'BRAVE' di Rose McGowan: le 7 maggiori rivelazioni dell'attrice schietta e il nuovo libro di memorie dell'attivista

Rose McGowan



AP / REX / Shutterstock

AGGIORNATO QUI SOTTO



Rose McGowan vive la vita alle sue condizioni. Dopo anni di esplicito attivismo e di alcuni mesi particolarmente difficili, l'attrice e regista ha appena pubblicato il suo primo libro di memorie, 'BRAVE', 'rave'. che promette 'un conto senza esclusione di colpi, pull-no-pugni' che esporrà la verità sull'industria dell'intrattenimento. ”;



Fatturato dall'editore Harper Collins come 'non sceneggiato, coraggioso, vittorioso, arrabbiato, intelligente, feroce, non dispiaciuto, controverso e reale come il cazzo', il libro ha finalmente colpito gli scaffali e, con esso, una serie di nuove rivelazioni perspicaci sul passato di McGowan e le sue speranze per il futuro. Ecco sette dei più grandi, e sì, i più coraggiosi.

1. Descrive il suo presunto stupro di Harvey Weinstein

In 'BRAVE', McGowan affronta il suo presunto stupro per mano di Weinstein. La sua inclusione segna la prima volta che ha divulgato informazioni dettagliate sul presunto incidente da quando ha rotto un accordo della NDA e ha detto che Weinstein l'ha violentata in un tweet pubblicato il 12 ottobre. Si dice che l'abuso sia avvenuto al Sundance Film Festival del 1997.

videografia di elton john

L'evento è dettagliato qui, insieme al fallout del presunto crimine, che ha colpito McGowan sia personalmente che professionalmente. Mentre McGowan scrive che inizialmente era intenzionata a consegnarlo alla giustizia, un certo numero di persone - tra cui un avvocato penalista femminile - la convinsero di non avere alcun caso. Tuttavia, McGowan afferma che tutti a Hollywood lo sapeva e alla fine Weinstein cercò di inserirla nella blacklist.

2. Descrive in dettaglio i suoi primi anni in una setta (letterale)

La McGowan non ha mai nascosto le origini della sua famiglia nel culto di Children of God, che è nata in Italia nel 1973. Per McGowan, che confronta il culto letterale del COG con il culto (leggermente) più figurato di Hollywood, l'impulso e il bisogno fuggire da entrambe le sorgenti dalla stessa esperienza - linea di esempio: “Il primo passo per deprogrammare te stesso da un culto è realizzarti siamo in un culto. Lo saprei, sono fuggito da due dei culti più iconici di tutti i tempi. '

Mentre McGowan ha discusso del suo tempo in COG prima, in 'BRAVE', approfondisce gli abusi che ha subito lì, tra cui essere costantemente picchiata perché non direbbe di aver accettato Dio nel suo cuore, costretta a mangiarla capra da compagnia d'infanzia e il matrimonio e le pratiche sessuali che lacerarono la sua famiglia (agli uomini fu permesso di prendere altre mogli, cosa che fece suo padre, e McGowan scrive che i rapporti sessuali tra adulti e bambini divennero parte della pratica del culto).

È stata un'esperienza formativa che ha posto le basi per una vita di abusi e maltrattamenti. Eppure McGowan ripercorre anche i suoi primi atti di creatività - alcuni costretti, come spettacoli di gruppo, altri no - al suo periodo in COG, dove ha usato libri e fotografia come meccanismi di fuga.

3. Non fa riferimento a Weinstein o Robert Rodriguez per i loro nomi

Sebbene sia stato ampiamente riferito che la McGowan si riferiva a Weinstein solo come 'il Mostro' nel suo libro, mai con il suo nome, lei si riferisce anche a lui come 'lo Studio Head' e 'il Maiale Mostro'. Scrive, 'Ormai conosciamo tutti il ​​nome del Mostro, ma ho fatto la scelta di non usarlo. Non mi piace il nome del mostro, e anche se lo so, e forse lo sai, mi rifiuto di avere il suo nome nel mio libro '.

Anche l'ex fidanzato ed ex regista di McGowan, Robert Rodriquez, non è stato nominato nel libro, ma solo 'RR'.

4. Ha subito abusi sessuali sul suo primo set cinematografico

Da giovane, McGowan si riunì con suo padre nello stato di Washington, e quello che inizialmente era un tenue legame divenne più difficile da gestire quando suo padre le disse che aveva bisogno di pagargli $ 300 al mese in affitto. Alla disperata ricerca di un concerto a pagamento, McGowan inciampò in un volantino che pubblicizzava $ 35 al giorno per essere un extra in un nuovo film - uno strano film B chiamato 'Class of 1999' con Malcolm McDowell e Pam Grier.

Mentre McGowan ha apprezzato il lavoro - come appassionato di film di lunga data, non è stata una sorpresa - e ha goduto il suo tempo sul set, tutto è cambiato quando un 'ragazzo sul set' che McGowan ha visto come un bel tipo di papà l'ha messa da sola, trascinandola in un roulotte, e presumibilmente l'ha accarezzata contro la sua volontà.

“Ho nascosto l'esperienza in uno dei miei tanti scomparti interni e sono tornato al lavoro. Non mi è venuto in mente di dire nulla ', ha scritto McGowan. “Per anni ho pensato all'incidente come un'esperienza sessuale contro assalto. Più tardi, quando sono diventato adulto, mi sono reso conto che in realtà era un assalto. ”Più tardi, scrive McGowan, lo stesso uomo è apparso sul set di“ Scream ”.

4. Attribuisce parzialmente un incidente sul set per la sua chirurgia plastica spettegolata

Nel 2007, la McGowan è diventata l'argomento di viziosi pettegolezzi sui tabloid, principalmente incentrati su quello che sembrava essere un cambiamento molto improvviso in faccia. La McGowan reagì, spiegando che le alterazioni del suo viso erano dovute alla necessaria chirurgia ricostruttiva subita dopo un incidente d'auto. Non era del tutto vero.

In 'BRAVE', McGowan scrive che si stava effettivamente riprendendo da un infortunio sul set sul 'Planet Terror' di Rodriguez e ha deciso di usare quel tempo anche per risolvere un problema sinusale che l'aveva tormentata per anni. Mentre lo racconta, il suo chirurgo ha fallito l'operazione, forando la pelle sotto l'occhio, portando alla fine l'attrice a sottoporsi a un ulteriore intervento chirurgico per risolverlo.

“; ho detto ai miei pubblicisti cosa è successo e mi hanno detto di dire che è stato un incidente d'auto, ”; McGowan ha scritto. 'Guardando indietro, non so perché sia ​​importante, ma ho seguito questo consiglio. E così quando mi è stato chiesto dalla stampa, quella è diventata la linea del partito. ”;

5. Fare 'incantati' non è sempre stata un'esperienza positiva

Alla fine la McGowan passò alla televisione - incolpando quella lista nera - per recitare nello spettacolo delle streghe di Aaron Spelling 'Streghe'. Il lavoro era spesso noioso ed estenuante per McGowan, ma era chiaramente felice di lavorare. Tuttavia, non è sempre stata un'esperienza incantata, sia a livello personale che professionale.

L'attrice ha scritto che ha lavorato con una regista durante la quinquennale dello show, che è stata contrassegnata da una serie di registi che spesso non le piacevano, e anche quella non è stata una bella esperienza. L'equipaggio, per lo più maschile, ridacchiava irrispettosamente quando li dirigeva, ”; McGowan ha scritto.

Ha aggiunto, 'Mi sento orribilmente di non lottare più per lei, ma non ho capito appieno le dinamiche di ciò che stava accadendo. Il mio personaggio era troppo impegnato a parlare con i leprechaun per avere il tempo. ”;

gli americani raccolgono

6. La sua prima introduzione a Quentin Tarantino non è stata comoda

Dopo essere stata scelta per 'Planet Terror', la McGowan era certa che la sua carriera - lontano da Weinstein - sarebbe tornata in pista. Presto entrò in contatto con Tarantino, che stava dirigendo il film di accompagnamento per l'offerta di macinacaffè di Rodriguez, ed era apparentemente piuttosto ansioso di far sapere all'attrice che aveva familiarità con il suo lavoro.

'La prima volta che ho incontrato Tarantino, e per anni dopo, ogni volta che mi vedeva, ha detto:' Rose! Ho il tuo film 'Jawbreaker' su disco laser! Non posso dirti quante volte ho usato lo scatto in cui stai dipingendo le dita dei piedi! ''

Di “; usato, ”; McGowan dedusse che si divertiva con la scena. Come ha scritto McGowan, “Tarantino ha un feticismo del piede noto. Per lui vedere un piede nudo è l'equivalente di un seno che viene eccitato dai capezzoli. Ciò significa che Tarantino ha pagato soldi extra per masturbarmi in piedi e me ne ha parlato a voce alta, ancora e ancora, per anni, davanti a numerose persone ... '

7. Twitter ha aiutato McGowan a trovare la propria voce

Nella seconda parte di 'BRAVE', la McGowan espone in dettaglio alcuni dei lavori che ha svolto per diventare una 'persona intera' e trovare davvero la sua voce, incluso rivolgersi a Twitter per interagire con le persone e diffondere la verità. Discute in modo divertente il kerfuffle 2015 che è seguito dopo aver deriso alcune parole sessiste in una sceneggiatura, che ha attirato molta attenzione e alla fine ha portato il suo agente a licenziarla (ha anche twittato su questo).

'Alla fine ho capito quanto fosse importante per me come artista rivendicare la mia forza, il mio potere e il mio valore', ha scritto. 'Perché c'è qualcosa dentro di noi che non possono portare via, non importa quanto ci provano.'

Il libro di memorie di McGowan 'BRAVE' è disponibile per l'acquisto oggi.

AGGIORNAMENTO: Ben Brafman, procuratore di Harvey Weinstein, ha rilasciato la seguente dichiarazione: 'Mr. Weinstein nega le accuse di Rose McGowan di un contatto sessuale non consensuale ed è errato e irresponsabile confondere affermazioni di comportamento inappropriato e contatto sessuale consensuale in seguito pentito, con una falsa affermazione di stupro. Questa accusa, come le altre sue di essere nella CIA e equiparare un tappeto rosso ad essere violentata, non è supportata. Fu la signora McGowan, e solo la signora McGowan, a scegliere di chiedere soldi al signor Weinstein; fu la signora McGowan che in seguito scelse di lavorare con il signor Weinstein in modo professionale, e fu la signora McGowan che in seguito decise di presentarsi personalmente con il signor Weinstein al suo evento di beneficenza a Cannes. La signora McGowan si è anche avvicinata al signor Weinstein per finanziare un film di 30 milioni in cui recitava, un remake di Barbarella. ”;



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers