Woody Allen: 'Ho fatto tutto ciò che il movimento #MeToo vorrebbe realizzare'

Woody Allen



Luca Bruno / AP / Shutterstock

Spinto dalla difesa di Scarlett Johansson nei suoi confronti, che recentemente ha fatto notizia, Woody Allen ha risposto ancora una volta alle accuse di aggressione sessuale nei suoi confronti e alla reazione che lui e i suoi film hanno affrontato. In un'intervista con France24 a sostegno dell'uscita in Francia del suo ultimo film “A Rainy Day a New York”, Allen ha propagandato la sua posizione di datore di lavoro di lunga data di donne, arrivando persino a sostenere di rappresentare un risultato positivo del # Movimento MeToo.



“; ho lavorato con centinaia di attrici [e] nessuna di loro si è mai lamentata di me, non una sola lamentela. Ho lavorato con donne occupate nella massima capacità, a tutti gli effetti, per anni e le abbiamo sempre pagate esattamente come uomini, ”; Egli ha detto. “; ho fatto tutto ciò che il movimento #MeToo piacerebbe realizzare. ”;



I commenti arrivano pochi giorni dopo che la musa unica di Allen si è pronunciata a sostegno del regista in una recente intervista. Johansson ha dichiarato di credere che Allen, che ha a lungo negato le accuse di abusi sessuali contro di lui da parte della figlia adottiva, Dylan Farrow, risalenti al 1992. Le osservazioni di Johansson sono state accolte da critiche diffuse proprio mentre Oscar ronzava per il suo lavoro in 'Matrimonio di Noah Baumbach' Storia 'sta iniziando a costruire.

“; Adoro Woody. Gli credo e lavorerei con lui in qualsiasi momento, ”; Disse Johansson. “; vedo Woody ogni volta che posso, e ho avuto molte conversazioni con lui al riguardo. Sono stato molto diretto con lui, ed è molto diretto con me. Mantiene la sua innocenza e io gli credo. ”;

'A Rainy Day in New York' è diretto nei cinema in una manciata di paesi europei, tra cui Grecia, Paesi Bassi e Polonia. Mentre il film era originariamente previsto per essere aperto negli Stati Uniti dagli Amazon Studios come parte del loro patto di produzione di quattro film con l'autore caduto in disgrazia, Amazon lasciò cadere il film sulla scia di una maggiore attenzione prestata alle accuse di aggressione sessuale di Allen. Da parte sua, il regista era ottimista sul fatto che il film potesse ancora raggiungere il pubblico degli Stati Uniti.

“; Per me il film è in uscita in tutto il mondo ”; Egli ha detto. 'Se alla gente piacerà il film, penso che alla fine uscirà negli Stati Uniti'.

Allen ha aggiunto di non essere impressionato dal suo rifiuto da parte dei media e dei distributori statunitensi.

“; Non me ne potrebbe fregare di meno. Non ho mai lavorato a Hollywood. Ho sempre lavorato a New York e non mi interessa per un secondo. Se domani nessuno avrebbe finanziato i miei film e nessuno avrebbe finanziato i miei spettacoli teatrali o nessuno avrebbe pubblicato i miei libri, mi sarei comunque alzato e avrei scritto perché è quello che faccio. Quindi lavorerò sempre. Ciò che gli accade commercialmente è un'altra questione. ”;



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers