV o Beatles durante i loro primi anni Aiuto! giorni. Protagonisti Robert De Niro (in uno dei suoi primi ruoli principali), Jonathan Warden e Gerrit Graham, l'immagine pesante di vignetta gioca a malincuore come una parodia auto-beffarda dell'amore libero e della cultura degli anni '60, abbracciando allo stesso tempo lo zeitgeist anti-istituzione. digressivo, episodico e molto sciolto (vedere questo in contrasto con il lavoro moderno di De Palma è come vedere la notte e il giorno), il film segue tre personaggi: Paul (Warden) il timido cercatore d'amore che usa un servizio di appuntamenti al computer per scopare, Jon (Deniro ), il filmmaker dilettante che fa capolino che aiuta a allenare i suoi amici fuori dalla bozza con tutti i tipi di idee esilaranti e selvagge, e Lloyd (Graham), il dado della cospirazione dell'assassinio di Kennedy. Mentre DeNiro è in gran parte definito come il tipo duro super-serio senza fronzoli in “;Vie medie, ”; le sue collaborazioni con De Palma sono molto più avanti del film rivoluzionario di Marty ed è meraviglioso vederlo così libero e giocoso in questa parte nebulosa (più simile a Rupert Pupkin in “;Il re della commedia“) - a un certo punto rompe anche il 4 ° muro. Mentre è ancora molto ragtag, l'affetto di De Palma per la New Wave francese è molto evidente, e mentre l'entusiasmo eclissa ancora una volta la concentrazione, 'Saluti' è comunque vibrante, vivace e spesso a volte un ritratto esilarante dell'ansia di vivere all'ombra della brutta copia. [B]

“;La festa di nozze”; (1969)
Vedrai spesso 'The Wedding Party' - quando guardi una visione cronologica della filmografia di De Palma - elencata come il suo terzo lungometraggio (come è qui), ma non fare errori, in realtà è suo vero debutto alla regia (beh, sorta). E ad essere sinceri, mostra. Prodotto indipendentemente, girato nel 1963 e pubblicato sei anni dopo, è sicuro dire che DePalma preferirebbe che questo film fosse visto come un film per studenti invece di quello che è tecnicamente il suo debutto (anche se è discutibile anche questo: i suoi crediti elencano il suo dramma insegnante e direttore di scena di fama Wilford Leach e il produttore del film Cynthia Munroe come co-registi, ma si dice che Leach abbia lavorato con attori e Munroe abbia semplicemente pagato per questo). Protagonisti Robert De Niro (elencato erroneamente come ”; Denero ”;), Jill Clayburgh (entrambi i quali gli sono stati accreditati 'scoprendo') e Charles Pfluger, “; La festa di nozze ”; è una farsa oscura ambientata a Long Island, New York, con una semplice premessa: uno sposo presto interagisce con la famiglia della sua fidanzata e i membri della sua festa di nozze due giorni prima che si supponga che si sposerà. Ciò equivale in gran parte allo sposo (Pfluger) che conversa con i suoi amici (uno dei quali è DeNiro) su vari argomenti di attualità degli anni '60 come la rivoluzione sessuale, il Vietnam e il potere nero, il tutto discutendo anche della laurea e del matrimonio imminente. Forte di entusiasmo, ma a corto di attenzione, risate o intuizione 'The Wedding Party'. è spesso improvvisato (mostra) e, come tutti i suoi primi lavori, ha una lucentezza sciocca. Notevole per il suo uso di tagli di salto (De Palma era innamorato dell'energia della New Wave francese all'epoca) e delle tecniche del cinema muto (carte del titolo, accelerate correndo in giro per la Keystone Kops), il regista sembra sputare tecniche sullo schermo (fotografia fissa, voice over) senza pensarci troppo o arrangiarsi. E spesso, dette tecniche sembrano scelte di necessità, circostanze o budget piuttosto che creative. Mentre una curiosità interessante, in particolare per i completisti di De Niro e De Palma, 'The Wedding Party' è più un esperimento non lucidato nel cinema piuttosto che un vero film di De Palma e dovrebbe essere visto come tale. [C]

“;Ciao mamma!”; (1970)
Mentre un senso dell'umorismo diabolico e arcigno è la chiave per comprendere l'elegante, esagerata seconda metà della carriera di De Palma, ci si deve chiedere se i cinefili degli anni '70 lamentassero la fine del suo irriverente, sconsiderato, trasandato e anni '60- ispirato stile groovy che ha attraversato la sua carriera iniziale e si è concluso con 'Saluti' (e in misura minore 'Conosci il tuo coniglio“). Continuando la divertente esplorazione sociopolitica di De Palma, il quarto lungometraggio del regista è una commedia controculturale / quasi sequel di “; Greetings, ”; questa volta concentrandosi su Jon Rubin, il guardone / aspirante regista interpretato da Robert De Niro (Allen Garfield inoltre riprende essenzialmente un ruolo simile del venditore ambulante. Una satira mediatica e invio, 'Ciao mamma!' si concentra su Rubin (un veterinario del Vietnam ovviamente), tornato a New York trovando che le sue tendenze voyeuristiche (allerta preoccupazione De Palma!) hanno assunto una tendenza più demente. Una volta che Rubin viene coinvolto con il magnate del porno per adulti John Barren (Garfield), elabora un piano per scattare foto pornografiche filmando i suoi vicini ignari; andare fino ad uscire con una ragazza della porta accanto e tentare di fare il tempo del loro amore con la sua videocamera calcolatrice. Con apparizioni di Jennifer Salt, Charles Durning e attore diventato regista Paul Bartel ( 'Mangiare Raoul“), “; Ciao mamma! ”; è quasi due film in uno, con la seconda parte che assume uno stato d'animo arrabbiato e politicamente carico in uno stile completamente diverso di verite cinematografica (questo personaggio potrebbe facilmente essere un precursore di Travis Bickle). È come se il film volesse un “;Vertigine”; -esque turn (attenzione preoccupazione Hitchcock!), e cambia marcia quando Rubio diventa sempre più violento e guerrigliero urbano. Quando il suo piano di carriera porno fallisce, il veterano disilluso si rivolge a un gruppo teatrale radicale semplicemente per adattarsi in qualche luogo. Indica i segmenti del viso nero e del viso bianco che sono piuttosto viscerali e il famoso 'Be Black, Baby'. sezione, girata in stile documentario che potrebbe essere un film a sé stante (i radicali neri intervistano i caucasici sul significato di essere neri). Strutturalmente, la narrazione selvaggia e sgraziata cade a pezzi, ma 'Ciao mamma!' è un invio complesso e ambizioso di estremismo politico, colpa bianca e percezione dei media. Anche quando non funziona. [B]

'Dioniso nel '69'(1970)
Questo pseudo-documentario si concentra su The Performance Group, una compagnia teatrale sperimentale di New York che in seguito sarebbe stata conosciuta come Il gruppo Wooster, mentre eseguono la rappresentazione teatrale, un adattamento dell'opera teatrale greca antica 'I bacchae. ”L'intero film viene catturato tramite uno dei fiori stilistici preferiti di De Palma: schermo diviso. Il film è stato girato, montato e diretto da De Palma ed è stato inserito in concorso al Festival Internazionale del Film di Berlino. Dal momento che il festival, tuttavia, è stato raramente proiettato e rimane un'ambita reliquia tra DePalmaniacs - abbastanza raro infatti, che nessuno di noi ha avuto la possibilità di vederlo. Sembra un po 'una curiosità anomala nel retro catalogo di De Palma, ma lasceremo questa sezione senza valutazione in attesa di avere la possibilità di giudicare da soli. [-]

'Conosci il tuo coniglio'(1972)
L'ultima delle commedie puramente stupide di De Palma, che ha abbracciato il loro shaggy assurdismo e si è basata fortemente su giochi di parole frizzanti e gag visive, per quanto riguarda gli addii, non diventano molto più gloriosi di 'Conosci il tuo coniglio. ' Tom Smothers (sì, uno dei Smothers Brothers), interpreta un dirigente che lascia il mondo aziendale alle spalle per seguire i suoi sogni di diventare un mago di tip tap. è. Il titolo si riferisce a una delle regole d'oro della magia, che è quella di conoscere il coniglio con cui lavorerai sul palco. In effetti, quando Smothers dice di Orson Welles - interpretando il signor Delsandro, un maestro mago che gestisce un'accademia per aspiranti - che lavorerà 24 ore al giorno se necessario, Welles lo guarda e ringhia, 'Sarebbe terribilmente ingiusto per il tuo coniglio.' , sebbene destinato a un'importante uscita in studio, è stato pesantemente influenzato dalla commedia britannica e si concentra su gag gag come John Astin, nel ruolo del collega di Smothers, rinchiudendo Smothers e i suoi genitori in un armadio per dare loro maggiore privacy, mentre cammina per la stanza spaziosa. Il problema con 'Conosci il tuo coniglio' è che la sua esuberanza sfrenata non può sostituire una vera narrativa in cui valga la pena investire, e dopo la prima ora del film inizia appena a grattarsi. Presumibilmente Smothers non era soddisfatto del modo in cui il film è stato girato, e lo è stato Warner Bros licenzia efficacemente De Palma quando il film era in post-produzione, lasciando un film che sia la star che il regista si sono allontanati pubblicamente. Ma anche con De Palma fuori dal film, porta ancora con sé alcuni dei segni distintivi del regista, specialmente durante l'eccezionale apertura, che prevede lo schermo diviso, un colpo di testa di un uomo che cammina attraverso un condominio (in verticale e non lateralmente) e un tentativo di bombardamento (qualcosa che sarebbe tornato all'arsenale di De Palma in 'Fantasma del paradiso“). Alla fine, 'Conosci il tuo coniglio' si è rivelato un vero disastro, con quasi nessun tipo di uscita teatrale e nessuna presenza sul video domestico fino a quando la tecnologia di produzione su richiesta della Warner Bros. lo ha resuscitato. Al giorno d'oggi è più notevole per essere il film che ha convinto De Palma ad allontanarsi dalle commedie e nel regno oscuro del thriller, di tutto ciò che è effettivamente nel film. Anche se, va notato, Welles è uno spasso. [C]

un trailer scandalistico molto inglese

“;Sorelle”; (1973)
L'affetto di De Palma per tutte le cose che Hitchcockian è in piena mostra in questo adorabile piccolo shocker a basso budget, il primo dei suoi thriller che più o meno ha gettato le basi per la sua carriera dopo la sua uscita. “;Sorelle”; è come un gioco di Mad Libs cinematografico, solo con Hitchcocki film di s. Puoi riempire gli spazi vuoti con riferimenti al suo lavoro: la ridicola psicologia pop e le scene di omicidio sono tutte “;Psicopatico” ;; una sequenza da incubo a più livelli e inquietante vicino al climax ricorda 'ldquo;Vertigine” ;; altrove c'è una sequenza direttamente da “;Lunotto” ;; e sopra tutto Bernard Herrmann'Punteggio meravigliosamente battuto. Eppure De Palma si diverte anche a sovvertire i tropi di Hitch, realizzando infine una storia di ammonimento sulle donne moderne, rappresentata diametralmente da Margot Kiddersexy modella francese e Jennifer SaltLa giornalista intelligente, motivata e scialba, soggiogata da uomini che si rifiutano di prenderli sul serio e dai dannosi effetti collaterali che ne possono derivare. Quando Kidder, qui nel ruolo di un gemello siamese sopravvissuto all'intervento di separazione mentre moriva la sorella più disturbata, incontra un simpatico ragazzo in uno spettacolo di gioco, le cose vanno dal bene (sesso occasionale!) Al pessimo (pugnalato!) In fretta , e dipende dal giornalista nell'edificio dall'altra parte della strada, interpretato da Salt (in un ruolo e una trama fortemente indebitati con Barbara Stanwyck’; s “;Testimone dell'omicidio”;) per risolvere il caso. La tendenza del regista a cadere nel campo istrionico non sempre gelifica con la sua materia, ma la strana pazza / sciocca / divertente miscela di 'Sisters'. e il suo uso di tecniche e trame gialle e le inclinazioni protofemministe sorprendentemente abili per quello che è per molti versi un pezzo di genere horror di sfruttamento artistico, dimostra una corrispondenza perfetta. È elegante come qualsiasi altra cosa nella sua filmografia, spesso divertente come l'inferno, e in alcune occasioni brutalmente violento (sul serio, che il primo omicidio è difficile da guardare, anche secondo gli standard gore di oggi), e lo scatto finale è un meraviglioso piccolo scherzo visivo e cosmico. È uno dei migliori di De Palma. [UN]

'Fantasma del paradiso'(1974)
È un po 'scioccante pensare a 'Fantasma del paradiso'Come in arrivo prima 'Carrie', dal momento che puzza dello spettacolo selvaggiamente creativo, infinitamente autoindulgente di solito associato a un regista che incassa tutte le sue chips e buona volontà a seguito di un notevole successo. 'Phantom of the Paradise' è quel tipo di progetto di passione singolarmente scandaloso, ma uno che è venuto prima che il regista avesse avuto un successo quantificabile. (Anche da notare: il suo gonzo mix di elementi horror e musicali precede 'The Rocky Horror Picture Show'Per un anno intero.) È il tipo di film che ti fa meravigliare, chi cazzo crede che Brian De Palma sia? Una strizzatina d'occhio tra 'Il fantasma dell'opera'E la leggenda faustiana, beh, citiamo solo il Wolfman Jack annuncio radiofonico del periodo: 'Parla di un gatto che vende la sua anima per il rock'n'roll ... È una storia dell'orrore, è una storia d'amore, è una commedia, il tutto trasformato in un film fantasmagorico.' Anche se il film, pieno in gran parte con attori oscuri come personaggi abituali di De Palma William Finley e Gerrit Graham, è stato trascurato dalla sua prima versione, sia criticamente (Vincent Canby l'ha definito 'un disastro elaborato' nella sua recensione per il New York Times) e commercialmente, da allora ha acquisito un seguito di culto apprezzabile ed è in gran parte citato come uno dei migliori di De Palma . Il culto di 'Phantom of the Paradise' ha molto a che fare con la musica dell'icona degli anni Settanta Paul Williams, soprattutto perché le canzoni si appropriano di una vasta gamma di stili e sapori (tutto, dal doo wop al falso ragazzi della spiaggia a tutto tondo rock'n’roll). Duo elettro francese Daft Punk ha parlato apertamente dell'influenza che 'Phantom of the Paradise' ha avuto su di loro, dalle maschere dei loro marchi all'arruolamento di Williams per il loro capolavoro di genere Memoria ad accesso casuale e musicista francese Sebastien Tellier ha detto che la sua voce 'Divine' dell'Eurovision era un riferimento diretto a una delle band finte nel film. Naturalmente, 'Phantom of the Paradise' è anche notevole per i suoi effetti visivi esuberanti, che sono ancora più selvaggiamente dei fumetti del normale (scappa dalla prigione / creazione della sequenza Phantom), con i soliti svolazzi ossessivi di De Palma amplificati in modo frenetico (presenta alcuni dei suoi migliori usi dello schermo diviso di sempre, durante la sequenza in cui il Fantasma sta piazzando una bomba sul palco). O ami 'Phantom of the Paradise' o lo odi, c'è pochissima via di mezzo. Ma per un regista regolarmente criticato per quanto siano 'freddi' i suoi film, questa è un'assoluta delizia, un viaggio sorprendentemente emotivo, infinitamente riscrivibile attraverso il cuore oscuro del mondo dello spettacolo. [UN]

'Ossessione'(1976)
Considerando quanta violenza sanguinosa e il sesso esplicito che Brian De Palma ha commesso nel cinema nel corso degli anni, è piuttosto strano che 'Ossessione, 'Un mistero romantico classificato PG principalmente ispirato Alfred Hitchcock'S 'Vertigine, 'Rimane uno dei suoi più controversi. Il film stesso è piuttosto semplice, almeno all'interno del canone decisamente deformato dei film di De Palma: un uomo d'affari di New Orleans (Cliff Robertson) perde moglie e figlia in un complotto andato storto e anni dopo si innamora di una donna (Genevieve Bujold) chi guarda Esattamente come la sua defunta moglie. Naturalmente, la sua nuova ossessione corre il rischio di rivelarsi come l'ultima, con Robertson che perde la persona che ama di più, soprattutto perché le forze oscure responsabili del rapimento precedente si stanno rialleando (se vedi John Lithgow in un film di Brian De Palma, corri nell'altra direzione il più velocemente possibile, specialmente se ha un pareggio meridionale scivoloso). Notoriamente, 'Tassista'Scrivano Paul SchraderLa sceneggiatura originale, intitolata 'Lasciati, 'Era significativamente più lungo del film finito, con l'ossessione che si ripeteva una terza volta (la fine del film era ambientata in un futuro non troppo lontano). Quando De Palma chiese che il finale venisse troncato e riorganizzato, sulla base di un suggerimento del compositore Bernard Hermann, Schrader ha rifiutato, e De Palma ha fatto l'ultimo polacco della sceneggiatura; Schrader non lo ha mai perdonato. Ma sicuramente questo atto extra avrebbe potuto aggiungere poco al film ancora un altro complessità sbalorditiva (puoi leggere la sceneggiatura nel piccolo opuscolo fornito con il Blu-ray europeo del film senza regione). L'altra area di contesa è quella del film (SPOILER) sottotrama incestuoso, con l'eventuale rivelazione che la donna che Robertson si innamora nella seconda sequenza temporale è in realtà sua figlia (non è morta nella trama originale del rapimento). Nel tentativo di ridurre la sottotrama di incesto palese e ottenere un distributore per la produzione indipendente, De Palma e il suo editore Paul Hirsch effetti aggiunti e uno scatto decisivo di Robertson che dorme per suggerire gran parte della loro relazione, anche quando fanno sesso, era in realtà un sogno - una fabbricazione sognante dei suoi desideri interiori. Successivamente, la lettura della sequenza dei sogni del film è stata in gran parte messa da parte, con la maggior parte che assume il significato letterale del film: che Robertson ha scopato sua figlia. Roba piuttosto desolante per un film classificato PG (qualcosa che rende tutto ancora più perverso). Mentre 'Obsession' è tutt'altro che perfetto - il suo ritmo spesso si trascina, il cast è in qualche modo di seconda scelta (Robertson non può tirare fuori lo psicodramma o la sessualità) e William SigismundLa cinematografia diffusa è a volte così morbida che l'immagine diventa una foschia sfocata (anche se ci sono alcuni scatti davvero meravigliosi, ovviamente, incluso un grande momento che dovrebbe rappresentare il passaggio di 15 anni). Ma ci sono altrettante delizie, come il punteggio ampio di Hermann e la prestazione dei bonkers di Lithgow. Certo, se guardi il film pensando che la sottotrama dell'incesto sia non un sogno, quindi è un'esperienza molto migliore, più allegra e volgare. [B]

rian johnson episodio 9

“;Carrie”; (1976)
Spesso imitato, mai duplicato (guai al remake di alto profilo di questo autunno), il film di Brian De Palma del 1976, “;Carrie”; non solo ha introdotto il lavoro di Stephen King sul grande schermo per la prima volta, ma ha anche contribuito a far uscire il genere horror dal ghetto del film B e raggiungere il successo e il prestigio tradizionali (entrambi Sissy Spacek e Piper Laurie sono stati nominati agli Oscar per le loro esibizioni). De Palma porta la sua pura audacia cinematografica nel mondo caldissimo dei bulli delle scuole superiori e delle cattive ragazze, energizzando e astraggendo l'estetica del genere, infondendo il procedimento con uno scatto di assurdismo e bellezza e mettendo in mostra uno stile completamente unico di narrazione cinematografica. Tuttavia, qui, tutto lo stile è al servizio della storia, motivo per cui sequenze come l'introduzione prolungata dello spogliatoio al rallentatore / attacco tampone, la telecamera a spirale durante una danza tra Carrie e Tommy (William Katt) e l'uso dello schermo diviso per dimostrare i poteri telecinetici di Carrie durante la sua furia violenta non si sentono solo a proposito, ma il solo modo per catturare questi momenti. Ma mentre applica tecniche cinematografiche astute (e volgari) a ciò che è essenzialmente materiale di sfruttamento dell'orrore del liceo, De Palma non ha paura di andare in giro con un po 'di accampamento (una qualità fin troppo facilmente messa da parte in un orrore moderno eccessivamente serio) . La performance di Laurie nei panni della madre fanatica religiosa del sud di Carrie, così come Nancy Allen come il malvagio Chris (con John Travolta come il suo ragazzo stupido) sono l'epitome del campo alto. Questa volontà di consentire al film di essere ridicolo o divertente a volte è ciò che lo rende così compulsivamente ri-guardabile (il segno di un vero classico), e ispira a desiderare che De Palma torni in questo ambiente. Non importa quanti sequel o remake o adattamenti di Broadway, nessuna iterazione di questo racconto si avvicinerà all'originale senza De Palma al volante. [UN]

'La furia'(1978)
Di solito, puoi dire se qualcuno è un De Palma morire duro da dove si trovano 'La furia': Per i fedeli è un thriller eccitante e carico di carica, in cui lo stile accresciuto che De Palma ha sviluppato con' Carrie 'gira gloriosamente fuori controllo, un film così abilmente divertente che presumibilmente ha ispirato Godard per tornare a più imprese tradizionali. Per coloro che si trovano dall'altra parte della recinzione si tratta di una ricostruzione inutilmente violenta e confusa dell'infinitamente superiore 'Carrie', in cui il flusso costante di scosse scintillanti batte piccole cose come la coerenza narrativa o la coerenza tonale. Ciò che rende 'The Fury' un momento così singolare nella filmografia del regista è questo tutti e due le linee di pensiero sono essenzialmente corrette: esso è una specie di spettacolo di merda, con il nucleo tematico altamente emotivo del film, che tenta di drammatizzare cosa significhi essere un giovane (con poteri psichici, non meno) vittimizzato da potenti adulti, ripetutamente sottosquadrato dal lavoro fotografico di De Palma e bruschi cambiamenti di tono, come la vista esilarante di Kirk Douglas, come agente segreto AWOL, correndo per Chicago in mutande. Dall'altra parte delle cose, 'The Fury' è una delizia assurdista, quella in cui le rigide convenzioni del thriller paranoico degli anni Settanta sono portate al punto tale che il film assume il suo tipo di bellezza profonda e astratta; la logica terrena non ha importanza perché sei così totalmente trasportato. La trama di 'The Fury' riguarda gli adolescenti che possiedono un'abilità psichica che li rende molto attraenti per una copertura segreta del governo che spera di armarli (guidati da un gloriosamente malvagio John Cassavetes, che ottiene la sua presenza nell'indimenticabile momento finale del film). Come il 'X-Men'Film,' The Fury 'segna il passaggio dall'infanzia all'età adulta come un periodo metaforicamente ricco di tempo, in cui il trauma emotivo e i sentimenti di alienazione e angoscia si traducono in superpoteri e teste esplosive. Per un film così depresso, ha alcuni dei pezzi più virtuosi del regista, tra cui una sequenza di inseguimento del piede senza parole (segnato da John Williams'Musica incredibile), un inseguimento in auto nebbioso che sembra essere stato girato quasi interamente su un set elaborato, e una sequenza assolutamente sorprendente ambientata in un parco di divertimenti al coperto ormai defunto dove uno degli adolescenti dotati di talento psichico fa uscire la sua rabbia. Il film ha la sua parte di problemi (i percorsi narrativi paralleli non si riconciliano mai in modo significativo) ma è un film che sembra dire qualcosa sulla relazione dell'America con il Medio Oriente, pur essendo una fiaba che fa maturare il tempo per barzellette sulla biancheria intima di Kirk Douglas e sulle teste che esplodono. [UN-]

'Film domestici'(1980)
Durante la serie sexy e piena di suspense di Brian De Palma di capolavori autentici o intrattenimenti interessanti e avventurosi, si è fermato per fare 'Home Movies', una commedia goffa, a basso costo, disarmantemente autobiografica su un giovane (Keith Gordon) che, sconvolto dal duro matrimonio dei suoi genitori, inizia ossessivamente le riprese della sua vita familiare. (Parte del suo fascino fatto a mano deriva dal fatto che De Palma ha realizzato il film con i suoi studenti di una classe che insegnava al Sarah Lawrence College). Il voyeurismo è stato un tema costante nel lavoro di De Palma, derivante da un incidente della prima infanzia in cui ha cercato di catturare prove fotografiche dei modi di scherzare di suo padre. Questo è De Palma che affronta direttamente quella situazione, sebbene diffusa attraverso gli ornamenti di una commedia indie bizzarri, in cui il personaggio di Gordon è visitato regolarmente da Kirk Douglas (che aveva appena recitato nel film di fantascienza dal budget infinitamente più divertente e divertente di De Palma 'La furia“) Recitare in una sorta di professore di cinema magico che guida Gordon nei modi migliori per fotografare suo padre. A volte è divertente, ma il più delle volte è una stranezza degna del WTF. Clienti abituali De Palma Nancy Allen (che all'epoca era ancora sposato con il regista) e Gerrit Graham (a partire dal 'Fantasma del paradiso“) Fai apparizioni memorabili ma ti perdi nella fotografia fangosa e squadrata (così strano per un regista che di solito usa così elegantemente l'immagine widescreen) e si intrufola nella confusa fusione tonale della sceneggiatura. I film di De Palma sono spesso noti per essere completamente comprensibili solo dalle immagini; anche senza musica o dialoghi puoi capire cosa sta succedendo. Con 'Home Movies', stava tornando audacemente al materiale più sperimentale dei suoi primi film, ma in un modo che non riesce a connettersi in modo significativo. Stava sicuramente andando per qualcosa con 'Home Movies', ma che cos'è qualcosa Questo rimane completamente oscurato. Nemmeno le immagini possono suscitare molto entusiasmo, anche dai fedeli di De Palma. [C]

'Vestito per uccidere'(1980)
Potremmo descrivere la trama di “;Vestito per uccidere'In dettaglio, ma la storia non è davvero il punto qui né per il regista né per il suo pubblico. L'amore e gli omaggi di De Palma per Alfred Hitchcock sono stati discussi con una morte brutale e pugnalata, ma è impossibile non far apparire l'originale Master of Suspense quando si parla di questo particolare film. Immaginiamo che sia il film che De Palma pensa che Hitchcock avrebbe realizzato se non operasse secondo il Codice Hays. Facendo eco a una delle scene più famose di Hitch, inizia questo film del 1980 Angie Dickinson'Kate Miller sotto la doccia ha una fantasia di stupro, e il film non è timido nel mostrare ogni centimetro dell'attrice (o, più precisamente, il doppio del corpo e Playmate -Victoria Lynn Johnson). Mentre la scena della doccia di Hitchcock non mostra la lama che perfora la pelle, l'omicidio di De Palma più avanti nel film si concentra su una lama da taglio e glorie nel sangue schizzato dal primo colpo - che differenza fa due decenni. Oltre ai singoli momenti, ci sono ovviamente echi tematici e stilistici, tra cui doppi, voyeurismo e bionde (apparentemente non ci sono brune nella New York di De Palma). Ma al di fuori dei facili paragoni con il classico lavoro del regista, 'Dressed to Kill' si distingue da solo come un thriller psicosessuale divertente, a volte sciocco, che solo De Palma avrebbe potuto realizzare. Il film è immerso nell'anno 1980 e molti dei suoi elementi non sono invecchiati particolarmente bene (non è uno dei Michael Caine'Le migliori esibizioni), ma è comunque un esercizio divertente con stile. Ann Roth merita un preavviso in più per la creazione di costumi glamour, in particolare per la casalinga sessualmente frustrata di Dickinson e Nancy AllenHooker di lusso. [B +]

'Spegnere'(1981)
Non importa cosa pensi dell'opera di De Palma nel suo insieme, è impossibile negare il potere crudo di 'Spegnere. ”Un'incredibile bouillabaisse di influenze, incluso tutto Antonioni'S 'Saltare'All'assassinio di JFK, il film riguarda un tecnico del suono del film B (John Travolta, nella sua migliore interpretazione di tutti i tempi) che registra accidentalmente un omicidio politico e viene coinvolto in un'oscura cospirazione che coinvolge una ragazza squillo (Nancy Allen, ovviamente) e un killer a contratto (John Lithgow, ovviamente di nuovo), che lascia che il suo lavoro si allontani da lui. 'Blow Out' oscilla selvaggiamente anche in termini di tono e genere. Apparentemente, è un thriller, ma è anche una satira del mondo del cinema sul cinema a basso budget e una celebrazione del potere trasformativo del cinema, il tutto racchiuso nei normali temi De Palma di voyeurismo, sessualità e disagio politico. Quello che originariamente era stato concepito come un film molto più piccolo è finito con un budget infinitamente più grande grazie alla potenza nascente di Travolta e il film, secondo un libro di De Palma, ha restituito meno della metà della sua produzione alla sua prima uscita domestica. È difficile immaginare il pubblico, che era stato così sedotto da Travolta in 'Febbre del sabato sera' e 'Grasso'Alzandosi per vederlo come un fantoccio ossessivo e disgustoso. (Il film, sebbene uscito nel 1981, porta con sé il cinismo e la raffinatezza di a anni settanta film. Se fosse stato rilasciato solo pochi anni prima, dobbiamo credere che sarebbe stato più apprezzato e visto da un pubblico più vasto.) Ma in realtà, il suo piacere è che se “Blow Out” si consumasse con la meccanica del cinema, allora il film in 'Blow Out' è oltre squisito. Dal prologo di apertura, una sequenza fasulla di film slasher che è vertiginosamente esagerata, alla sequenza del titolo che sostanzialmente espone l'intero film in pochi minuti, alla messa in scena del vero scoppio; questo è il lavoro di De Palma a un livello tecnico sorprendente, ma senza i soliti svolazzi scintillanti che di solito raccolgono così tante critiche dai detrattori del regista. È, a suo modo strano, più sottile della maggior parte dei thriller di De Palma, ma altrettanto abbagliante, forse anche di più (Quentin Tarantino potrebbe aver riproposto una sezione di esso per 'Prova di morte,' ma anche Pino DonaggioIl punteggio è delicato e discreto). Ci sono momenti appariscenti, ovviamente, come la sequenza in cui Travolta realizza che i suoi nastri sono stati cancellati, tutti catturati da un singolo movimento vorticoso della telecamera, ma è tutto al servizio di una storia ingannevolmente semplice di crescente paranoia e disagio sessuale. 'Blow Out' culmina in quello che è senza dubbio il finale più pessimo di De Palma; (SPOILER) non solo la bella ragazza viene orribilmente assassinata, ma il nostro 'eroe', tormentato dal senso di colpa, che ha registrato tutto il momento, finisce per usarlo per uno dei suoi film bizzarri B. Nel mondo di De Palma, anche la tragedia del mondo reale può essere foraggio per la magia del cinema. [UN]

“;Scarface”; (1983)
Una rivisitazione del 1983 del 1933 Paul Muni gangster classico, DePalma affronta il sogno americano e lo rende assurdo (e violento) nella forma dell'immigrato cubano Tony Montana (Al Pacino). Il genere gangster è stato a lungo un modo utile per sezionare il sogno americano, specialmente per quegli immigranti etnici esclusi dal sistema capitalista tradizionale che hanno trovato accesso al successo finanziario (il segno del successo) trasformandosi in crimine. La versione del 1933 di “; Scarface ”; era così violento che, in parte, ispirò il restrittivo Codice Hays, applicato a Hollywood nel 1934, che obbligava i film a compensare i valori morali. per aver rappresentato il crimine, l'illegalità e l'immoralità generale (cioè il cattivo deve essere punito). E la presa di DePalma segue scrupolosamente la formula del gangster, fino al sanguinoso tripudio di 'compensazione dei valori morali'. in cui esce. Scritto da Oliver Stone sulla scia di una feroce dipendenza da cocaina, il film è come l'effetto di una linea di polvere fresca sbuffata nel bagno di un club di Miami: colorata, luminosa e sanguinante. Pacino scompare in Tony, il suo accento denso e ingombrante, i suoi occhi selvaggi. È sconveniente e imprevedibile, un uomo che vive secondo il motto che vede su un dirigibile Goodyear: il mondo è tuo. Uno squisito Michelle Pfeiffer rappresenta il suo trofeo finale: una donna bianca bionda ghiacciata, che ottiene come ottiene tutto nella sua vita, con abbondanti quantità di cocaina. Ma mentre i credi e lo stile di vita di Tony sono spesso addolciti nei video rap come uno stile di vita aspirazionale, non fare ossa su di esso, 'Scarface'. è una satira assoluta dell'errore che è questo particolare sogno americano. Nel momento in cui Tony fa un capriccio in un ristorante elegante, sorseggiando vino costoso, circondato dalla moglie trofeo drogata e dal suo migliore amico Manny (Steven Bauer), si rende conto che tutto ciò che ha lavorato (e ucciso) per ottenere è completamente vuoto e insignificante. Tony Montana è la crisi esistenziale del capitalismo. Una lettura ravvicinata del film dimostra chiaramente come De Palma lo illustri, persino la famosa scena della vasca da bagno mostra Tony da solo e reso assurdo dal suo ambiente insignificante. L'ambito epico del film, i colori saturi e abbronzati di South Beach, la brutale violenza e Pacino sono stati combinati per creare un classico gangster che non era stato abbracciato al momento del rilascio, ma da allora si è impresso sul nostro inconscio collettivo. [UN]

'Doppio corpo'(1984)
Mentre 'Spegnere'È il capolavoro indiscusso del cosiddetto' periodo rosso 'di De Palma'Doppio corpo'Potrebbe essere il divertimento più semplice, anche se è stato ispirato dall'esperienza di De Palma di lavorare con un doppio corpo per l'apertura di'Vestito per uccidere'(No, non lo era Angie Dickinson'S bush' e inizialmente inteso come un incrocio onesto tra film per adulti e Hollywood (completo di X-rating). Anche dopo che è stato deciso che il film sarebbe stato un pezzo di Hollywood più mainstream, De Palma ha flirtato con il cast di un'attrice cinematografica per adulti nel ruolo principale di Holly Body. Ma quando Columbia l'ottone ha scoperto che stava facendo un provino per le regine del porno, avevano una situazione di merda, portando De Palma a lanciare un cast in gran parte sconosciuto Melanie Griffith nel ruolo. Dal famigerato poster del teaser (che ha vinto un premio pubblicitario) al film stesso, 'Body Double' è stato rovinato da polemiche che spesso si sono trasformate in odio assoluto. De Palma, che aveva flirtato con l'essere stato etichettato come misogino per lo più a causa della sua straordinaria capacità di pensare a modi creativi per uccidere belle giovani donne, fu infine condannato come malvagio anti-donna, con la maggior parte delle critiche incentrate su una scena in cui una donna è infilzato da un trapano fallico sovradimensionato (prendilo?) Certo, l'isteria sembra fuori luogo ora, con il film interpretato più come un sapiente miscuglio di elementi di 'Vertigine' e 'Lunotto, 'Significativamente sensibilizzato per il video musicale degli anni ottanta (c'è persino un video musicale entro il film)) È anche infuso del senso assurdo dell'umorismo del marchio De Palma, in particolare quando, verso la fine, la narrazione si mescola tra la trama attuale e il film di vampiri di cattivo gusto che il nostro personaggio principale (Craig Wasson, affascinante a modo suo, in legno) sta facendo. Ma anche se trovi deplorevole 'Body Double' ('sadico' è stata probabilmente la parola più spesso usata per descriverlo), è difficile non essere stupito da alcuni dei pezzi (anche la sequenza di perforazione, che presenta lo stesso cane da Sam Fuller'S 'Cane bianco'Trivia fan), tra cui l'inseguimento esteso che viaggia attraverso un centro commerciale all'aperto e fuori sulla spiaggia, il già citato Frankie va a Hollywood video musicale e tutto ciò che riguarda una Melanie Griffith nuda. C'è una certa gioia in ogni fotogramma di 'Body Double' che a volte manca negli esercizi tecnici più clinici di De Palma, con piccoli svolazzi come i frequenti confederati di De Palma Dennis Franz giocando De Palma (indossa persino i vestiti di De Palma); un canale fasullo interamente pornografico che Wasson guarda ('E per i tuoi spettatori domestici, puoi prenderlo in vendita dalle vendite di video notturni di Tower Records'); Wasson fa il provino per un porno mentre un altro viene girato sul palco in basso (visibile, dato che si tratta di un film di De Palma, grazie a una scheggia rettangolare di vetro nell'ufficio elevato del produttore); e Pino Donaggio'Partitura intenzionalmente di cattivo gusto, infusa dall'elettronica. (Anche la sceneggiatura di De Palma e Robert J. Avrech, è infinitamente citabile - 'Non sono un cazzo di stuntman, sono un attore!') Ha il tono cospiratorio di qualcuno che dice a veramente barzelletta sporca, qualcosa che rende ancora più sconcertante lo sdegno che ha seguito l'uscita del film. Inoltre, se De Palma fosse davvero un misogino, perché darebbe a Griffith tutte le linee migliori? [UN-]

'Ragazzi saggi'(1986)
Spesso i film di Brian De Palma possono essere divertenti, a volte in modo oltraggioso (come nel caso di 'Doppio corpo' e 'La furia“), Ma quando prova a fare commedie vere e proprie, i risultati sono decisamente più contrastanti. In caso di 'Ragazzi saggi', Tuttavia, il suo tentativo di umorismo è stato più o meno un disastro completo. Danny DeVito e Joe Piscopo (!) interpreta un paio di demolitori di basso livello che sperperano i soldi di un boss mafioso e scappano insieme (in una Cadillac rosa, nientemeno). Ci sono un paio di esibizioni di supporto degne di nota, in particolare E Hedaya come il boss della mafia che ama indossare tailleur antiproiettile (non chiedere) e Harvey Keitel come proprietario di un hotel di Atlantic City, la cui semplice presenza rende il film un po 'più freddo, ma ciò non equivale a molto. Quello che avrebbe potuto essere un concetto intrigante e divertente è guastato fin dall'inizio da spettacoli da cartone animato e da una sorta di realtà accresciuta che non, come di solito accade nei film di De Palma, arricchisce l'azione ma invece la toglie a un paralizzante grado. Tutti sembrano gridare e agitare le braccia intorno e la direzione di De Palma segue più o meno il caso, con una serie di effetti visivi che servono solo a ricordarci che il regista potrebbe benissimo usare la sua complessa esperienza tecnica su materiale molto migliore. (Anche se c'è un bellissimo, super singolo colpo di un'intera strada che apre la strada a un'auto che esplode, ostacolata solo leggermente dalla sua decisione di accelerare l'azione al il momento di provare lo smoking in 'Carrie'.) 'Wise Guys' dimostra che una commedia sorda e stupida con un mucchio di raffinate riprese diottrie divise è ancora una tonalità sorda, commedia stupida, e per tutta la sua energia frenetica non riesce a suscitare molto entusiasmo in chi guarda. [D]

“;gli intoccabili”; (1987)
Mentre molti critici avevano ragione a respingere il genere di cose terribili “;Gangster Squad”; all'inizio di quest'anno, mi è sembrato che una critica maggiore contro di lui fosse che era un minore “;L.A. Riservato”; knockoff. Sosteniamo che è una descrizione più adatta di un altro film De Palma più recente (sì, 'La Dalia Nera“). 'Gangster Squad ’; era molto più derivato di “;gli intoccabili, ”; tentando (e non riuscendo) di colpire quel punto dolce tra l'iconografia in stile fumetto, la vera storia del crimine di vita e l'azione hard-R. Semmai era la prova di quello sceneggiatore David Mamet, a quanto pare avere una palla che scrive un sacco di dialoghi teatrali e duri con i ragazzi (“; manda uno dei tuoi all'ospedale, tu mandi uno dei suoi all'obitorio. Questa è la via di Chicago! ”;) e De Palma insieme hanno creato qualcosa di molto speciale con la loro interpretazione della verità sull'autobiografia di Elliot Ness e le serie TV con lo stesso nome. Mentre molti fatti sono macchiati per dire al pubblico la leggenda invece della verità - questo è come l'edizione in brossura della verità, “;Dick Tracy”; per gli adulti, se vuoi, è difficile discutere a favore della verosimiglianza quando i risultati sono così divertenti. E adesso quello Kevin Costner è stata una presenza così gradita in alcuni grandi film di recente (“;Uomo d'Acciaio”;), possiamo solo ammettere che ai suoi primi era un meraviglioso attore protagonista di tutti i tempi? La sua interpretazione di Elliot Ness come poliziotto con due scarpe che vuole solo abbattere Capone è il centro giusto per bilanciare tutto il lavoro di alta qualità (e decibel) svolto dal cast di supporto: Robert De Niro come Al Capone è spento; Vincitore dell'Oscar come miglior sostenitore Sean Connery (essere fantastico e meravigliosamente Conneryish come un poliziotto irlandese maleducato); compagni intoccabili Andy Garcia e specialmente Charles Martin Smith, che porta tanta gioia, che si tratti di sparare per la prima volta o di scavare nelle tasse di Capone per qualsiasi angolo in un arresto. E non possiamo dimenticare Ennio MorriconeLa bella colonna sonora, esplosiva, vecchio stile in tutti i modi giusti. È un duro trucco per tirare fuori qualcosa di così forte come gli Intoccabili, ”; che è abilmente puramente e solo per essere così dannatamente divertente. [UN-]

'Vittime della guerra'(1989)
Quando 'gli intoccabili'Si è rivelata una sorpresa inaspettata al botteghino, De Palma ha sfruttato la sua nuova popolarità per ottenere'Vittime della guerra, 'Un film di guerra singolarmente desolante, da terra. Ispirato a un evento reale che è stato trattato in un articolo del New Yorker del 1969 (tre anni dopo che si è verificato), 'Casualties of War' riguarda un piccolo dispiegamento in Vietnam il cui ufficiale di alto rango (Sean Penn) ordina ai suoi uomini di rapire una giovane ragazza vietnamita per, nelle sue parole, 'Un piccolo R & R. portatile' Un grave errore Michael J. Fox interpreta il ruolo di un giovane fante, recentemente schierato, che funge da bussola morale per il film. Guardiamo, con orrore, mentre Fox lotta con la sua colpa e la sua colpevolezza. Il crimine sessuale durante la guerra è un argomento in gran parte incustodito nel genere del film di guerra, e 'Casualties of War' ti mostra perché: è roba disastrosamente desolante e il film praticamente soffoca lo spettatore in questa oscurità, come coprire il intero pubblico in una fitta nebbia tossica. 'Vittime della guerra' non è senza i suoi meriti; la maggior parte delle esibizioni sono fantastiche, in particolare Penn e alcuni giocatori di supporto con cui De Palma si rifarebbe in seguito, come Ving Rhames e John Leguizamo (era anche, va notato, John C. Reilly'Il primo film), e occasionalmente il cinema è abbagliante in un modo in cui solo i film di De Palma sono abbaglianti, come quando la telecamera si muove sottoterra, per mostrare il funzionamento interno del sistema di tunnel del Viet Cong, scavato come una fattoria di formiche. È solo che non si sta riprendendo dall'oscurità dell'argomento e dal modo occasionalmente pesante con cui De Palma gestisce tale argomento. Tuttavia, non è senza i suoi sostenitori (Quentin Tarantino l'ha definito il suo film di guerra preferito di sempre e ha rubato una sequenza del film per 'Le Iene') Ed è infinitamente migliore di quello successivo di De Palma, tematicamente simile'Redacted. 'Ma questo lo sta condannando con deboli elogi. “Casualties of War” è un film essenziale nella filmografia di De Palma, ma più per il ruolo che ha avuto nella sua vita piuttosto che nel film stesso. Dopo la sua disastrosa risposta, sia critica che commerciale, De Palma cadde in una profonda depressione, pensando che i suoi progetti personali fossero destinati in modo uniforme. È la ragione per cui ha finito per prendere una delle peggiori decisioni della sua carriera: assumere 'Falò delle vanità, 'Perché desiderava un colpo facile, sicuro e piacevole per la folla. Non lo sapeva. [C +]

'Falò delle vanità'(1990)
Come amorevolmente dettagliato in Julie SalamonL'account di prima mano da leggere 'La caramella del diavolo, 'Adattamento di De Palma di Tom WolfeIl romanzo di successo è stato riempito, dall'inizio alla fine sia a livello macro che a livello micro, con compromessi creativi paralizzanti e decisioni sbagliate. Come, ad esempio, è stato amabilmente violento Bruce Willis nel ruolo dell'erudito autore britannico del romanzo o del forte ebreo giudice del libro interpretato da un cavaliere Morgan Freeman? De Palma non è mai stato il migliore con commedie semplici (vedi anche: “Ragazzi saggi“), Che è ancora una volta il caso qui, in particolare con il tono comico stridente stabilito e mantenuto dalle stelle Tom Hanks e Melanie Griffith (molto meglio e più divertente nel precedente comune di De Palma 'Doppio corpo“). Qui puoi quasi sentire la disperazione del regista di tornare nelle buone grazie del pubblico dopo le disastrosamente ricevute, inesorabilmente desolate 'Vittime della guerra'. Forse la cosa più dannosa è stata il fatto che, a causa della lenta fase di sviluppo di 'Bonfire of the Vanities, 'Il romanzo che incarnava gli anni Ottanta non fu pubblicato fino al 1990, ben dopo aver catturato lo zeitgeist nazionale. Come in tutti i film di De Palma, non importa quanto miserabili, ci sono alcuni momenti che ancora abbagliano: lo scatto di apertura, ininterrotto che segue Willis attraverso un labirinto di tunnel sotterranei prima di emergere in un vivace evento di Manhattan, lo scatto del Il concorde toccante che ha richiesto uno sforzo erculeo per raggiungere (è illuminato dalla tonalità dorata del sole al tramonto), e la prima immagine del film, in cima al Chrysler Building, che ha richiesto la fotografia time lapse di 24 ore (realizzata, come la Momento Concorde, da mago della seconda unità Eric Schwab, che compare in 'The Devil’s Candy' come uno dei pochi non-stronzi della produzione). Nel documentario 'Boffo: bombe e blockbuster di Tinseltown, 'Freeman (dopo un sospiro pesante) ha detto che l'atmosfera era male' entrando '. Ha continuato:' Quando una compagnia aerea si blocca, dicono che è principalmente il risultato di una serie di incidenti. Stessa cosa. ”Il film rimane un incantesimo affascinante in stile rococò, ma lo stesso accade. [D]

“;Alzare Caino”; (1992)
Negli anni Novanta, lo stile di De Palma era diventato quasi una parodia di se stesso, ed è un merito per lui che non ha alterato il suo punto di vista, ma piuttosto si è imbarcato in una ricerca del campo all'interno. Questo è il motivo per cui 'Raising Cain ”; potrebbe essere uno dei suoi più evidenti omaggi a Hitchcock, che estrae il punto cruciale di 'Psycho'. per produrre un labirinto misterioso omicidio bilanciato da una performance davvero gonzo. Una performance da sballo, memorabilmente memorabile di John Lithgow porta “; Raising Cain ”; come Dr. Carter Nix, che è fondamentalmente il colpo di scena di 'Psycho'. fatto carne e trasformato nella premessa per un film. Nix è così disturbato dai ricordi di sua madre che ha sviluppato un caso eccessivo di disturbo della personalità multipla, che gli ha portato a provare diverse nuove identità. E nel frattempo, cerca di trovare la causa principale della condizione, con risultati spesso omicidi. La padronanza di De Palma nei tiri lunghi si rivela in un contesto più contemporaneo, come 'Raising Cain'. è anche carico del tipo di angosciante angolo di trucco e di prospettive forzate che rivelano un narratore che svuota sfacciatamente la sua borsa di trucchi. Meno un film che un trucco magico, è De Palma che affronta un tema psicosessuale succinto, usandolo come una scusa per mostrare non solo un omaggio post-moderno a Hitch (guarda quei tuoni!) Ma una straordinaria performance da capogiro di Lithgow, mai più terrificante, anche se prova un numero di costumi e parrucche sempre più assurdi. Le voci suggeriscono che un disastroso test di screening ha costretto De Palma a lanciare il set-up che coinvolge la damigella in difficoltà Jenny (Lolita Davidovitch), che dà “; Raising Cain ”; una reputazione più distorta e difficile, in quanto, in sostanza, il killer è il personaggio principale. Ciò che solletica non è la confusione morale decentrata che crea, ma l'idea che De Palma stia assaporando sfidando le nostre nozioni sul fatto che il 'thriller' rdquo; il genere può mai essere caratterizzato da un parente cattivo 'rdquo; che capita anche di essere completamente pazzo di matti. [B +]

'Cammino di Carlito'(1993)
Mentre 'Scarface'Ottiene la parte del leone dell'amore quando si tratta delle epopee poliziesche di Brian De Palma con Al Pacino,' Carlito's Way 'è altrettanto meraviglioso, in un certo senso persino battendo il precedente trionfo di Pacino e De Palma con una storia magnificamente raccontata di rabbia, vendetta e (in definitiva) redenzione. Nel 1993, 'Scarface' doveva ancora ottenere il punto d'appoggio culturale che ha ora, e 'Carlito’s Way' è stato accolto, se non indifferenza, da ben meno consensi di quanto avrebbe dovuto essere dato. È la storia di Carlito Brigante (Pacino), un gangster cubano-americano liberato per un tecnicismo dal suo avvocato ebreo avvocato (un irriconoscibile Sean Penn) che tenta di resistere all'essere tirato indietro in una vita di crimine e si mette a tentare di riconnettersi con una precedente fiamma (Penelope Ann Miller), mentre gestiva legittimamente una discoteca di Harlem. Venti minuti dall'inizio del film, durante una vertiginosa sequenza ambientata in una squallida sala da biliardo, puoi sentire De Palma che distingue il film da 'Scarface' e che si è anche affermato come un grande talento cinematografico dopo aver trascorso diversi anni nel deserto dopo il disastroso fallimento di 'Falò delle vanità. 'Ma non solo' Carlito's Way 'presenta alcuni dei migliori set di De Palma (incluso il climax senza fiato ambientato nel Grand Central Terminal intorno al 1975), ma vanta anche alcune delle migliori interpretazioni in qualsiasi film del regista, in particolare il inarrestabile trifecta di Pacino, Penn e Miller (mostrando il suo lato sexy in un momento in cui altrimenti recitava in goffi aggeggi come 'L'ombra“). Anche la complessità emotiva del film non può essere sopravvalutata. De Palma è un regista che spesso viene messo a fuoco per essere troppo 'freddo' e 'calcolatore', più interessato ai movimenti della telecamera che alle motivazioni del personaggio. Ma ti accompagna in un viaggio con Carlito, uno in cui non puoi fare a meno di essere coinvolto. Quando Carlito incontra il suo destino alla fine del film, è il momento più straziante in qualsiasi film di De Palma dalla fine del 'Blow Out'. La sequenza della sala da biliardo, quando è intrappolato in un minuscolo bagno, armato di una pistola vuota e incerto di ciò che si trova dall'altra parte della porta, ha effettivamente generato il poster del film, perché riassume così perfettamente le lotte del personaggio in una singola immagine: puoi sentirlo trascinato verso il crimine mentre cerca semplicemente di stare all'ombra, fuori dalla portata di tutti. 'Carlito’s Way' è una tragedia tentacolare e multistrato, raccontata elegantemente da De Palma e dallo sceneggiatore David Koepp (che sarebbe diventato un collaboratore essenziale per De Palma durante questo periodo). È un film che rappresenta l'ultima volta che De Palma è stata responsabile di un vero capolavoro. [UN]

'Missione impossibile'(1995)
Con 'gli intoccabili, 'De Palma ha rifatto una serie televisiva classica come una funzionalità di grande budget per Paramount Pictures. Avrebbe fatto lo stesso meno di un decennio più tardi, trasformando un'amata serie di spie in un franchising di grande budget per lo stesso studio. Il film risultante diventerà il più grande successo al botteghino di De Palma, incassando quasi $ 500 milioni al botteghino mondiale e generando sequel che continuano ancora oggi ('Missione: impossibile 5'È attualmente in fase di sviluppo). La produzione è stata notoriamente difficile, con costanti revisioni della sceneggiatura (da parte di grandi hit come David Koepp e Robert Towne) e incessante microgestione da Tom Cruise, che oltre ad essere la star del cinema più potente del mondo era anche il produttore del film. Evocativo della produzione creativamente turbolenta è stato il fatto che l'intera colonna sonora completa di Alan Silvestri fu espulso all'ultimo minuto e sostituito da un nuovo punteggio di Danny Elfman (Il punteggio di Silvestri sarebbe appropriato per il Arnold Schwarzenegger film 'Gomma per cancellare'Che ha aperto più tardi quell'estate). Si diceva che il regista e Cruise non andassero d'accordo e che alla fine del tumultuoso periodo di post-produzione, De Palma si fosse completamente rimosso (si era anche rifiutato di fare la stampa per il film), e pur sapendo tutto questo e guardando il film puoi vedere un'influenza minore da parte del regista, sebbene il suo successo sia attribuibile direttamente al senso del ritmo, della composizione e della suspense del regista. In breve 'Mission: Impossible', mentre un film De Palma molto disadorno, è ancora innegabilmente suo. Prima di tutto, ci sono un certo numero di cenni di Hitchcock, principalmente a 'famigerato'(Specialmente durante una sequenza all'inizio di una festa sontuosa) e il fascino di Hitchcock per i treni (il climax senza fiato del film accade sul Canale) e in secondo luogo ci sono pezzi di suspense che solo De Palma avrebbe potuto tirare fuori con così tanto ingegno, umorismo e competenza tecnica. È facile indicare la sequenza in cui la squadra irrompe nella sede della CIA a Langley non solo come il momento clou del film ma, fino alla sequenza di Dubai da 'Ghost Protocol', l'intero franchise. C'è anche un momento fantastico verso la fine del film in cui Cruise sta parlando Jon Voight, ma mentre racconta una serie di eventi, stiamo vedendo la verità di ciò che è realmente accaduto svolgersi. È miracolosamente intelligente, specialmente per le cose tentpole di grosso budget, e non sorprende che quando il film è stato rilasciato sia stato criticato per essere eccessivamente complicato. Non lo è, è abbastanza complesso. Coloro che sostengono che è annacquato De Palma non sta prestando attenzione. Questa è la sua 'Missione': decidi di accettarla. [UN-]

'Snake Eyes'(1998)
A seguito del successo internazionale di 'Missione impossibile, 'De Palma è tornato immediatamente negli squallidi e psicosessuali inferi di Atlantic City (dove gran parte dei suoi precedenti'Ragazzi saggi'È stato impostato), questa volta con il suo'Cammino di Carlito' e 'Missione impossibile'Scrivano David Koepp lungo per il giro. I risultati non ebbero quasi altrettanto successo, né creativo né commerciale, come le loro precedenti collaborazioni, ma 'Occhio di serpentes 'rimane un thriller con un budget R enormemente ingiustamente trascurato ed estremamente divertente, il tipo che non sembrano fare più. Parte del divertimento di 'Snake Eyes' è guardare Nicolas Cage, come un detective moralmente fangoso che viene attratto da un sinistro, 'Chinatown'-Spirante cospirazione nella notte di un incontro di boxe fortemente propagandato, si esibisce in una performance che è acutamente acrobatica come una delle sofisticate mosse di De Palma. Quando questi elementi sono sincronizzati, come durante la gloriosa sequenza di apertura che sembra essere costruita come un singolo colpo (sono, in effetti, tre), “Snake Eyes” vola. Altre volte, però, e puoi sentire che lo stile della firma di De Palma inizia a scricchiolare sotto i progressi tecnologici; la sua logica da sogno fuzzy e l'insistenza sui doppi di Hitchcockian ha ancora meno senso in un'epoca di infinite riprese di sorveglianza e telecamere di sicurezza. Se il film avesse seguito le regole più rigorose della procedura, il mistero centrale avrebbe potuto probabilmente essere risolto in pochi minuti, la cospirazione labirintica svelata pochi istanti dopo. Ma sono i loop-the-loop narrativi swirly che rendono 'Snake Eyes' un'esperienza così singolarmente affascinante. Ma se il film si sente irrimediabilmente incompiuto, è perché è: all'ultimo minuto una sequenza elaborata e costosa di effetti visivi, che ha fatto sì che il casinò del film fosse spazzato via da un'ondata biblica (progettata dai geni di Luce industriale e magia), è stato espulso a causa della confusione del pubblico nei confronti di ciò che hanno percepito come un brusco cambiamento tonale in qualcosa di più lungo le linee di un film di disastro (questo è stato durante il mini-ritorno del genere). supremo costretto De Palma a cambiarlo, sebbene rimangano indizi vestigiali del climax superiore (ci sono riferimenti tra due personaggi su 'annegamento nel tunnel', qualcosa che in realtà non abbiamo mai visto). In una recente chiacchierata con De Palma, ha detto che avrebbe rielaborato volentieri il finale originale nel film, data l'opportunità. Purtroppo, è altamente improbabile. Ma nonostante tutti i suoi difetti, 'Snake Eyes' rimane uno scherzo vivace, grazie in gran parte alla performance di Cage e ai luccicanti valori di produzione del film. Con quell'onda, però, avrebbe potuto essere materiale di alto livello. [B-]

'Missione su Marte'(2000)
Mentre 'Pirati dei Caraibi: The Curse of the Black Pearl'Potrebbe essere la caratteristica teatrale di maggior successo basata su a Disney giro nel parco a tema, non è stato il primo. Quella dubbia distinzione va al De Palma 'Missione su Marte, 'Un film basato su un'attrazione a Disneyland e nel Tomorrowland di Walt Disney World in cui gli ospiti venivano trattati con una approssimazione approssimativa di ciò che potrebbe essere viaggiare sul Pianeta Rosso. Il film, tuttavia, conserva ben poco dall'attrazione oltre l'impostazione di Marte. Al suo posto è un'avventura spaziale abbastanza tipica, in cui una missione esplorativa su Marte (guidata da Don Cheadle) diventa disastrosamente storto quando gli astronauti si scontrano con gli abitanti originari del pianeta. Avvia una missione di salvataggio presidiata da un genio emotivamente danneggiato (Gary Sinise, quando poteva spostare molto di più la sua faccia), un giovane hotshot (Jerry O'Connell) e un gruppo di scienziati sposati (Connie Nielsen e Tim Robbins). La sezione centrale del film più basata sulla scienza, con la seconda squadra che attraversa il cosmo per arrivare su Marte, è in definitiva più soddisfacente dal punto di vista emotivo della conclusione ultraterrena del film, che finisce per affogare in sentimenti forzati e effetti di creatura incerta che sono così apertamente coccolosi che fanno ET sembra un kaiju di 'Pacific Rim. ”Ci sono un certo numero di momenti gonzo in particolare in“ Mission to Mars ”, in cui puoi sentire De Palma allungarsi sotto gli ovvi vincoli creativi di montare un film così considerevole per uno studio così considerevole, cose come l'attacco iniziale su Marte, il numero di danza zero-G (a a Van Halen canzone, non meno) catturata in gran parte in un solo colpo, e la morte tormentosamente angosciante di uno dei membri del cast, ha segnato un brano musicale minaccioso e pieno di organi di Ennio Morricone (non la tua prima scelta per segnare un'odissea nello spazio, ma alla fine una decisione brillante). Ed è divertente vedere De Palma suonare in un genere che non ha mai provato prima, anche se i risultati vanno dal divertente al frustrante. Alla fine, 'Mission to Mars' si rivela troppo difficile da classificare tra i suoi migliori, ma ci sono due molti piccoli pezzi da ammirare per essere in grado di respingerlo completamente. È nel mezzo della strada De Palma, che è il cineasta più frustrante; anche quando fallisce, di solito fallisce in grande. Questo, d'altra parte, sembra solo uno sforzo tremendamente minore, annullato da alcune decisioni profondamente sbagliate e dall'interferenza creativa di una società più interessata a fare un film basato su una vecchia cavalcata Disneyland rispetto a qualsiasi strana assurdità che De Palma era interessata a fare . [C +]

'Femme fatale'(2002)
Lasciando da parte i molti, molti problemi che de Palma 's “;Femme fatale”; soffre in termini di caratterizzazione, prestazioni e trama il grande problema che incombe su qualsiasi sommario come una spada di damocle è il (SPOILER) “; twist ”; alla fine, quando viene rivelato che praticamente la maggior parte del film non si è effettivamente svolta. A un livello forse solo con Bobby Ewing che esce dalla doccia per un WTF puro e sensazionale, ci vuole quello che fino a quel momento era stato un finto no sciocco, ma a intermittenza piacevole, e lo rendeva tutto un ingannevole scherzo, in cui lo scherzo è su di te, per investire anche a un livello molto superficiale, a quel punto. Siamo chiaramente sul lato negativo, ma va notato che, come spesso accade negli ultimi giorni di Palma, la reazione critica è stata in realtà molto polarizzata (il pubblico non è così tanto; il film è caduto duramente al botteghino) e gli appassionati erano veloce per enfatizzare il film 's “; conoscenza' rdquo; - come se gli indizi retrospettivi (vasca per i pesci!) Sul fatto che il film stia per ingannare in modo massiccio i suoi spettatori, in qualche modo rende ok che il film inganna in modo massiccio i suoi spettatori. Cerchiamo di essere chiari: siamo grandi fan del twist intelligente, e spesso siamo stati ingannati piacevolmente da questo regista, ma questa non è una di quelle volte. Non è nemmeno come de Palma coglie l'occasione per prendersi in giro a livello di ridicolità che abbiamo acquistato fino ad allora - in effetti ha annullato tale nozione con un finale che è completamente stupidamente contorto come tutto ciò che è accaduto nel “ ; immaginato ”; sezione. Tradire la sua squadra dopo una rapina di gioielli coinvolta al Festival di Cannes, la sexy Laure (Rebecca Romijn) si nasconde ma viene scambiato per un'altra donna, che si suicida convenientemente, lasciando un passaporto e un biglietto aereo. Sul volo Laure incontra il diplomatico colpito Watts (Peter Coyote), e finisce per sposarlo. Va tutto bene finché non viene pubblicato a Parigi e viene fotografata dal fotografo hacker Nicolas (Antonio Banderas) e la sua vecchia banda è tornata di nuovo in pista. Ma ci sono seduzioni molto più sexy e coincidenze folli, doppie croci e TWIST! S di così, nessuna delle quali si aggiunge a qualcosa di persino lontanamente correlato al senso. Si fa una piccola spinta a causa di alcuni momenti di divertimento sciocco e salutare tra cui lo spogliarello che mette in mostra il corpo sbalorditivo di Rebecca Romijn e per la curiosa guardabilità del suo racconto del naufragio, ma ciò non significa dopo il lancio dei titoli di coda, e tutti i colpi di scena ”; siamo finalmente contorti, non vogliamo buttare via tutto quel dannato film da un dannato ponte. [D + / C-]

“;La Dalia Nera”; (2006)
E qui ci sarebbe il tentativo infinitamente minore, caotico di un “;L.A Riservato'Noir in stile periodo noir' di cui abbiamo fatto riferimento in 'gli intoccabili'Segmento precedente. Questo si è rivelato così terribilmente cattivo che è diventato il figliastro dalla testa rossa di molte filmografie di attori famosi e di talento. Non immaginiamo due volte il premio Oscar Hilary Swank, imbarazzantemente erroneo come un vampiro, tipo femme fatale, vorrà vederlo in una bobina di evidenziazione della carriera (dimostrando che anche attori molto raffinati hanno alcuni ruoli che non possono semplicemente recitare). Lo stesso vale per Scarlett Johansson, Aaron Eckhart e Josh Hartnett, tutti agendo come se fossero stati girati in stanze diverse con giocatori diversi, ricevendo la regia per tre film completamente diversi. Ma non puoi parlare della totale shittiness di “;Dalia Nera'questa volta il mezzo sostanzioso del panino di merda che ora è la sfortunata carriera tardiva di De Palma che ha iniziato a tuffarsi dal naso da' Snake Eyes '. e non si è ancora ripreso, e non menzionarne uno Fiona Shaw, che interpreta la madre di Swank nel film come se fosse costantemente alta con la mescalina e la frusta. Le molteplici rivelazioni e trame di colpi di scena che circondano questo personaggio, e la sua discesa in folle involontariamente esilarante, che sono pazzo amorevole ogni minuto di essere, dovrebbe essere aggiunta al pantheon delle cattive esibizioni nei film di merda. Le cose sembrano dirette dall'elaborato scatto di inseguimento iniziale, quando anche la firma di De Palma richiede molto tempo non può sopperire al sontuoso costume d'epoca e una rissa da strada da cartone animato messa in scena e coreografata come una commedia di Max Fischer ma senza alcuno del fascino più serio. È uno slog che sarebbe più divertente se potesse persino pretendere di essere ridicolo; invece è solo turgido, imbarazzantemente sciatto e pieno di così tanto potenziale sprecato. [D]

kenneth lonergan manchester in riva al mare

'Redacted'(2007)
In questi giorni, De Palma sembra rassegnato quando si parla di 'Redacted', Il suo thriller politico hot-button di alcuni anni fa. Produttore Zillionaire Mark Cuban fondamentalmente ha sfidato De Palma a scrivere e dirigere un film che potrebbe essere girato in digitale per un costo inferiore a $ 5 milioni. (Ricorderete che aveva un accordo simile con Steven Soderbergh che alla fine si dimostrò meno efficace di quanto si immaginasse.) De Palma ebbe l'idea di 'Redatto', basato su un evento reale e intriso della sua rabbia per le ingiustizie della guerra in Iraq. Il film risultante è stato riportato ai suoi primi film sperimentali, sia in termini di formalità dei media misti che di giusto oltraggio politico, un aspetto dell'arte del regista che era stato soppresso per gran parte della sua carriera, mentre invece si concentrava su grandi -bastget aggeggi come 'Missione su Marte. 'È davvero un peccato, quindi, che' Redacted 'sia assolutamente orribile. Il film si appropria di una serie di estetiche digitali disparate, dai traballanti video di YouTube a un documentario francese sulla guerra, ma l'obiettivo principale è un'unità militare responsabile dello stupro di gruppo e dell'omicidio di una ragazza irachena di 14 anni. Sai che succederà e il resto del film, nonostante tutta la sua stupidità, è pieno di un palpabile senso di crescente sventura. Ma qual è il vero problema è che nulla di tutto ciò sembra reale. È un regista più anziano che adotta una nuova tecnologia e non ha né la competenza tecnica né le capacità di narrazione per utilizzarlo correttamente, il che è particolarmente strano considerando quanto questo film sia strettamente legato alla storia precedente, di gran lunga superiore di stupro durante la guerra, 'Vittime della guerra. 'Un vero e proprio boondoggle, il film è stato attaccato in America per aver dipinto un ritratto negativo delle truppe, anche se si basa su un evento ben documentato e De Palma, nonostante tutta la sua giusta furia, non attribuisce mai la colpa esattamente alle truppe stesse. Invece, sembra suggerire che l'atmosfera della guerra, con tutta la sua sete di sangue e l'aggressività mal riposta, abbia contribuito ad allevare questo comportamento. (Fox News si preoccupava di più del film rispetto al pubblico generale, che lo ignorava completamente.) Naturalmente, qualsiasi punto che il film avrebbe potuto provare a perdere è stato perso tra il cinema amatoriale e le prestazioni anche peggiori; il tutto appare imbarazzante e banale. Tutto è pesante e brutto, al punto che vuoi solo gridare allo schermo, 'Lo capiamo!' È senza dubbio il peggior film singolo nell'opera considerevolmente rocciosa di De Palma e, mentre dobbiamo applaudire la sua rabbia e la sua immediatezza nell'attaccare la guerra, lo avrebbe ucciso per farlo con un film migliore? [F]

“;Passione”; (2013)
Già dopo aver suonato nel circuito del festival cinematografico ed essere stato su VOD per quasi un mese, Brian De Palma 's' ldquo;Passione”; Finalmente entra nei cinema questo fine settimana ed è il classico De Palma in tutto e per tutto: è voyeuristico, è intrecciato con femme fatales e ha un sacco di thriller e intrighi misteriosi avvolti nei suoi crimini di passione / vendetta. Se De Palma non ce l'avesse fatta, si sarebbe potuto credere che fosse concepito come un omaggio a lui. Ironia della sorte, “; Passione ”; è un remake del thriller erotico francese “Amo il crimine'Dal regista Alain Corneau. Giocosa e arco deliziosamente contorti, “; Passione ”; si concentra su due ragni vedova nera nel mondo della pubblicità aziendale la cui competitività diventa letteralmente spietata e spietata. Noomi Rapace interpreta Isabelle, una stella nascente nel mondo della pubblicità e Rachel Mcadams È Christine, il suo capo velenoso, manipolatore, insicuro, che non si limita a rubare le idee degli altri per mantenere intatto il suo status esecutivo. Calcolatrice e subdola, Christine si diverte a giocare con i suoi avversari, quindi quando lei e Isabelle incrociano le spade, le cose si fanno brutte rapidamente e poi il film gira in un gulasch di omicidio, lussuria e astuta vendetta del Grand Guignol di Palma. Confine con due film in uno di nuovo, 'Passione'. è delirante divertente e nodoso nella sua prima metà, probabilmente un compendio di tutto ciò che rende grande Brian De Palma. Ma come uno scolaretto cattivo che crede che nessuno stia guardando, il regista non può resistere alla stratificazione di strati di stile e alla cospicua tecnica cinematografica nella sua seconda metà e si riversa in un eccesso sensazionale e eccessivo. Certo, la trama diventa sempre più ridicola, ma invece di comporla per controbilanciare, De Palma corre dritto verso di essa culminando in un climax sensuale e melodrammatico che è completamente fuori dal guinzaglio. Tuttavia, sospettiamo che Esattamente perché Diehard De Palma-ites adora questo film. [B]

De Palma è stato anche responsabile di numerosi cortometraggi, molti dei quali non disponibili per noi da guardare, come 'Icaro'(1960),'660124: la storia di una IBM Card'(1961),'Bridge That Gap'(1965) e'Mostrami una città forte e ti mostrerò una banca forte'(1966). Questi primi lavori sono soprattutto per essere documentari (non ha ancora realizzato un documentario di lungometraggio) ed è stato girato dallo stesso De Palma. Due dei cortometraggi sono disponibili sulla versione Blu-ray europea di 'Obsession' - stranezze in bianco e nero a basso budget 'Woton's Wake'(1962), che recita'Fantasma del paradiso'Strambo William Finley e mette in mostra l'ossessione di De Palma, all'epoca, per l'espressionismo tedesco. L'altro, 'The Responsive Eye'(1966), è un documentario di mezz'ora sulla serata di apertura in una mostra al Museum of Modern Art di New York.

E se tu ancora non hai avuto il pieno di De Palma, ecco un Summer Talk di 52 minuti tenuto dal regista sempre divertente ospitato dalla Film Society del Lincoln Center. E se ciò non bastasse, puoi leggere la nostra recente intervista con il regista qui). - Drew Taylor, Rodrigo Perez, Katie Walsh, Erik McClanahan, Jessica Kiang, Gabe Toro e Kimber Myers





Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers