Recensione: 'Diecimila santi' che scaldano il cuore e interpretano Asa Butterfield, Ethan Hawke e Hailee Steinfeld

Questa è una ristampa della nostra recensione del Sundance Film Festival 2015.

Le migliori VPN per Netflix
CyberGhost VPNLa migliore VPN Netflix
Politica di non registrazione
Protezione Wi-Fi
Soddisfatti o rimborsati

Abbiamo una garanzia di rimborso di 45 giorni, per darti abbastanza tempo per testare le app e vedere se sono adatte a te.
Visualizza affare
Surfshark VPNVPN più economica
Dispositivi illimitati
Migliore sicurezza
La migliore velocità


Da soli $ 2,49 USD al mese è un'opzione fantastica e premium incredibilmente semplice da usare. Lo sblocco di Netflix negli Stati Uniti è la sua specialità in questo momento.
Visualizza affare


È bello vedere una coppia di registi sposati Shari Springer Berman e Robert Pulcintorno a Sundance, la posizione del loro film di successo “;Splendore americano. ”; Mentre nel frattempo hanno fatto un ottimo lavoro, il loro ultimo, l'eccellente “;Diecimila santi, ”; è un ruggito ritorno al fest che ha fatto il loro nome. Adattato dal romanzo di debutto di Eleanor Henderson, 'Diecimila santi' è una storia di maturità malinconica ma dolce e piena di speranza che esplora ogni aspetto delle complicazioni della vita. Anche se divertente e pieno di cuore, non è un film eccentrico o spensierato, mentre una ricca vena di oscurità e realtà scorre attraverso lo stile e il contenuto del film.

Ambientato alla fine degli anni '80, i Diecimila santi ”; è la storia dell'adolescente Jude (Asa Butterfield), bloccato nel Vermont con la sua mamma hippy Harriet (Julianne Nicholson), sbuffando sostanze chimiche per i calci con il suo migliore amico Teddy (Aprirò Jogia). Le cose vengono capovolte quando Eliza (Hailee Steinfeld), la figlia del papà morto e morto Les ’; (Ethan Hawke) la ragazza si presenta in città per una notte. Jude è gelosa della ragazza che riesce a trascorrere del tempo con suo padre nella bella città, e la connessione tra Teddy ed Eliza non fa che aggravare l'umore autodistruttivo di Jude.



Jude alla fine si dirige a New York per vivere con suo padre, come compagni di stanza più che padre e figlio, e diventa amico del fratello Johnny di Teddy (Emile Hirsch), il cantante diretto della band hardcore Army of One e l'orgoglioso squatter degli Alphabet City. Eliza, Jude e Johnny si uniscono in un'unità stretta quando Eliza si ritrova incinta. Ci sono molti ostacoli e disfunzioni che l'unità familiare non convenzionale deve superare per aiutare Eliza. Anche se si tratta di argomenti difficili, il film brulica di vita in ogni momento divertente, agrodolce e selvaggio, schiaffeggiandoti un sorriso sul viso che non andrà via e non sai perché.



" Diecimila santi ”; ha un aspetto ricco e strutturato, con una tendenza verso il cupo e desaturato nella sua cinematografia, che si adatta all'ambiente degli adolescenti angosciati della città degli anni '80. Gli scenografi hanno ricreato amorevolmente il Lower East Side e Alphabet City dell'epoca, tra cui una ricreazione CBGB molto accurata e il caro Yaffa Café. Il culmine del film è ambientato contro i Thompson Square Park Riots, catturando i momenti di conflitto e transizione a New York in quel momento. E, naturalmente, la colonna sonora è una miscela perfettamente curata di tagli profondi, tendente al classico suono hardcore, anche se non hanno paura di lanciare un po ' R.E.M. anche nel mix. Gravi urla anche alla squadra di costumi: l'aspetto specifico del periodo è perfetto e sarebbe desiderato da ogni hipster oggi.

Ciò che tiene davvero insieme il film sono le performance. Butterfield è cresciuto e cattura il passaggio dall'adolescente meditabondo e maleducato all'eventuale protagonista romantico contro il sempre eccellente Steinfeld. Emily Mortimer fa un eccellente lavoro di supporto comico-tragico come sua madre, la ballerina tesa Diane, ed Ethan Hawke è fantastico come il papà buffone e stoner che rimane comunque fermamente affidabile. Dopo 'fanciullezza', Potresti pensare che potremmo essere stufi di Hawke nei panni di Cool Dad, ma offre una performance assolutamente unica e distinta come Les. È legittimamente divertente, premuroso e premuroso nonostante il suo istinto verso il caos.

“Ten Thousand Saints” è un vincitore istantaneo, un film che ti avvolge nel suo mondo completamente realizzato. Scaldacuore, divertente e reale, il che significa che a volte può essere disperatamente triste, questo è un fantastico nuovo sviluppo per Springer Berman e Pulcini. Questo andrà lontano. [UN]





Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers