'Ieri': lo Smart Casting Advice di Ed Sheeran ha salvato la Rom-Com dei Beatles di Danny Boyle

'Ieri'



Credito fotografico: Jonathan Prime / Uni

i migliori film di ingmar bergman

Dopo essersi ritirato dall'ultimo film di James Bond per differenze creative, Danny Boyle è stato felice di dirigere la 'deliziosa' sceneggiatura di Richard Curtis per 'Ieri', che unisce 17 delle migliori canzoni dei Beatles in una narrazione su Jack Malik, un marginale cantante folk britannico che si sveglia da un blackout globale come l'unica persona che ricorda la musica dei Beatles. Cerca di recuperare i testi, esegue le canzoni e diventa un'enorme (e fraudolenta) pop star.



Il film si è esibito al di sopra delle aspettative lo scorso fine settimana, quando la combinazione di Curtis ('Love, Actually'), Boyle ('Slumdog Millionaire'), Lily James ('Mamma Mia! Here We Go Again'), e i Beatles hanno consegnato una solida scatola pugno dell'ufficio.



Curtis e Boyle si sono incontrati quando il regista ha reclutato lo scrittore per collaborare con il comico Rowan Atkinson come l'iconico Mr.Bean alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra del 2012. Dopo che Boyle ha chiesto a Curtis di tenerlo a mente per la regia, 'Ha rispedito la sceneggiatura', ha detto Boyle in un'intervista telefonica. 'Tale era la sua ossessione per i Beatles che non voleva dirigerlo da solo. Era preoccupato di essere troppo vicino alle canzoni. '

Boyle non sapeva che erano state scritte altre storie simili che seguivano un concetto simile. 'Non sapevo che ci fosse un film francese sulla scomparsa di Johnny Hallyday', ha detto. 'Poi c'è uno spettacolo televisivo, non proprio un viaggio nel tempo, che torna indietro nel tempo e canta come se fosse in un periodo precedente. Non sapevo nessuno dei due. Quando ho letto la sceneggiatura, mi è sembrata un'idea molto originale. Sono sicuro che ci sono altre iterazioni, come 'Freaky Friday'.

Ma senza un attore in grado di cantare le canzoni in modo credibile, il film non avrebbe mai funzionato. 'Fu durante il provino che ricordo l'inizio di una specie di paura', ha detto Boyle, 'Una ghianda, un nocciolo. 'Cazzo, questo potrebbe non funzionare, sai.' Stavamo facendo il provino a persone che cantavano le canzoni davvero bene. Non è che non possano cantare, ma non hanno alcuna relazione con le canzoni. Avevano appena imparato le melodie. Quando Himesh [Patel] è entrato per cantare, aveva un'anima. '

James Corden e Himesh Patel in 'Ieri'

Boyle ha fatto il check-in con Ed Sheeran (che ha accettato il ruolo da protagonista della rockstar dopo che Chris Martin l'ha rifiutato). 'È l'anima', ha detto. 'Non puoi fabbricarlo, potresti rovinarlo. Fai attenzione. '

Boyle cercò di capire il motivo per cui Patel era così toccante. Non era la sua conoscenza dei Beatles o una qualche connessione spirituale interiore. 'È stato malinconico in lui', ha detto Boyle. 'È così che si è collegato alle canzoni. Anche le melodie più gioiose hanno una sottile nota di malinconia che ha reso commoventi le canzoni sull'amore che è scomparso. Il mio nocciolo di preoccupazione che avrebbe potuto diventare velenoso era sparito. Non ho pensato a nient'altro che potrebbe non funzionare. '

Quello che Boyle ha fatto è stato 'rinfrescare la tavolozza' della commedia romantica delle fiabe di Richard Curtis. 'Sono sempre stato un grande fan del suo lavoro', ha detto. 'Si tratta sempre dell'amore, ed è straordinario che si sia concentrato sulla stesura di rom-com, che sono facili da sottovalutare, perché devono apparire senza sforzo, ma non lo sono.'

Boyle decise di 'allontanarsi leggermente dai punti di forza naturali di Curtis', ha detto. Il regista prese la posizione del porto più industriale di Galston, sulla costa del Suffolk - una città portuale non dissimile da Liverpool - che non era il normale paesaggio di Curtis.

'Ho pensato: 'Questa idea è deliziosa.' È un prisma adorabile attraverso il quale guardare indietro su un catalogo che alcune persone conoscono e altre non sanno', ha detto. 'È stato un modo meraviglioso piuttosto che fare un film biografico o una storia di vita, essere in grado di illuminare alcune delle canzoni in un modo che era fresco e nuovo.'

Ha continuato, 'È molto semplice. Deve essere eseguito senza grandi shenanigans, ma solo le circostanze della storia. '

Ed Sheeran in 'Ieri'

universale

Con le sue preoccupazioni sul casting attenuate, Boyle si assicurò che l'intero film ruotasse attorno alla capacità di Patel di offrire canzoni credibili sul tempo e sull'amore. Prese a cuore gli avvertimenti di Sheeran di non derubare Patel della sua anima. 'La naturale interpretazione di Himesh sulle canzoni è solida, semplice come il vetro', ha detto Boyle. “Vedi attraverso di lui le canzoni. Il mio compito principale è quello di proteggerlo da ciò che accade attraverso la registrazione e la riproduzione, o post e post-doppiaggio, tutti i tecnicismi. '

Sheeran disse a Boyle di proteggere il pubblico dal percepire 'tecnici tra te e la canzone e il cantante'. Quello era il 'lavoro principale' di Boyle. 'Sono raramente maleducato, ma ero prepotente e difficile a tale proposito, per assicurarmi che tutto, Himesh e i suoi strumenti, fossero tutti vivi, senza che nulla di tutto ciò fosse stato interferito dappertutto'.

Quindi, mentre i gruppi di supporto sul tetto a Galston erano abbelliti, Patel 'non è stato toccato', ha detto Boyle.

Ha mantenuto tutte le registrazioni dei suoi dialoghi e della sua musica “il più organica possibile, e l'ha reso un canale per tornare alle canzoni. Il pubblico immaginario nel film è un vero pubblico reale nel cinema. '

Boyle ha detto: 'Ricorderanno i Beatles, che saranno riportati a loro in un modo commovente, onesto e sincero, per far sentire la musica apprezzata, quindi non viene commercializzata o venduta a te. Si è sentito come un vero profeta che ti ha dato notizie di qualcosa che ti aiuterà e ti guiderà, come fanno queste canzoni. Fanno parte del tessuto del nostro essere '.

'Ieri'

universale

Alla fine, Boyle usò 17 canzoni dei Beatles - e stipulò un contratto con Apple per i diritti di usare 15-18, senza dover specificare quali. 'Potremmo cambiare idea fino all'ultimo minuto', ha detto. “È stata una libertà meravigliosa. Alcuni si scelgono da soli. '

I cineasti hanno organizzato un concerto a Mosca per usare il rocker 'Back in the U.S.S.R.' La canzone 'Help' ha funzionato perfettamente per il travolto Jack, come era stato un Grido di cuore da John al momento. 'La canzone non è mai stata riconosciuta come il grido di angoscia e disperazione di John per il vortice di successo dei Beatles', ha detto Boyle. “Questo è stato il nostro ripensamento più audace, come una versione punk rock, che ha dato una meravigliosa discrepanza quando la gente del posto si è presentata e ha saltato in giro come il vecchio punk rock. È a un punto più basso della sua vita, la bugia sta marcendo la sua anima e lo sta portando più lontano da Elly, la ragazza con cui vuole stare. '

Boyle ha insistito per usare la 'musica nonnina' spesso offesa di Paul McCartney alla fine del film 'Obladi Oblada'. 'È una prima versione di un artista britannico che lavora con il reggae caraibico', ha detto Boyle. “Lo hanno fatto tutti, prendendo in prestito influenze da ogni parte. C'è gioia in quella canzone e così tante delle loro canzoni. Volevo qualcosa, quella sensazione, per mettere insieme The Beatles e Richard Curtis. ”

Danny Boyle

Steve Vas / Featureflash / SilverHub / REX / Shutterstock

Boyle ha fatto molta strada dal seminario dove ha studiato per il sacerdozio. 'È un pezzo molto lungo di elastico', ha detto. “Puoi allontanarti molto dal tuo background ma a volte ti tira indietro. Fai passi da lì. Non lo sento particolarmente per la religione, tranne per il fatto che si è manifestato in mia madre, lo sentiva fortemente. Sento l'obbligo per i valori che mi ha dato. Ne ho tratto beneficio. Sono orgoglioso di questi valori e vivo secondo loro, anche se a volte la delude naturalmente. '

patricia clarkson castello di carte

Boyle ha riconosciuto che ci penserà due volte a fare un film incentrato sulle donne. 'Penso che sia davvero il fair play', ha detto. 'Non ho lavorato con abbastanza sceneggiatori femminili, questo è un difetto. Sono stato fortunato a lavorare con molte donne sceneggiatori in teatro prima di dedicarmi al cinema, erano una parte formativa della mia vita. Da allora non l'ho più fatto; potrebbe essere migliorato. '

In questi giorni sente che è importante mettere in discussione ogni progetto. 'Prima non dovevi chiederti se sei sufficientemente vigile per farlo', ha detto. “Dovresti sentire che una storia ti eccita. Se senti la visione della storia, dovresti farlo. Ma in particolare al momento, il modo in cui è stata costruita l'attività, quando gran parte della nostra popolazione non è stata incoraggiata a far parte dell'élite della narrazione, devi chiederti: 'sei adeguatamente qualificato'>



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers