Vendere i teatri Laemmle di Los Angeles potrebbe significare perturbazioni del mercato specializzato: 6 possibili acquirenti

Il triplex Laemmle Royal a West Los Angeles



Google Maps

I Teatri di Laemmle continuano a pubblicare annunci sui giornali, che proclamano il suo slogan: 'Non temere i sottotitoli'. Circuito teatrale di proprietà della famiglia che gestisce 42 schermi in nove location di Los Angeles, da decenni mantiene un impegno nei confronti del cinema specializzato. Tuttavia, fonti confermano che il circuito è ora in vendita e che i potenziali acquirenti hanno esaminato tranquillamente i suoi dati finanziari per un po 'di tempo. (Un rappresentante Laemmle non ha risposto a una richiesta di commento.)



Una vendita Laemmle sarebbe significativa solo sulla base della storia; l'azienda fu fondata nel 1938 da Max e Kurt Laemmle, cugini del fondatore degli Universal Studios Carl Laemmle. I loro teatri rimangono un pilastro della mostra specializzata a Los Angeles, dove offrono la migliore piattaforma per film in lingua straniera e per documentari che si qualificano per i premi durante tutto l'anno. Sono anche un'importante fonte di entrate per i distributori più piccoli. Se un'azienda senza gli stessi interessi di programmazione acquisisse la catena Laemmle, potrebbe avere un impatto enorme sull'ecosistema fieristico specializzato.



chris kelly snl

Fonti del settore indicano una manciata di potenziali pretendenti, nessuno dei quali include i tre principali circuiti nazionali (AMC, Regal, Cinemark). Questi includono i Landmark Theatres di Los Angeles, la principale catena specializzata nazionale; Ventura, Regency Theatre con sede in California, con teatri in quattro stati; Cinema della città di New York; giganti di streaming Netflix e Amazon; e la catena di lusso con sede in Messico Cinepolis.

Foto della pubblicità del Los Angeles Times per i teatri di Laemmle

recensione del film simran

Ma chi comprerà? Gli incassi teatrali specializzati affrontano il declino, il mercato dei film sottotitolati è particolarmente sfidato e questi teatri affrontano la concorrenza di catene più grandi che recitano film di punta come 'L'addio'. acquirente.

IndieWire ha parlato con più fonti in mostra e distribuzione per creare un ritratto di chi potrebbe acquistare la catena Laemmle e perché (o, come spesso accade, perché no).

Teatri storici

Il giocatore dominante in Nord America, è il pretendente preferito ogni volta che un teatro specializzato viene messo in vendita. Più di recente, tuttavia, Landmark è stato in vendita da solo: lo scorso dicembre, il magnate immobiliare di New York Charles Cohen ha acquistato i suoi 56 teatri, che contengono 268 schermi in 27 mercati. Ciò potrebbe lasciare poco appetito per un'altra acquisizione, in particolare poiché Landmark già lavora a stretto contatto con i distributori che forniscono assistenza a Laemmle.

Il Royal è a Los Angeles quello che il Lincoln Plaza Theatre era per New York, ma non è in realtà una competizione per The Landmark a West Los Angeles, che è il centro di riferimento di Landmark a Los Angeles. Quel teatro principale raramente mostra film sottotitolati - ma Cohen possiede anche Cohen Media, che acquisisce principalmente titoli in lingua straniera. I film di prima visione di Cohen di solito sono aperti al Royal; se Cohen non lo compra, chi lo farebbe? Non vi è alcuna garanzia che un futuro proprietario mantenga la stessa politica o addirittura mantenga la proprietà come un teatro.

Cinema di lettura

Questo espositore con sede a New York gestisce teatri in diversi paesi con più marchi. In Nord America, questo include City Cinemas (una catena che comprende la Parigi, che dovrebbe chiudere presto) e Angelika Film Centers a New York, oltre a numerosi multiplex in studio con il marchio Reading, principalmente in California.

Per una catena in crescita e dinamica, Laemmle potrebbe sembrare una buona opportunità per espandersi. La lettura ha già competenze e contatti sia per i film specializzati che per quelli mainstream, ha familiarità con le serie di film sottotitolati e comprende le peculiarità di operare in luoghi di alto profilo al microscopio industriale.

fine della scoperta di Star Trek

Come Landmark, tuttavia, è discutibile se il vantaggio strategico giustifichi la spesa e il rischio.

Netflix

Proprio come quando Landmark era in vendita, il nome Netflix è apparso più volte come potenziale acquirente di Laemmle. Costruire una presenza teatrale è fondamentale per la manciata di film Netflix che cercano premi, e c'è molto valore in una base di teatri affermati e di alto livello che contano molti membri dell'Accademia come sostenitori regolari. Inoltre, in quanto società con una presenza elevata nei documentari, i teatri Netflix potrebbero offrire ai registi una presenza garantita in un mercato chiave.

Detto questo: se Netflix volesse raggiungere questo obiettivo senza la seccatura di acquistare i teatri, potrebbe essere un partner silenzioso per un altro acquirente. Le banche apprezzerebbero la garanzia finanziaria di Netflix che si impegna per un periodo pluriennale a noleggiare schermi in più teatri.

Netflix ha avuto un accordo nazionale con la catena teatrale di lusso IPIC di 16 sedi, che ha presentato istanza di fallimento il capitolo 11 questa settimana. Ciò potrebbe rendere più attraente trovare un'altra opzione.

uomo morto jim jarmusch

Amazon

Amazon Studios ha un braccio di distribuzione che ha visto diversi successi (e fallimenti) teatrali, ma sembra essere in fase di transizione verso un modello di business che consente una maggiore disponibilità di streaming per alcuni film. Mentre Amazon e Netflix condividono molte preoccupazioni commerciali, alcuni osservatori ritengono che Amazon potrebbe avere un maggiore interesse nell'acquisto di un circuito nazionale che potrebbe ospitare anche Amazon Hub.

Cinepolis

Il colosso fieristico internazionale con sede in Messico ha 26 teatri in sette stati, con diversi in California. Ben finanziato e preparato per espandersi, è specializzato in teatri lussuosi e ricchi di servizi in aree esclusive. Ha appena acquisito il circuito Texas Moviehouse & Eatery a due città e cinque sale, e le posizioni di Laemmle potrebbero servire da punto di partenza per le transizioni nel modello Cinepolis. Tuttavia, tale visione escluderebbe quasi sicuramente la tradizionale programmazione specializzata di Laemmle. Dovrebbe anche affrontare una forte concorrenza da parte di Arclight.

Reggenza

Forse la soluzione migliore potrebbe essere questa catena con circa 165 schermi in 29 località, principalmente nel sud della California. Il circuito è un miscuglio di acquisizioni che includono il Villaggio di Westwood e il Bruin (attualmente in 'Once Upon a Time in Hollywood'), nonché una serie di complessi di medie dimensioni in aree di alto livello e / o di pubblico più anziano simili a quelle di Laemmle. Questi offrono un mix di programmazione, specializzato in alcune località. Gli acquirenti di film della compagnia includono veterani interessati al cinema indipendente.

L'acquisizione di Laemmle darebbe a Regency una maggiore rilevanza locale e nazionale. Questo potrebbe essere l'unico acquirente con il massimo da guadagnare mantenendo il ruolo di Laemmle come espositore specializzato.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers