'Recensione speciale': Netflix offre una rapida hit della commedia nell'invitante adattamento di Ryan O'Connell

Ryan O’Connell, Punam Patal e Augustus Prew in “Speciale”



Netflix

Se “Speciale” fosse più corto, potrebbe competere come serie breve agli Emmy. Solo due dei suoi otto episodi iniziali durano più di 15 minuti (il cut-off della TV Academy) e puoi assorbire il divertimento della prima stagione in meno di due ore. Un runtime leggero non è di scarsa qualità - tutt'altro. Alcuni dei migliori spettacoli dell'anno scorso sono stati in forma abbreviata, e più serie di matricole (non solo commedie) potrebbero trarre vantaggio dalla focalizzazione degli episodi in blocchi di un quarto d'ora. La sua lunghezza accattivante è anche un segno di apprezzata consapevolezza di sé, in quanto 'Speciale' ha bisogno di un po 'di tempo per affinare la sua consegna e trovare più fiducia nella narrazione, ma c'è più che abbastanza nella nuova serie di Ryan O'Connell per renderlo il tipo giusto di notevole.



il libro di nora

Basato sul suo libro di memorie, 'Sono speciale: e altre bugie che ci raccontiamo', O’Connell interpreta Ryan Kayes, un uomo gay con paralisi cerebrale che vive ancora con sua madre, Karen (Jessica Hecht). Al riparo dai suoi istinti protettivi e dalla sua stessa paura di essere visto come diverso, Ryan rimane per lo più a se stesso. Va in terapia fisica e parla con il suo allenatore di ragazzi che gli piacciono, ma non parlerà mai; cammina per strada indossando cuffie a cancellazione del rumore che fungono da scudo dal mondo. È solo quando viene investito da un'auto e inizia a pensare a ciò che la sua vita è arrivata finora che decide di fare di più.



Ryan prende queste decisioni rapidamente. Prende rapidamente uno stage. Si fa presto amico. Nella vita reale di O'Connell, questi eventi probabilmente sono avvenuti più lentamente e hanno richiesto più pazienza. Ma questo è uno show televisivo e O’Connell lo riconosce. Accanto al collega produttore esecutivo Jim Parsons e alla regista Anna Dokoza, “Special” non lascia mai spazio all'intrattenimento, convincendoti ad andare avanti con il tour attraverso un ensemble forte e una stimolazione avvincente.

Il concerto di partenza di Ryan è in un sito Web che prospera su blog confessionali e listini basati sulla personalità. Gli è stato chiesto di minare la propria vita per incarichi connettivi (non diversamente dal lavoro di Annie Easton in 'Shrill'), proprio come fa il suo amico veloce e collaboratore di alto livello Kim (Punam Patel). Il loro capo, Olivia (Marla Mindelle), si vede come un semidio alla moda, mentre i suoi fratelli la considerano un supervisore eccentrico, controllante e leggermente all'oscuro (di nuovo, come 'Shrill'). Entrambe le donne lanciano una deliziosa curva nel procedimento, rimbalzando a vicenda e Ryan per creare un'energia allettante che è destinata a crescere solo se la Stagione 2 avanza.

Ryan O &Conns; Connell ’; in 'Speciale'

Per gentile concessione di Netflix

9-1-1 recensione

Piccoli singhiozzi disturbano la produzione complessiva. Alcuni frammenti persistono troppo a lungo in un gesto facciale o in una caduta, enfatizzando eccessivamente e attenuando qualsiasi punto venga fatto. Il blocco, il tempismo e le transizioni potrebbero essere tutti ritoccati per offrire un'esperienza più fluida, ma guardare “speciali” inclinarsi nella curva di apprendimento può far parte del suo fascino accattivante. Non andrò al punto di dire che le sue imperfezioni sono ciò che lo rende grande - dovrebbero e probabilmente saranno corretti - ma non sono un grande svantaggio di questa serie in crescita come potrebbero essere ad altre storie.

Parte del merito va a O´Connell stesso. Un talentuoso comico fisico con una buona consegna per un attore nascente, interpreta Ryan con un'adeguata quantità di dispiacere (mentre cerca di espandere la sua zona di comfort) ed eccitato esplosioni di franchezza. Aiuta ad avere Hecht come partner di scena coerente. L'ex star di 'Red Oaks' e 'Friends' gestisce bene il ritmo veloce, esplorando molti angoli di una madre che ha represso i suoi stessi desideri per aiutare il suo bambino per 20 anni. Riesce a trasmettere molto in uno sguardo o in una lettura di riga, e quando Karen ottiene un episodio per sé, Hecht offre.

seth macfarlane kevin spacey

Entro la fine degli otto episodi, 'Speciale' lampeggia con una profondità sufficiente per evitare che la sua breve corsa venga dimenticata. Ryan affronta aspetti della propria personalità che presumono cambiamenti più profondi per arrivare - nuovi oltre nuovi vestiti, un nuovo lavoro e un nuovo appartamento - e la serie mostra la volontà di abbracciare il disordine all'interno delle relazioni a lungo termine dopo che sono state spinte in un nuova direzione. C'è molto da migliorare, ma 'Special' ha i pezzi giusti a posto.

Grado: B-

La stagione 1 'speciale' è ora in streaming su Netflix.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers